Presentazione dei risultati del bilancio 2012

636 views
547 views

Published on

L'anno migliore per i 3 pilastri di Banca IFIS: redditività, liquidità, patrimonio. Proposto all’Assemblea un dividendo di 0,37 euro per azione.
“Per Banca IFIS il 2012 è stato un anno di miglioramento dimensionale ed organizzativo molto importante. La redditività è stata eccellente in presenza di una liquidità abbondante sostenuta da una dotazione patrimoniale crescente e sempre adeguata” commenta il Presidente, Sebastien von Furstenberg. “L’anno alle spalle è da ricordare soprattutto per ciò che il Gruppo ha progettato e realizzato, per le idee e le scelte corrette che ha saputo elaborare in risposta al deterioramento dell’economia, per la capacità delle persone che hanno profuso energia e professionalità, intelligenza e volontà.”

Published in: Economy & Finance
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
636
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
111
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Presentazione dei risultati del bilancio 2012

  1. 1. GRUPPO BANCA IFIS : RISULTATI 2012 1
  2. 2. I RISULTATI IN BREVE(Valori in milioni di Euro) Utile netto 78,1 (26,5 in 2011) +194,2% Patrimonio 309,0 (196,3 in 2011) +57,4% Raccolta 7.676,3 (3.659,0 in 2011) +109,8% KPI DI GRUPPO 2012 2011 ROE 35,6% 12,6% Costo della qualità creditizia 3,0% 1,9% Cost/income ratio 27,9% 39,1% Solvency 12,7% 10,8% Core Tier 1 12,9% 11,2% Book value per share 5,77 3,72 EPS 1,46 0,51 2
  3. 3. MARGINE DI INTERMEDIAZIONE(Valori in milioni di Euro) Settore crediti commerciali Clienti +20% Turnover 4.941,5 +6,4% 244,9 (121,5 in 2011) Focus su micro imprese +101,7% Var % 2012 / 2011 KPI Crediti Commerciali 2012 2011 MdI/Turnover 2,3% 1,6% * NPL 2011 dall’ 1/7 Cred. Cred. NPL* G&S Comm. Fisc. Breakdown MDI 2012 2011 73,8 8,6 2,7 36,3 2012 114,3 18,6 3,8 108,3 G&S Var. 40,4 10,0 1,1 72,0 47% 44% Cred. Fisc. NPL Var. % 54,8% 116,0% 39,7% 198,3% Cred.Comm.IV Q 2012 35,2 5,4 1,7 35,0 8% 1%Var.% IV Q 12/11 47,7% 13,6% -17,2% 398,5% 3
  4. 4. RISULTATO NETTO DELLA GESTIONE FINANZIARIA(Valori in milioni di Euro) Rettifiche di valore Pari a 53,7 vs 32,1 nel 2011 (4° trimestre 26,2 in 2012 vs 13,2 191,2 (89,3 in 2011) in 2011) +114,0% Var. % 2012 / 2011 KPI Gruppo 2012 2011 Costo della qualità 3,0% 1,9% creditizia Cred. Cred. * NPL 2011 dall’ 1/7 NPL* G&S Comm. Fisc. 2011 43,3 8,0 1,7 36,3 Costo della qualità creditizia 4% 2012 69,2 16,6 3,5 101,9 3% Var. 25,9 8,6 1,8 65,6 3% 2% Var. % 59,7% 107,5% 108,0% 180,6% 2% 1%IV Q 2012 14,8 3,6 1,5 31,2 1%Var.% IV Q 12/11 27,1% -25,1% 52,9% 344,8% 0% 2009 2010 2011 2012 4
  5. 5. UTILE NETTO(Valori in milioni di Euro) KPI Gruppo 2012 2011 Costo della 78,1 3,0% 1,9% qualità creditizia (26,5 in 2011) Cost/income ratio 27,9% 39,1% +194,2% Var. % 2012 / 2011 Tax Rate 36,4% 36,6% 244,9 53,7 KPI settore crediti 2012 2011 68,4 commerciali MDI/Impieghi 6,4% 4,8% 44,7 Rettifiche/Impieghi 2,5% 2,0% 78,1 MDI rettifiche di costi imposte UTILE valore operativi 5
  6. 6. STATO PATRIMONIALE - IMPIEGHI(Valori in milioni di Euro)crediti verso la clientela di cui 104,0 NPL Totale attivo2.292,3 +33,1% 83,2 Cred. Var.% 2012 / 2011 Fisc. 8.124,1altre attività finanziarie (AFS + HTM + L&R)5.140,1 Portafoglio Titoli di Stato Italia 7% 2% 5.008,2 28% 63%crediti verso le banche Attività finanziarie545,5 +72,7% Crediti verso clientela Crediti verso Var.% 2012 / 2011 Banche Altre attività 6
  7. 7. QUALITA’ DEL CREDITO(Valori in milioni di Euro) Discontinuità:crediti verso la clientela da 1/1/2012 max 90gg non più 180gg per definire2.292,3 +33,1% scadute le esposizioni Var.% 2012 / 2011 Incidenza attività deteriorate/ totale crediti netti: Attività deteriorate 19,2% vs 16,1% (20,5% a 440 450 criteri omogenei) 400 350 Incidenza sofferenze/ totale 300 279 crediti netti: 250 204 5,0% vs 4,3% 200 158 150 115 113 100 74 Incidenza incagli / totale 42 50 4 8 crediti netti 0 8,9% vs 9,2% Sofferenze Incagli Ristrutturate Scadute Totale 31/12/2011 31/12/2012 7
  8. 8. PORTAFOGLIO TITOLI DI DEBITO(Valori in milioni di Euro) fino a 3 da 3 mesi da 6 mesi da 1 anno da 2 anni Totale mesi a 6 mesi a 1 anno a 2 anni a 5 anni Totale 204,4 553,6 1.068,6 1.902,4 1.411,2 5.140,1 % sul totale 4,0% 10,8% 20,8% 36,9% 27,5% 100,0% Composizione 31.12.2012 31.12.2011 Var.% Attività finanziarie disponibili per la vendita 1.961,6 1.670,9 17,4% Attività finanziarie detenute sino a scadenza 3.120,4 - n.a Crediti verso banche - titoli obbligazionari 58,1 110,8 -47,5% Attività finanziarie detenute per la negoziazione - 0,2 n.s. Totale titoli in portafoglio 5.140,1 1.781,9 188,5% 8
  9. 9. STATO PATRIMONIALE - RACCOLTA(Valori in milioni di Euro)rendimax conto deposito Totale della3.046,2 +95,8% raccolta Var. % 2012/ 2011 7.676,3 +109,8% Var.% 2012/2011raccolta wholesale557,3 debiti vs banche -72,2% Var.% 2012 / 2011raccolta wholesale 40% 60%4.039,3 PCTcon sottostante Titoli di Stato e controparte Cassa di RetailCompensazione e Garanzia Wholesale 9
  10. 10. GRUPPO BANCA IFIS: DINAMICHE DEL PATRIMONIO(Valori in milioni di Euro) PATRIMONIO NETTO: VARIAZIONI Patrimonio netto al 31.12.2011 196,3 Incrementi: 130,4 Utile del periodo 78,1 Vendita/attribuzione propri strumenti 7,7 Variazione riserva da valutazione: 44,6 - titoli AFS 42,2 - differenze di cambio 2,4 Decrementi: (17,7) Dividendi distribuiti (13,4) Acquisto propri strumenti (4,2) Patrimonio netto al 31.12.2012 309,0 10
  11. 11. GRUPPO BANCA IFIS: SOMMARIO• Salto dimensionale della Banca.• Rafforzati tutti e 3 i pilastri della Banca: redditività, liquidità, patrimonio.• Ottima capacità di reazione al deterioramento del contesto economico.• Dimensione significativa del portafoglio titoli.• Eccellente andamento del conto deposito rendimax. 11
  12. 12. GRUPPO BANCA IFIS: PROSPETTIVE 2013• Positivo trend dell’operatività a favore delle imprese: obiettivo crescere rapidamente tra i primi cinque player del mercato nazionale.• Alta attenzione verso la qualità del credito.• Capacità di creare buoni margini grazie alla alta flessibilità del modello di business .• Divisione NPL: nuovi strumenti e processi e ricerca di soluzioni sostenibili per le famiglie debitrici. 12

×