Your SlideShare is downloading. ×
Meno sale per guadagnare salute
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×

Saving this for later?

Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime - even offline.

Text the download link to your phone

Standard text messaging rates apply

Meno sale per guadagnare salute

917
views

Published on


0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
917
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
6
Actions
Shares
0
Downloads
7
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. MENO SALE, PER GUADAGNARE SALUTE Un impegno comune, ma senza rinuncesale 21x21 paziente ok foto new.indd 1 06/10/11 12.24
  • 2. sale 21x21 paziente ok foto new.indd 2 06/10/11 12.24
  • 3. MENO SALE, PER GUADAGNARE SALUTE Un impegno comune, ma senza rinuncesale 21x21 paziente ok foto new.indd 3 06/10/11 12.24
  • 4. Piramide della Dieta Mediterranea Uno stile alimentare moderno, gustoso e sano (Adattamento Barilla da Oldways Preservation and Exchange Trust)sale 21x21 paziente ok foto new.indd 4 06/10/11 12.24
  • 5. ALIMENTAZIONE E NUTRIZIONE: UNA STORIA DI IMPEGNO E PASSIONE Da oltre 130 anni Barilla è l’azienda familiare italiana L’impegno Barilla si esprime, dunque, oggi anche che interpreta l’alimentazione come un momento con- attraverso la diffusione della cultura del Modello viviale, ricco di gusto e di affetti, per aiutare le persone Alimentare Mediterraneo, come modello virtuoso e a vivere meglio. attuale per scegliere di mangiare ciò che fa bene a noi e al mondo in cui viviamo. Barilla è l’azienda che aiuta a preservare e migliora- re il benessere e la salute delle persone: • trasformando ingredienti di elevata qualità in prodotti alimentari buoni e salutari, che soddisfano le quotidiane esigenze di nutrizione di tutta la famiglia; • sviluppando i propri prodotti nel rispetto del Modello Alimentare Mediterraneo e della salvaguardia dell’ambiente. Crediamo fermamente che il duplice risultato di proteggere la salute delle persone e salvaguardare l’ambiente sia oggi raggiungibile: il Modello Alimen- tare Mediterraneo è il riferimento fondamentale per promuovere abitudini alimentari corrette e salutari e gli alimenti alla base di tale Modello sono anche quelli che determinano impatti ambientali minori.sale 21x21 paziente ok foto new.indd 5 06/10/11 12.24
  • 6. PERCHÉ È IMPORTANTE RIDURRE IL CONSUMO DI SALEsale 21x21 paziente ok foto new.indd 6 06/10/11 12.24
  • 7. Moderare il consumo quotidiano di sale ha un’influenza positiva sulla salute del cuore e della circolazione Il sale ci è necessario. Lo utilizziamo da secoli per Grafico 1 - Il sale consumato giornalmente (Europa e America insaporire e conservare gli alimenti ed è per il del Nord) proviene per:4 nostro organismo la principale fonte di sodio, 77% da alimenti lavorati o preparati in ristorante un elemento indispensabile alla vita, ma da non 13% aggiunto in cucina consumare in eccesso. Il sale è costituito al o a tavola 60% di cloro e al 40% di sodio. 10% presente in natura negli alimenti Le fonti di sodio nell’alimentazione, come mo- strato nel grafico 1, sono: i prodotti trasformati (artigianali e industriali), nonché quelli consumati fuori casa; il sale aggiunto nella cucina casalinga o a tavola; gli alimenti naturali (frutta, verdura, carne, ecc.). (INRAN) e la Società Italiana per la Nutrizione SALE: NE CONSUMIAMO TROPPO? Umana (SINU), assumiamo troppo sale.5,6 Stando alle statistiche, sia negli USA, sia in Eu- Dovremmo consumarne in tutto un cucchiaino ropa,1,2,3 il consumo di sale è troppo elevato e da tè al giorno (compreso quello già contenuto raggiunge (e in alcuni casi supera) i 9-10 grammi negli alimenti) e invece la nostra quota media al giorno.3 Anche in Italia, secondo l’Istituto Na- giornaliera raggiunge e talvolta supera i 10 gram- zionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione mi al giorno (1 cucchiaio da tavola colmo). 5sale 21x21 paziente ok foto new.indd 7 06/10/11 12.24
  • 8. PERCHÉ UN ECCESSO DI SALE È Quanto sale c’è in ciò che mangiamo? DANNOSO? (Tratto da INRAN. Tabelle di composizione degli alimenti) 7 Troppo sale può essere dannoso: Alimenti Quantità di sodio per gli effetti sull’ipertensione arteriosa; (mg/100g) per le conseguenze sulla mortalità per malattie Prosciutto crudo, disossato 2.238 cardiovascolari; Pecorino 1.800 per i possibili effetti sul cancro allo stomaco.8 Bresaola 1.597 Al contrario, ridurre il sale ha un’influenza positi- Salsa tomato ketchup 1.120 va documentata sulla pressione arteriosa, e quindi Patatine fritte, in busta 1.070 sulla salute del cuore, delle arterie e del cervello. Taleggio 873 Anche modeste riduzioni nell’apporto quotidiano Wurstel crudo 793 di sale sono in grado di fornire un importante be- Pizza con pomodoro 775 neficio in termini di costi sanitari e hanno un im- Pane di segale 580 patto positivo sulla salute della popolazione.9 Panini al latte 460 L’analisi di studi scientifici condotti nell’arco di oltre Emmenthal 450 quarant’anni su ben 177 mila persone di vari Paesi mostrano che 5 grammi in meno di sale al giorno Fagioli - Cannellini in scatola, scolati 431 comportano una riduzione del rischio relativo di Croissants 390 subire un infarto (-17%) o un ictus (-23%).10 Tonno, sott’olio, sgocciolato 316 Grafico 2 - Stima degli effetti della riduzione del sale Uova di gallina intere 137 Salmone fresco 98 -23% r rischio ictus Vegetali misti, surgelati: piselli, mais, 59 carote, fagioli Yogurt da latte, intero 48 -5 g sale/giorno Cicoria da taglio 7 Pomodori da insalata 3 -17% Banane 1 ri rischio infarto Mele fresche (Renette) tracce Elaborazione da Strazzullo et al. 2009 6sale 21x21 paziente ok foto new.indd 8 06/10/11 12.24
  • 9. IL PROGRAMMA “GUADAGNARE SALUTE”sale 21x21 paziente ok foto new.indd 9 06/10/11 12.24
  • 10. Riduzione del sale negli re progressivamente il contenuto di sale aggiunto nei prodotti.11 alimenti: un obiettivo strategico in Italia e La maggior parte dell’apporto di sale con l’alimen- nel mondo tazione non deriva dall’aggiunta di sale in cucina o a tavola ma dal cibo preparato industrialmente e da quello consumato fuori casa, come mostrato nel grafico 1.4 Dal 2009 l’Europa ha aderito alle raccomanda- zioni dell’Organizzazione Mondiale della Sanità In un Paese come l’Italia, pane e pizza (ma an- (OMS) per la riduzione del consumo di sale negli che insaccati e formaggi) sono in “pole position” alimenti. L’Italia ha aderito a tale raccomandazio- nella classifica del consumo. Dunque, ridurre la ne con il Programma “Guadagnare Salute - Ren- quantità di sale nella preparazione, per esempio dere facili le scelte salutari” del Ministero per la del pane, può dare un contributo importante alla Salute, che, tra le altre cose, incoraggia i produt- salute e al benessere. Senza costringerci a ecces- tori primari e l’industria di trasformazione a ridur- sive privazioni. Cinque anni decisivi per la salute 2006 L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) raccomanda una riduzione del consumo giornaliero di sale in considerazione del suo impatto sulla salute.3 2007 L’Unione Europea inserisce una raccomandazione di ugual segno nel suo Libro Bianco “Strategia per l’Europa sui problemi della salute legati a nutrizione, sovrappeso e obesità”.2 2008 Negli USA, viene lanciato il National Salt Reduction Initiative (NSRI) sul modello britannico, in risposta al persistente eccessivo consumo di sale.3 2009 Anche l’Europa adotta la piattaforma “National Salt Reduction Initiative”, destinata a sostenere le iniziative volte alla riduzione del consumo di sale, agendo, tra l’altro, su 12 categorie di alimenti lavorati tra cui il pane.2 2010 Il Consiglio d‘Europa raccomanda in via ufficiale il perseguimento del suddetto obiettivo.12 Il Ministero della Salute italiano vara il Programma “Guadagnare salute - Rendere facili le scelte salutari”.11 8sale 21x21 paziente ok foto new.indd 10 06/10/11 12.24
  • 11. L’IMPEGNO DI BARILLA Lavorando su oltre 100 BARILLA ADERISCE AL PROGRAMMA “GUADAGNARE SALUTE” prodotti, l’azienda ridurrà In sintonia con il proprio impegno di assumere il dell’11% il sale utilizzato Modello Alimentare Mediterraneo come punto di nella lavorazione entro riferimento culturale e nutrizionale, Barilla si è il 2011 data linee guida nutrizionali proprie per lo svi- luppo di nuovi prodotti. Si tratta di limiti relativi al contenuto di sale, grassi, fibra e zuccheri, ispirati alle linee guida internazionali e alle più consolidate 9sale 21x21 paziente ok foto new.indd 11 06/10/11 12.24
  • 12. La strategia Barilla per la riduzione del sale nei suoi prodotti • Ridurre il sale poco alla volta per aiutare le persone ad abituare il proprio gusto; • Ribilanciare il profilo aromatico del prodotto; • Utilizzare proporzioni diverse degli ingredienti caratterizzanti. ricerche scientifiche. Riguardo al sale, l’adesione al tonnellate di sale (pari all’11% del sale utilizzato programma “Guadagnare Salute” ha permesso di dall’azienda), effettuando le principali riduzioni in realizzare in tempi brevi una significativa riduzione pani morbidi, panetti croccanti, fette biscottate e del contenuto di sale in alcune categorie di prodotti sughi pronti. Una parte dei prodotti di queste cate- commercializzati in Italia e in Europa. gorie non ha avuto bisogno di interventi di riformu- In particolare, entro il 2011, l’azienda, lavorando su lazione, perchè già adeguata ai livelli di sale definiti oltre 100 prodotti, toglierà globalmente più di 600 come obiettivo. Meno sale già dal 2011: Gruppi di prodotti Riduzione media del sale nei prodotti soggetti a riformulazione (valori medi con ampie variazioni nella categoria) Pani soffici Mulino Bianco - 17% Pani soffici Harry’s - 13% Crispbread Wasa - 19% Sostituti secchi del pane Mulino Bianco e Pavesi - 20% Sughi base pomodoro Barilla - 23% Pasta ripiena Barilla - 23% Per maggiori informazioni sui prodotti contattare il servizio consumatori al numero verde 800-862323 10 www.gruppobarilla.itsale 21x21 paziente ok foto new.indd 12 06/10/11 12.24
  • 13. 11sale 21x21 paziente ok foto new.indd 13 06/10/11 12.24
  • 14. COME RIDURRE IL SALE SENZA INUTILI SACRIFICIsale 21x21 paziente ok foto new.indd 14 06/10/11 12.24
  • 15. Ridurre o moderare Decalogo per ridurre il consumo il consumo di sale è di sale (elaborazione da Linee Guida una nostra responsabilità: dell’Istituto Nazionale di Ricerca non è così difficile come per gli Alimenti e la Nutrizione):7 può sembrare 1 Sia a tavola sia in cucina, diminuire la quantità di sale in modo graduale 2 Evitare di mettere la saliera a tavola e limitare il sale utilizzato per cucinare e per condire Oltre all’importante aiuto che viene da Barilla e 3 Non aggiungere sale nelle pappe dei bambini, almeno per tutto il primo anno 4 da “Guadagnare Salute”, ciascuno di noi può fare di vita. Limitare l’uso di condimenti alter- qualcosa per la propria salute. Senza inutili sacri- nativi contenenti sodio fici e utilizzando un approccio “morbido”, perché Ricordarsi che il sale risveglia il gusto ed è indispensabile in cucina, ma che alcuni 5 non è facile cambiare abitudini da un giorno cibi non hanno bisogno di sale per essere all’altro. Ridurre la quantità di sale nella nostra buoni alimentazione non è così difficile come può sem- Consumare verdure crude o surgelate 6 piuttosto che in scatola brare. Limitare il consumo di alimenti a maggio- re contenuto di sale e abituarsi a scegliere 7 QUALCHE TRUCCO IN CUCINA le alternative meno salate, leggendo l’etichetta nutrizionale dei prodotti Un battuto di erbe aromatiche in succo di limone (o aceto) Anche al ristorante, raccomandarsi 8 per marinare i cibi da arrostire che le portate siano poco salate Peperoncino a fine cottura per esaltare il sapore della pasta Fare uso di spezie, erbe aromatiche, succo di limone e aceto per “ingannare” il palato 9 o di verdure saltate Un “mazzetto” di carota, sedano e cipolla nell’acqua per i Bere soltanto acqua per reintegrare i liquidi perduti con l’attività fisica cibi lessati 10 Avvicinare il più possibile il proprio stile di Una spolverata di noce moscata per patate o cavolfiore alimentazione al Modello Mediterraneo che, essendo basato sul consumo di cibi Salvia, alloro, bacche di ginepro e aglio per gli arrosti freschi e minimamente trasformati, è naturalmente poco ricco di sale 13sale 21x21 paziente ok foto new.indd 15 06/10/11 12.24
  • 16. RIFERIMENTI E FONTI 1. Bernstein AM, Willett WC. Am J Clin Nutr 2010;92(5):1172-80. 2. UE - European Commission Public Health. National Salt Initiatives. June 2009. 3. WHO - World Health Organization. Creating an enabling environment for population-based salt reduction strategies. July 2010. 4. Brown IJ, Tzoulaki I, Candeias V, Elliott P. Int J Epidemiol 2009;38(3):791-813. 5. INRAN. Il sale? Meglio poco. Linea Guida n.6. http://www.inran.it/fi les/download/linee_guida/lineeguida_06.pdf 6. SINU Società Italiana di Nutrizione Umana. LARN Minerali. http://www.sinu.it/larn/mineral1.asp#SODIO 7. INRAN. Tabelle di composizione degli alimenti. http://www.inran.it/646/tabelle_di_composizione_degli_alimenti.html 8. World Health Organization. Diet, nutrition and the prevention of chronic diseases. Report of a Joint WHO/FAO Expert Consultation. WHO Technical Report Series, No. 916. Geneva World Health Organization 2003. 9. Bibbins-Domingo K, Chertow GM, Coxson PG et al. N Engl J Med 2010;362(7):519. 10. Strazzullo P, D’Elia L, Kandala N - B, Cappuccio FP. BMJ 2009;339:b4567. 11. Ministero per la Salute. Poco sale per… guadagnare salute. http://www.salute.gov.it/imgs/C_17_pubblicazioni_605_allegato.pdf 12. Heart Wire. Réduction du sel alimentaire: les Européens passent aux actes. The Heart.org 2010. http://www.theheart.org/article/1107511.doc 14sale 21x21 paziente ok foto new.indd 16 06/10/11 12.24
  • 17. sale 21x21 paziente ok foto new.indd 17 06/10/11 12.24
  • 18. sale 21x21 paziente ok foto new.indd 18 06/10/11 12.24
  • 19. sale 21x21 paziente ok foto new.indd 19 06/10/11 12.24
  • 20. sale 21x21 paziente ok foto new.indd 20 06/10/11 12.24