ISNART - Venezia 30 Ottobre 2012 - Cinzia Fiore - Lezione di Turismo BTO Educational

  • 1,037 views
Uploaded on

Rewind: …

Rewind:
http://www.btoeducational.it/calendario/venezia/

Day TWO di Veneto for you
Il workshop di Buy Veneto
Seminario sul Turismo 2.0
Lezione di Turismo di BTO Educational
Hilton Molino Stucky, Giudecca 810 a Venezia
dalle 10.00 [circa] alle 17.00 [circa] con lunch break
Martedì 30 Ottobre 2012

More in: Education
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
No Downloads

Views

Total Views
1,037
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
4

Actions

Shares
Downloads
27
Comments
0
Likes
1

Embeds 0

No embeds

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. Andamenti e strategie delle imprese ricettive in Italia a cura di Cinzia Fiore Istituto Nazionale Ricerche Turistiche Venezia, 30 Ottobre 2012
  • 2. Occupazione camere nelle strutture ricettiveLa grave crisi economica, unita ad una crescente instabilità degli eventi meteorologici, costringe gli imprenditori adover “far quadrare” i conti annuali nei pochi mesi estivi.Gli alberghi sembravano aver inaugurato un 2011 all’insegna del recupero, ma l’autunno ha lanciato segnali diallarme che ancora oggi faticano a spegnersi.Diversamente, il comparto extra-alberghiero, pur manifestando una fragilità stagionale più marcata, è sembratameglio in grado contenere le contrazioni di vendita, tanto che a luglio e agosto di quest’anno ha fatto registrare unaperformance superiore rispetto agli hotel. www.isnart.it
  • 3. Occupazione camere nelle strutture ricettive per area-prodottoLe città, grazie all’immenso patrimonio artistico e al contributo del business, si confermano il prodotto piùcapace di contrastare gli effetti della stagionalità.Ciononostante, il 2011 ha riportato in auge prodotti meno di punta per il turismo italiano, come le terme e illago. Quest’ultimo, in particolare nel periodo estivo, è riuscito ad eguagliare i livelli di occupazione del prodottomare. www.isnart.it
  • 4. L’andamento dei prezziIn tendenziale crescita dal 2009 ad oggi, la variabile prezzo rappresenta una discriminante forte tra compartoalberghiero ed extra-alberghiero, non tanto in termini assoluti, quanto nel suo utilizzo come leva strategica dioccupazione. Complici il diverso ricorso alle politiche di revenue management e il numero delle camere da piazzaresul mercato. www.isnart.it
  • 5. La variazione dei prezziDopo la politica al rialzo del 2011, nei primi nove mesi del 2012 gli alberghi si sono orientati verso azioni cheli aiutassero a mantenere il livello dei prezzi praticati senza particolari oscillazioni.Inversamente, agriturismi e b&b stanno tentando di recuperare dopo l’abbassamento delle tariffe che li havisti coinvolti nell’inverno dello scorso anno. www.isnart.it
  • 6. L’andamento dei prezzi negli alberghiLa propensione ad utilizzare il prezzo in maniera flessibile cresce con il crescere del numero di stelle econ la diversificazione degli strumenti di promo-commercializzazione. www.isnart.it
  • 7. La variazione dei prezzi negli alberghi www.isnart.it
  • 8. Le strategie delle imprese * Anno 2011 La presenza in rete continua a crescere, ma le imprese devono ancora compiere il grande salto verso le logiche del web 2.0. Più marcati taluni fabbisogni formativi tra le strutture extra-alberghiere.Fonte: Osservatorio Nazionale del Turismo - dati Unioncamere www.isnart.it
  • 9. La prenotazione on-line Media annua Strutture Strutture extra- alberghiere alberghiere 2010 34,6 35,8 2011 39,8 42,1 In costante crescita la propensione dei turisti a prenotare on-line, tanto che nel primo trimestre del 2012 più del 60% della clientela delle strutture ricettive è arrivata dal web. A fronte dei mutati comportamenti di acquisto della domanda, le prenotazioni on-line incidono maggiormente nei periodi di bassa stagione.Fonte: Osservatorio Nazionale del Turismo - dati Unioncamere www.isnart.it
  • 10. I grandi portali Media annua Strutture Strutture extra- alberghiere alberghiere 2010 7,3 6,0 2011 9,6 7,4 Visibilità, credibilità ed engagement assicurano alle OTA un potere di mercato in costante crescita. Più marcata la loro capacità di posizionare sul mercato la disponibilità alberghiera rispetto a quella extra-alberghiera.Fonte: Osservatorio Nazionale del Turismo - dati Unioncamere www.isnart.it
  • 11. Le performance delle imprese che permettono il booking-on lineLe imprese alberghiere che offrono ai clienti l’opportunità di prenotare on-line riescono più facilmente araggiungere tassi di occupazione superiori alla metà delle camere disponibili, con un vantaggio chearriva a supera i 14 punti percentuali nei mesi di maggio e settembre.Nel caso delle strutture complementari i benefici risultano meno marcati, pur decisivi per tutta laseconda metà del 2011. www.isnart.it
  • 12. L’intermediazione Media annua Strutture Strutture extra- alberghiere alberghiere 2010 41,7 20,6 2011 43,8 26,5 Nel tentativo di scongiurare gli effetti della crisi e assicurarsi un maggiore livello di competitività, crescono in maniera decisiva anche gli accordi lungo la filiera. L’adozione di logiche di più lungo periodo si rivela, però, più frequente tra gli alberghi, anche a fronte di una disponibilità di camere più facilmente adattabile alla costruzione di pacchetti standardizzati.Fonte: Osservatorio Nazionale del Turismo - dati Unioncamere www.isnart.it
  • 13. I turisti che ricorrono all’intermediazione Media annua Strutture Strutture extra- alberghiere alberghiere 2010 13,6 6,5 2011 14,7 8,8 TO e AdV continuano a rappresentare per la clientela un canale importante. Nei primi nove mesi del 2012, anche a fronte di un atteggiamento più “social” e di politiche di vendita più aggressive, gli attori dell’intermediazione tradizionale hanno sperimentato un’accresciuta capacità di veicolare verso le imprese alberghiere, in primis quelle alberghiere, quote consistenti di domanda (e superiori a quelle che transitano per le OTA).Fonte: Osservatorio Nazionale del Turismo - dati Unioncamere www.isnart.it
  • 14. Le performance delle imprese che ricorrono all’intermediazione Nel corso del 2011 tutte le imprese, sia quelle alberghiere sia quelle extra-alberghiere, hanno tratto vantaggi dal ricorso al circuito dell’intermediazione, con gap positivi che arrivano a sfiorare quasi 20 punti percentuali.Fonte: Osservatorio Nazionale del Turismo - dati Unioncamere www.isnart.it
  • 15. Le principali motivazioni di soggiorno ITALIA - Anno 2011 o relax (28,4%) o contatto con la natura (24,5%) o posti mai visti (18,5%) o patrimonio artistico monumentale (17,5%) o sport (16,7%) o divertimenti (13,3%)Comparto alberghiero o prezzi convenienti (10,1%) o eventi culturali (9,7%) o lavoro (8,4%) o shopping (7,8%) o interessi enogastronomici (6,3%) o contatto con la natura (33,1%) o posti mai visti (25,4%) o relax (23,6%) o divertimenti (17,1%) o vicinanza (10,8%) Comparto o patrimonio artistico monumentale (9,6%) extra- alberghiero o località esclusiva (8,9%) o facile raggiungibilità (8,3%) o sport (8,1%) o avventura (8 %) o interessi enogastronomici (6,0%) o usi e costumi locali (5,8%) www.isnart.it
  • 16. I canali che influenzano la scelta del soggiorno ITALIA - Anno 2011 o passaparola (37,9%) o Internet (31,3%)  informazioni (20,7%) Comparto alberghiero  offerte (12,3%)  social network (3,6%) o esperienze personali (26,8%) o Internet (39,1%)  informazioni (28%) Comparto  offerte (14,3%)extra- alberghiero  social network (3,7%) o passaparola (33,6%) o esperienze personali (23%) www.isnart.it
  • 17. VENEZIA: le principali motivazioni di soggiornoCittà di Venezia: Motivazione principale del soggiornopossibili più risposte, % calcolata sul totale turistiAnno 2011 TotaleRicchezza del patrimonio artistico/monumentale 38,6Facilità di raggiungimento buoni collegamenti 25,8Per il gusto dellavventura 20,4Posto ideale per riposarsi 18,8Per i divertimenti che offre 18,1Interessi enogastronomici 13,8Shopping 13,3Prezzi convenienti 13,3Studio 13,0Decisione altrui 12,2Bellezze naturali del luogo 11,7Viaggio di nozze 10,4Il desiderio di vedere un posto mai visto 10,3Per la vicinanza 8,2Località esclusiva 8,1Per assistere a eventi culturali 7,8Abbiamo la casa in questa località 7,5Per conoscere usi e costumi della popolazione locale 6,0Per la vicinanza ad un nodo di interscambio 5,8Posto adatto per bambini piccoli 5,7Ho i parenti/amici che mi ospitano 3,5Partecipare a eventi folkloristici della cultura locale 2,4Per la vicinanza rispetto allorigine del viaggio 2,3Praticare sport 1,9Motivi di lavoro 1,4 www.isnart.itFonte: Osservatorio Nazionale del Turismo - dati Unioncamere
  • 18. VENEZIA: i canali che influenzano la scelta del soggiornoCittà di Venezia: Canali di comunicazione che influenzano la scelta del soggiornopossibili più risposte, % calcolata sul totale turistiAnno 2011 TotaleC’ero già stato/esperienza personale 32,8Internet 24,3 Informazioni su Internet 17,1 Offerte su Internet 7,2 Social network 1,2Consiglio/Racconti di amici/parenti/ familiari 22,4Non ho scelto io/hanno deciso altri 20,6Guide turistiche 8,5Cataloghi/Depliant di agenzie di viaggi 7,3Abbiamo la casa in questa località 7,2Mostre/Convegni/Fiere 6,1Film/Documentari 4,0Libri/Testi (non di turismo) 3,9Richiesto dai figli fino a 14 anni 2,3Consiglio dell’agenzia di viaggi 1,6Articoli/redazionali su periodici/Quotidiani 1,6Motivi di lavoro 1,2Attrazioni / eventi culturali 1,0Altro 13,6Fonte: Osservatorio Nazionale del Turismo - dati Unioncamere www.isnart.it
  • 19. La crisi economica ha influenzato negativamente il suo modo di fare vacanza?Giugno 2012 (%)No 23,0%Sì, viaggio di meno 32,4%Sì, ho scelto/sceglierò destinazioni più convenienti (costo dell’alloggio) 13,6%Si, non ho fatto e non farò viaggi nel 2012 13,2%Sì, preferisco farmi ospitare da amici e parenti per risparmiare sull’alloggio 5,8%Sì, ho scelto/sceglierò destinazioni più convenienti (costo del viaggio) 4,7% www.isnart.it
  • 20. Grazie per l’attenzione c.fiore@isnart.it www.isnart.it www.isnart.it