Domotica e bio-edlizia

874 views
785 views

Published on

Intervento Beet.it per la domotica nel settore della bio-edilizia a TerraFutura 2013

Published in: Technology
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
874
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Domotica e bio-edlizia

  1. 1. Le informazioni contenute in questo documento sono di proprietà Beet.it S.r.l. Unipersonale. Ne è vietata la riproduzione, totale o parziale, nonché latrasmissione senza il preventivo consenso scritto di Beet.it S.r.l. Unipersonale.Domotica e bio-ediliziaTerraFutura 2013Firenze, 19 maggio 2013Beet.it S.r.l.Innovazione, Ricerca e ServiziEML info@beet.itWEB www.beet.it
  2. 2. Agenda2DOMOTICA E BIO-EDILIZIABreve presentazione di Beet.it S.r.l.3Il cablaggio tradizionale5Il cablaggio domotico9Analisi economica17Il contesto legislativo22Il contesto normativo24Contatti29
  3. 3. Breve presentazione di Beet.it S.r.l. >> Chi è Beet.it?3Beet.it S.r.l. intende affermarsi come partnertecnologico di Enti nazionali e internazionaliper l’affidamento in outsourcing dei processidi ricerca, progettazione e sviluppo nelcampo dell‘Automazione, dell‘Informaticae dell‘Elettronica.DOMOTICA E BIO-EDILIZIA©Beet.itS.r.l.Unipersonale-AllRightsreservedUsufruendo di una viva rete di collaborazioni con Centri di Ricerca e affermaterealtà imprenditoriali, Beet.it S.r.l. raggiunge i propri obiettivi attraverso un centrodi competenza le cui attività sono finalizzate alla soddisfazione evalorizzazione del Cliente, di Stakeholder e Shareholder, delle Persone che vilavorano, e delle Comunità Scientifica e Civile.Per maggiori informazioni >> http://www.beet.itBreve presentazione di Beet.it S.r.l. 1/2
  4. 4. 4Breve presentazione di Beet.it S.r.l. >> Cosa fa Beet.it?INNOVAZIONEPer i nostri Clientiprogettiamo e sviluppiamosoluzioni innovative neisettori dell’Automazionecivile e industriale,dell’Informatica edell’Elettronica.Offriamo ai nostri Clientiservizi di consulenza perl’accesso alla finanzaagevolata, per lapianificazione finanziariae per il controllo digestione.Con i nostri Partnerpartecipiamo a bandi diRicerca e Sviluppo per losviluppo di nuovetecnologie informaticheed elettroniche.RICERCA SERVIZI©Beet.itS.r.l.Unipersonale-AllRightsreservedDOMOTICA E BIO-EDILIZIABreve presentazione di Beet.it S.r.l. 2/2
  5. 5. Il cablaggio tradizionale5DOMOTICA E BIO-EDILIZIA©Beet.itS.r.l.Unipersonale-AllRightsreserved
  6. 6. Il cablaggio tradizionale > Gli impianti di una normale abitazione6Il cablaggio tradizionaleDOMOTICA E BIO-EDILIZIA©Beet.itS.r.l.Unipersonale-AllRightsreserved Rete elettrica (prese, luci e interruttori). Rete telefonica. Rete antenna TV terrestre. Rete idrica (acqua calda e fredda). Rete fognaria (acque bianche e scure). Rete del sistema di allarme. Rete antenna TV satellitare. Rete per la diffusione della musica. Rete locale (calcolatori).
  7. 7. Il cablaggio tradizionale > L’impianto elettrico «punto a punto»7Il cablaggio tradizionaleDOMOTICA E BIO-EDILIZIA©Beet.itS.r.l.Unipersonale-AllRightsreservedNel cablaggio tradizionale, del tipo "punto a punto", ciascun componente è un’unitàautonoma che richiede collegamenti dedicati per l’alimentazione, il comando ed ilcontrollo. Questo comporta necessariamente un numero molto elevato di linee, inquanto ogni comando richiede una linea dedicata che dall’oggetto che comanda(interruttore) arrivi all’oggetto da comandare (lampadina).
  8. 8. Il cablaggio tradizionale > Pro e Contro8Il cablaggio tradizionaleDOMOTICA E BIO-EDILIZIA Eventuali estensioni o modifichedell’impianto richiedono sempre unintervento fisico sui circuiti elettrici einterventi strutturali. Non è possibile l’interazione“remota” con l’impianto. L’integrazione dei diversi impianti(illuminazione, climatizzazione,sorveglianza, ecc.) comportaun’elevata complessità circuitale. Costa poco.NegativePositive©Beet.itS.r.l.Unipersonale-AllRightsreservedUn impianto costa inmedia 15% in menorispetto ad un impiantodomotico base.
  9. 9. Il cablaggio domotico9DOMOTICA E BIO-EDILIZIA©Beet.itS.r.l.Unipersonale-AllRightsreserved
  10. 10. ©Beet.itS.r.l.Unipersonale-AllRightsreserved10TerminologiaDOMOTICA E BIO-EDILIZIADomotica è un neologismo che deriva dalfrancese "domotique", a sua voltacontrazione della parola latina "domus" e di"informatique/automatic".Con un’ottica funzionale, la domotica (osistema domotico) è l’insieme integrato diimpianti tecnologici che in una abitazione neottimizzano la gestione, migliorandone lasicurezza, il confort, e l’efficienzaenergetica.La Building Automation (Automazionedell’edificio) si occupa di applicazioni piùestese e complesse riguardante le funzionirelative agli impianti elettrici e tecnologici diun edificio nel contesto industriale eterziario.Il cablaggio domotico > Terminologia
  11. 11. Il cablaggio domotico > Differenza tra impianto «punto-punto» e impianto «bus»11Il cablaggio domotico©Beet.itS.r.l.Unipersonale-AllRightsreservedIn un componente di installazione tradizionale chicomanda e chi esegue (attuatore) tale comando sulcarico (lampadina) sono integrati nello stessocomponente e realizzati tramite una interruzione odeviazione di una linea di energia.Nella tecnologia domotica normalmente il comandoè separato funzionalmente dall’attuatore ed i duecomponenti si trasmettono le informazioniutilizzando una rete bus.Sulla linea di alimentazione, che opera a bassatensione, sono collegati in parallelo tutti i dispositivi.DOMOTICA E BIO-EDILIZIA
  12. 12. Il cablaggio domotico > Sistema a BUS (Binary Unit System) (dal latino omnibus = "per tutti")12ATTUATOREPOTENZA 220VATTUATOREBUSComponenti di potenza ingrado di inserire e/odisinserire un caricoalimentato a tensione direte (230/400 V ).Linea alimentata da rete SELV (Safety ExtraLow Voltage), che collega più dispositiviintelligenti, in grado di comunicare tra loro e disvolgere funzioni diverse..DISPOSITIVODI COMANDODISPOSITIVODI COMANDODISPOSITIVODI COMANDORaccolgono informazioni eimpartiscono comandi aidispositivi che realizzanol’interfaccia di potenza coni carichi.ALIMENTATORECavo contenente unacoppia di conduttoriintrecciati che trasferiscesia i segnali chel’alimentazione aidispositivi.©Beet.itS.r.l.Unipersonale-AllRightsreservedIl cablaggio domoticoDOMOTICA E BIO-EDILIZIA
  13. 13. 13 Maggior costo hardware rispetto alcablaggio tradizionale (dispositividomotici). Aumento della flessibilità escalabilità dell’impianto: Latopologia del BUS è libera: doveposso mi attacco. Integrare nuovi componenti ha uncosto molto basso. Aumento dell’affidabilità in quantonon è necessario un elementocentrale: ciascun dispositivo BUSdispone di una intelligenza propria.NegativePositive©Beet.itS.r.l.Unipersonale-AllRightsreservedIl cablaggio domoticoIl cablaggio domotico > Pro e contro del sistema a BUSUn impiato domotico basedi questa topologia costain media 15% in piùdell’impianto tradizionale.DOMOTICA E BIO-EDILIZIA
  14. 14. Il cablaggio domotico > Sistema a base PLC (Controllore Logico Programmabile)14ATTUATORESENSOREDISPOSITIVODI COMANDOCENTRALINA(PLC)SERVERPCDOMESTICOPC UFFICIOSMARTPHONEROUTERINTERNETPANNELLOTOUCHETHERNET INPUT ANALOG/DIGITALISERIALEMODEM GSMCARICOPOTENZAIl cablaggio domoticoL’attuatore permettel’integrazione con tuttigli altri impianti.DOMOTICA E BIO-EDILIZIA
  15. 15. 15 Costa di più del cablaggio domoticoa base BUS. Limpianto centralizzato deve essereconcepito in fase di progettazionedellabitazione. In caso di guasto del PLC si ha unainterruzione di tutto l’impianto. Il cablaggio di un quadro diautomazione diventa elementare inquanto basta portare ciascunsegnale individualmente sullamorsetteria del PLC. E’ semplice controllare eventualianomalie o scoprire guasti. E’ possibile, tramite il software diprogrammazione, modificare ilfunzionamento dell’automatismoanche mentre questo è in funzioneo con pause di pochi istanti.NegativePositive©Beet.itS.r.l.Unipersonale-AllRightsreservedIl cablaggio domoticoIl cablaggio domotico > Pro e contro del sistema a base PLCDOMOTICA E BIO-EDILIZIA
  16. 16. Il cablaggio domotico > Perché domotica fa rima con «bio-edilizia»16PLCINPUT DIGITALI/ANALOGICIOUTPUT DIGITALI/ANALOGICISafetyMinorinquinamentoelettromagneticoL’impianto domoticofunziona in bassatensione consentendouna riduzione delcablaggio di potenza conrelativo abbattimento deicampi elettromagnetici.Minor impattostrutturaleGrazie alla possibilità diutilizzare dispositivi wirelesso a BUS l’impatto strutturaledell’impianto (tracce) èminimo.Riduzione dei consumiLa casa intelligente consente diottimizzare in automatico iconsumi e concentrarli sui realiutilizzi senza sprechi, con unnotevole risparmio economico.Integrazione confonti rinnovabiliUn impianto domotico sisposa «naturalmente» conimpianti per la produzionedi energia rinnovabile.SafetyNegli interruttori non ho la tensione a 220 V.Il cablaggio domoticoDOMOTICA E BIO-EDILIZIA
  17. 17. 17©Beet.itS.r.l.Unipersonale-AllRightsreservedAnalisi economicaDOMOTICA E BIO-EDILIZIA
  18. 18. Analisi economica > Andamento del prezzo del gas naturale181. Fonte: Autorità per l’energia elettrica e il gas.Analisi economica©Beet.itS.r.l.Unipersonale-AllRightsreservedAndamento del prezzo del gas naturale per un consumatore domestico tipo nelperiodo 2009-oggi1.DOMOTICA E BIO-EDILIZIA
  19. 19. Analisi economica > Andamento del prezzo dell’energia elettrica191. Fonte: Autorità per l’energia elettrica e il gas.©Beet.itS.r.l.Unipersonale-AllRightsreservedAndamento del prezzo dell’energia elettrica per un consumatore domestico tipo nelperiodo 2004-oggi1.Analisi economicaDOMOTICA E BIO-EDILIZIA
  20. 20. Analisi economica > Confronto consumi per uso residenziale periodo 1990-20101201. Fonte: Elaborazione ENEA su dati MSE.©Beet.itS.r.l.Unipersonale-AllRightsreservedAnalisi economicaDOMOTICA E BIO-EDILIZIA
  21. 21. Analisi economica > Facciamo due conti211. Fonte: Univ. di Bremen – Germania e Conferenza KNX 2006 di Vienna, Conferenza KNX 2005 di Pisa©Beet.itS.r.l.Unipersonale-AllRightsreservedSecondo alcuni esperti del settore1 si possono raggiungere risparmi energeticisuperiori al 50% per quanto riguarda la termoregolazione degli impianti, eun ulteriore 30% di risparmio legato all’energia elettrica utilizzata perl’illuminazione. 0,19 € * 2.700 kW/anno * 69% = 353,97 €/Anno 353,97 €/Anno * 50% = 176,98 €/Anno 0,19 € * 2,700 kW/anno * 17% = 87,21 €/Anno 87,21 €/Anno * 30% = 26,163 €/Anno 176,98 €/Anno + 26,163 €/Anno = 203,143 €/AnnoConsiderando costo di un impianto base 2.300 €(15% in più rispetto ad un impianto tradizionale),l’investimento per la domotica rientra in 1,5 anni.Analisi economicaDOMOTICA E BIO-EDILIZIA
  22. 22. Il contesto legislativo22©Beet.itS.r.l.Unipersonale-AllRightsreservedDOMOTICA E BIO-EDILIZIA
  23. 23. Il contesto legislativo > Dal Protocollo di Kyoto in poi23Il contesto legislativo©Beet.itS.r.l.Unipersonale-AllRightsreserved19972020Protocollo di KyotoDirettiva 2002/91/CE200220062005del Parlamento Europeo e del Consiglio del 16 Dicembre 2002 sul rendimentoenergetico nell’edilizia “Energy Performance of Buildings (EPBD)”DL 192/2005Attua la direttiva europea.DL 311/2006Integra il DL192 e stabilisce l’obbligo dellacertificazione energetica anche per gli impianti.DOMOTICA E BIO-EDILIZIA
  24. 24. Il contesto normativo24©Beet.itS.r.l.Unipersonale-AllRightsreservedDOMOTICA E BIO-EDILIZIA
  25. 25. Il contesto normativo > NORME EN 5009025Il contesto normativo©Beet.itS.r.l.Unipersonale-AllRightsreservedHome and Building Electronic Systems (HBES)(Sistemi Elettronici per la Casa e gli Edifici.)La norma definisce HBES un sistemaelettrico/elettronico che ha come obiettivo quello dicontrollare e comandare, in maniera automatizzatao no, un insieme integrato di funzioni in edifici ad usoresidenziale (DOMOTICA), civile, terziario oindustriale (BUILDING AUTOMATION).Oltre ai requisiti necessari ai costruttori per lo sviluppodi sistemi e/o componenti conformi alla norma, le EN50090 stabiliscono anche i criteri necessari perprogettare, installare, verificare e collaudare unsistema HBES.DOMOTICA E BIO-EDILIZIA
  26. 26. Il contesto normativo > NORMA CEI EN 50090-2-2 (CEI 83-5)26©Beet.itS.r.l.Unipersonale-AllRightsreservedSistemi elettronici per la casa e ledificio (HBES)Parte 2-2: Panoramica di sistema - Requisiti tecnicigenerali.La presente Norma è la versione italiana della NormaEuropea Cenelec EN 50090-2-2 sui sistemi elettroniciper la casa e l’edificio (HBES).Essa definisce i requisiti tecnici generali per unsistema elettronico per abitazioni e edifici (HBES)basato sui sistemi SELV o PELV, riportando requisitiriferiti al cablaggio e alla topologia, alla sicurezzaelettrica e funzionale, alle condizioni ambientali, alcomportamento in caso di malfunzionamento e alleregole di installazione.Il contesto normativoDOMOTICA E BIO-EDILIZIA
  27. 27. Il contesto normativo > NORMA EN 1523227©Beet.itS.r.l.Unipersonale-AllRightsreservedEnergy performance of buildings - Impact of BuildingAutomation, Controls and Building Management.(Prestazione energetica degli edifici – Incidenza dell’automazione,della regolazione e della gestione tecnica degli edifici.)La norma è la base di partenza per l’implementazionedell’Efficienza Energetica Attiva negli Edifici econsente di calcolare/valutare risparmio energeticoconseguibile con la domotica e più in generale conl’automazione d’edificio. In particolare, questa normaintroduce una classificazione in 4 classi di efficienzaenergetica delle funzioni di controllo degli impiantitecnici degli edifici, nonché due metodi dicalcolo (uno dettagliato ed uno semplificato) perstimare l’impatto dei sistemi di automazione econtrollo sulle prestazioni energetiche degli edifici.BACS : “Building Automation andControl Systems” – Sistemi diautomazione e controllo degliedificiTBM : “Technical Home andBuilding Management” - Gestionetecnica dell’edificioIl contesto normativoDOMOTICA E BIO-EDILIZIA
  28. 28. Il contesto normativo > STANDARD UNI EN 1523228©Beet.itS.r.l.Unipersonale-AllRightsreservedClasse D “NON ENERGY EFFICIENT”: comprende gli impiantitecnici tradizionali e privi di automazione e controllo, non efficienti dalpunto di vista energetico;Classe C “STANDARD” (riferimento): corrisponde agli impianti dotatidi sistemi di automazione e controllo degli edifici (BACS)“tradizionali”, eventualmente dotati di BUS di comunicazione,comunque a livelli prestazionali minimi rispetto alle loro realipotenzialità;Classe B “ADVANCED”: comprende gli impianti dotati di un sistemadi automazione e controllo (BACS) avanzato e dotati anche di alcunefunzioni di gestione degli impianti tecnici di edificio (TBM) specificheper una gestione centralizzata e coordinata dei singoli impianti;Classe A “HIGH ENERGY PERFORMANCE”: corrisponde a sistemiBAC e TBM “ad alte prestazioni energetiche” cioè con livelli diprecisione e completezza del controllo automatico tali da garantireelevate prestazioni energetiche all’impianto.DCBAIl contesto normativoDOMOTICA E BIO-EDILIZIA
  29. 29. ContattiDOMOTICA E BIO-EDILIZIABeet.it S.r.l. UnipersonaleVia San Jacopo in Acquaviva n.97 - 57127 Livorno (LI)OFFICE +39 (0586) 81 06 26FAX +39 (0586) 81 06 26WEB http://www.beet.it

×