INTERNET BETTER TUSCANY - 5 Maggio 2011
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

INTERNET BETTER TUSCANY - 5 Maggio 2011

on

  • 3,695 views

Internet Better Tuscany “VoglioVivereCosì” ...

Internet Better Tuscany “VoglioVivereCosì”
Firenze, Auditorium Sant’Apollonia 5 Maggio 2011


Un evento organizzato da Fondazione Sistema Toscana e Regione Toscana, con il contributo di BTO Educational

Le metriche sono in generale definite come metodi di misurazione delle caratteristiche dei prodotti e dei processi di sviluppo.

Poter misurare significa poter controllare, verificare, consuntivare, stimare, decidere.

Chi conta, conosce.
Chi non conosce non conta

Con l’occasione della presentazione delle attività di marketing territoriale a sostegno della Toscana, Internet Better Tuscany del 5 Maggio si trasforma in qualcosa di più, un appuntamento su non solo su cosa è stato fatto, ma soprattutto su cosa è in programma, con un’analisi dei risultati ottenuti e quelli attesi nel futuro, una mattinata che ha connesso le persone e offerto spunti di riflessione.

Al centro di tutto il kpi della Campagna VoglioVivereCosì di Regione Toscana, una scusa per parlare di competitività di una destinazione, di attrattività, di ecosistema.

www.toscanalab.it
www.turismo.intoscana.it
www.fondazionesistematoscana.it
www.btoeducational.it

Statistics

Views

Total Views
3,695
Views on SlideShare
3,689
Embed Views
6

Actions

Likes
2
Downloads
42
Comments
0

1 Embed 6

url_unknown 6

Accessibility

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

CC Attribution License

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    INTERNET BETTER TUSCANY - 5 Maggio 2011 INTERNET BETTER TUSCANY - 5 Maggio 2011 Document Transcript

    • 2011 Internet Better Tuscany “VoglioVivereCosì” Firenze, Auditorium Sant’Apollonia 5 Maggio 2011 Un report BTO Educational Versione 1.2 del 12 Luglio 2011
    • Sommario Diffusione dell’innovazione ............................................................................................................................... 3 Crossing the Chasm ........................................................................................................................................... 4 Risorse sulla Teoria Diffusione dell’Innovazione ........................................................................................... 5 Un post sul tema del Tagliaerbe “Sii un innovatore (o almeno un early-adopter)” ...................................... 5 Un articolo del 2009 di Les Robinson su SlideShare di BTO Educational ...................................................... 5 Ecosistema [I] .................................................................................................................................................... 6 Ecosistema [II] ................................................................................................................................................... 7 ToscanaLab e il mantra Internet Better Life ...................................................................................................... 8 ToscanaLab .................................................................................................................................................... 9 Risorse su ToscanaLab ................................................................................................................................. 10 Url .................................................................................................................................................................... 11 Internet Better Tuscany ................................................................................................................................... 11 Internet Better Tuscany, Il programma ........................................................................................................... 12 Il set Internet Better Tourism su Flickr di BTO Educational............................................................................. 131 Alcuni dati turistici e risorse sulla programmazione di Regione Toscana ....................................................... 14 I risultati della Campagna VoglioVivereCosì .................................................................................................... 15 Risorse su Cristina Scaletti e il turismo in Toscana ...................................................................................... 17 Qualche tabella riferita al periodo 2007 - 2010 .......................................................................................... 17 Arrivi e presenze in Toscana, totali ......................................................................................................... 17 Presenze in Toscana, italiani e stranieri .................................................................................................. 18 Prodotti Turistici, Toscana ....................................................................................................................... 18 Comunicazione e Promozione nel nuovo sistema di governance turistica regionale ..................................... 19 Risorse su Alberto Peruzzini e il turismo in Toscana ................................................................................... 20 Evoluzione della percezione del brand Toscana.............................................................................................. 21 Risorse su Monica Fabris ............................................................................................................................. 24 La Toscana attraverso i motori di ricerca, prima e dopo "VoglioVivereCosì": keyword, search, volumi di ricerca .............................................................................................................................................................. 25 I contatti di Alessandra Alari........................................................................................................................ 28 "VoglioVivere Così": booking e nuove partnership con il mondo digitale ...................................................... 29 Risorse su Federico Picardi .......................................................................................................................... 31 La percezione della Toscana sui Social Media prima e dopo la campagna: buzz e reputation ....................... 32 Internet Better Tuscany è un progetto Un evento Un report
    • Risorse su H-art............................................................................................................................................ 34 “VoglioVivereCosì”: Tuscany goes mobile!...................................................................................................... 35 Risorse su Mirko Lalli ................................................................................................................................... 37 Internet Better Tuscany [?] Metriche di un sogno .......................................................................................... 38 Risorse su BTO Educational ......................................................................................................................... 40 La Toscana in rete: Check up Trivago! ............................................................................................................. 41 Risorse su Giulia Eremita ............................................................................................................................. 42 “VoglioVivereCosì” sul network Expedia ......................................................................................................... 43 I contatti ...................................................................................................................................................... 45 Metriche, risorse e tendenze da operatori di mercato ................................................................................... 46 Risorse su Centro Studi Turistici di Firenze ................................................................................................. 47 Tuscany on Zoover........................................................................................................................................... 48 Risorse su Michele Aggiato .......................................................................................................................... 49 Costruire una ApT 2.0: lo strano caso Maremma............................................................................................ 50 Risorse sull’ApT 2.0 della Maremma ........................................................................................................... 51 Strategie per il futuro del Turismo in Toscana ................................................................................................ 522 Risorse su Cristina Scaletti ........................................................................................................................... 55 Risorse su NECSTouR ....................................................................................................................................... 55 Internet Better Tuscany è un progetto Un evento Un report
    • Diffusione dell’innovazione E’ dalla fine dell’800 che il tema della diffusione dell’innovazione viene studiato. Molto tempo dopo, nel 1962, arriva un libro di Everett M. Rogers dal titolo Diffusion of Innovations, dove l’autore mette molto bene a fuoco chi sono gli attori del percorso di Diffusione dell’Innovazione, insomma è il primo a formulare una teoria.3 Rogers ragiona su quali soggetti si deve concentrare l’engagement verso l’utilizzo di una pratica, un prodotto o un servizio che abbia caratteristiche innovative. Sono loro quelli che “aprono la strada” e sono assolutamente fondamentali in un qualsiasi strategia che mette al centro la diffusione dell’innovazione: Innovators e Early Adopters, secondo la teoria di Rogers e rappresentano il 16% dell’intero universo. Secondo la teoria di Rogers: INNOVATORS, gli innovatori. EARLY ADOPTERS, fanno parte di questo gruppetto quelle persone molto sensibili a tutto quello che è innovazione, prontissimi a testare nuove soluzioni. Se convinti, diventano entusiastici ambassador delle cose innovative che stanno provando, in sostanza sono i soggetti chiave per la diffusione dell’innovazione verso mercati più ampi. EARLY MAJORITY, nel mercato di massa, le persone più reattive, “sveglie”. Internet Better Tuscany è un progetto Un evento Un report
    • LATE MAJORITY, nel mercato di massa, le persone più lente. LAGGARDS, nel mercato di massa, i ritardatari, quelli che fanno fatica a cogliere le opportunità delle pratiche, dei servizi e dei prodotti innovativi in chiave di miglioramento del proprio status. Crossing the Chasm Un bel po’ di tempo dopo, nel 1991 esce Crossing The Chasm: lo scrive Geoffrey A. Moore offrendo un prezioso contributo al perfezionamento della Teoria della Diffusione dell’Innovazione di Rogers. Moore inserisce un orribile burrone tra gli Innovators/Early Adopters e gli Early Majority, ovvero tra chi inventa, i primi che sperimentano e il mercato di massa, il mainstream.4 Ed è in questo burrone che finisce la stragrande maggioranza delle pratiche, dei servizi e dei prodotti innovativi senza riuscire a diventare qualcosa di massa. Anche partendo da questa riflessione di Moore, sono stati messi a punto dei modelli di Diffusione dell’Innovazione che mettono al centro una serie di azioni verso gli Early Adopters, individuando le persone che fanno parte di questo gruppo figure chiave per saltare il burrone e raggiungere il mercato di massa. Internet Better Tuscany è un progetto Un evento Un report
    • Risorse sulla Teoria Diffusione dell’Innovazione Diffusion of Innovations su Wikipedia http://en.wikipedia.org/wiki/Diffusion_of_innovations Diffusion of Innovations Everett M. Rogers Su Amazon: www.amazon.com/Diffusion-Innovations-5th-Everett-Rogers/dp/0743222091 Crossing the Chams Geoffrey A. Moore Su Amazon:5 www.amazon.com/Crossing-Chasm-Marketing-High-Tech-Mainstream/dp/0066620023 Un post sul tema del Tagliaerbe “Sii un innovatore (o almeno un early-adopter)” http://blog.tagliaerbe.com/2011/03/innovatori-early-adopter.html Un articolo del 2009 di Les Robinson su SlideShare di BTO Educational www.slideshare.net/BTOEducational/diffusion-of-innovations-a-summary-2009-les-robinson Internet Better Tuscany è un progetto Un evento Un report
    • Ecosistema [I]6 “……un ecosistema è una porzione di biosfera delimitata naturalmente, cioè linsieme di organismi animali e vegetali che interagiscono tra loro e con lambiente che li circonda. Ogni ecosistema è costituito da una comunità (biocenosi) e dallambiente fisico circostante (geotopo) con il quale si vengono a creare delle interazioni reciproche in equilibrio dinamico…..” Internet Better Tuscany è un progetto Un evento Un report
    • Ecosistema [II]7 “…..condizione necessaria perché sia stabilito un sistema e sia mantenuto come tale (senza degenerare nella pura agglomerazione dei suoi componenti) è che gli elementi interagiscano in maniera efficace ed efficiente. In altri termini che gli elementi del sistema agiscano in modo che il comportamento delluno influenzi vantaggiosamente quello dellaltro…..” Internet Better Tuscany è un progetto Un evento Un report
    • ToscanaLab e il mantra Internet Better Life Internet Better Life è il mantra di ToscanaLab, il format di Fondazione Sistema Toscana che si pone il principale obiettivo fare engagement verso i vantaggi dell’innovazione. Fondazione Sistema Toscana ha scolpito sulla pietra della propria missione l’impegno della Diffusione dell’Innovazione, più in particolare su un utilizzo di internet in chiave di miglioramento della vita delle persone, da qui lo slogan Better Life. ToscanaLab è un format che viene costruito su un luogo raggiunto a domicilio attraverso un seminario unconventional, costruito sul tema prevalente di quel territorio, favorendo la connessione tra idee e persone, distribuendo conoscenza, presentando buone pratiche. ToscanaLab aiuta le persone e le loro idee innovative a non farle cadere nell’orribile burrone, quello individuato da Geoffrey A. Moore come l’ostacolo da superare perché una pratica, un servizio e un prodotto con caratteri d’innovazione arrivi a essere qualcosa che diventa di mercato. E il pubblico dei ToscanaLab non a caso è composto in grande percentuale di Early Adopters,8 mettendo in pratica la prima Teoria della Diffusione dell’Innovazione, quella descritta da Everett M. Rogers nel suo Diffusion of Innovations. Prima di Internet Better Tuscany del 5 Maggio:  ToscanaLab #sostenibilità @maremma Massa Marittima, in Maremma Palazzo dell’Abbondanza, 28 Marzo 2011 Special guest Donald Norman, quello della “Caffettiera del Masochista”  ToscanaLab Internet Better Business Firenze Auditorium di Sant’Apollonia, 24 Gennaio 2011 I vantaggi del web per le imprese  ToscanaLab #generazioni2.0 @arezzo Arezzo, la Città dei Giovani Museo d’arte medievale e moderna, 3 Dicembre 2010  ToscanaLab 2K10 Internet Better Life Firenze Gypsoteca dell’Istituto d’Arte, 28 e 29 Giugno 2010 Internet Better Tuscany è un progetto Un evento Un report
    • ToscanaLab Toscanalab descrive/studia/interpreta, con un approccio allargato e partecipativo, come internet e il web 2.0 contribuiscono a migliorare la vita degli individui, veicolando in modo diverso e più ricco la conoscenza, modificando le relazioni tra le persone e trasformando di fatto l’azione sociale. Attento a tutte le ripercussioni del web nei vari aspetti della vita personale, professionale e culturale, nasce per coinvolgere una più ampia fascia di persone nei valori positivi della rivoluzione culturale legata a Internet. Toscanalab è l’evento verticale di Fondazione Sistema Toscana dedicato al web, ai social media e al mondo della comunicazione digitale. È un progetto per il territorio toscano: nato a Firenze nel 2009, lobiettivo attuale è quello di9 organizzare eventi in tutte le province del territorio, sul tema “Internet Better Life” declinato su focus specifici relativi alle singole aree. Per chi L’evento è aperto a tutti: persone che vogliono capire e partecipare alle nuove dinamiche socio- culturali e tecnologiche, senza distinzioni di genere, età e cultura. Porte aperte agli appassionati del web insieme con i neofiti, i curiosi e gli esploratori del web. È un’occasione di apprendimento, di approfondimento e di confronto per esperti, e non, di comunicazione digitale, di social network, di tecnologia e di nuovi media. È un luogo in cui istituzioni, aziende, associazioni, enti, soggetti sensibili ai mutamenti sociali e tecnologici possono raccontarsi e rendere riconoscibile il proprio brand e la propria specificità Internet Better Tuscany è un progetto Un evento Un report
    • relativamente alla temi trattati. Lo spazio dedicato agli ignite rende i contenuti completamente “user generated” in un’ottica spiccatamente 2.0 Risorse su ToscanaLab Il website di ToscanaLab www.toscanalab.it I Social Network www.facebook.com/ToscanaLab10 www.slideshare.net/toscanalab www.flickr.com/photos/toscanalab www.youtube.com/user/toscanalab http://twitter.com/toscanalab Il website di Fondazione Sistema Toscana www.fondazionesistematoscana.it Internet Better Tuscany è un progetto Un evento Un report
    • Url www.slideshare.net/BTOEducational/internet-better-tuscany-5-maggio-2011 Internet Better Tuscany Firenze, 5 Maggio 2011 Auditorium Sant’Apollonia Un evento organizzato da Fondazione Sistema Toscana e Regione Toscana, con il contributo di BTO Educational Le metriche sono in generale definite come metodi di misurazione delle caratteristiche dei prodotti e dei processi di sviluppo. Poter misurare significa poter controllare, verificare, consuntivare, stimare, decidere. Chi conta, conosce.11 Chi non conosce non conta Con l’occasione della presentazione delle attività di marketing territoriale a sostegno della Toscana, Internet Better Tuscany del 5 Maggio si trasforma in qualcosa di più, un appuntamento su non solo su cosa è stato fatto, ma soprattutto su cosa è in programma, con un’analisi dei risultati ottenuti e quelli attesi nel futuro, una mattinata che ha connesso le persone e offerto spunti di riflessione. Al centro di tutto il kpi della Campagna VoglioVivereCosì di Regione Toscana, una scusa per parlare di competitività di una destinazione, di attrattività, di ecosistema. Internet Better Tuscany è un progetto Un evento Un report
    • Internet Better Tuscany, Il programma Ouverture Cristina Scaletti – Assessore per il turismo, la cultura e il commercio di Regione Toscana Claudio Frontera – Presidente Fondazione Sistema Toscana Alberto Peruzzini – Dirigente del settore turismo di Toscana Promozione Evoluzione della percezione del brand Toscana Monica Fabris - Founder e Presidente Episteme Istituto di Ricerca La Toscana attraverso i motori di ricerca prima e dopo "VoglioVivereCosì": keyword, search, volumi di ricerca Alessandra Alari - Industry Travel Manager Google Italy12 "VoglioVivere Così": booking e nuove partnership con il mondo digitale Federico Picardi – Responsabile Area Sviluppo e Innovazione di Fondazione Sistema Toscana La percezione della Toscana sui Social Media prima e dopo la campagna: buzz e reputation Leonardo Piras - Social Media Team VoglioVivereCosì, H-art “VoglioVivereCosì”: Tuscany goes mobile! Mirko Lalli – Responsabile Marketing e Comunicazione Fondazione Sistema Toscana Internet Better Tuscany è un progetto Un evento Un report
    • Internet Better Tuscany [?] Metriche di un sogno a cura di BTO Educational Analisi dei dati del mercato turistico Toscano con: Alessandro Tortelli – Direttore Scientifico Centro Studi Turistici Marco Sprizzi – Market Manager Expedia.it Emilio Zappala – Market Manager Expedia.it Giulia Eremita – Country Manager Trivago.it Michele Aggiato – Country Manager Zoover.it & Head of Social Media Strategy Modera Robert Piattelli – Co-founder BTO Educational Il caso maremma 2.013 Francesco Tapinassi – Direttore Agenzia per il Turismo Maremma CONCLUSIONI e INCONTRO STAMPA dell’Assessore Cristina Scaletti Risultati e strategie per il futuro del turismo in Toscana Il set Internet Better Tourism su Flickr di BTO Educational www.flickr.com/photos/btouniversity/sets/72157626655118536 Internet Better Tuscany è un progetto Un evento Un report
    • Alcuni dati turistici e risorse sulla programmazione di Regione Toscana Il Turismo in Toscana, i dati di IRPET presentati da Enrico Conti il 20 Giugno 2011 su SlideShare di BTO Educational www.slideshare.net/BTOEducational/irpet-toscana-2010-stefano-conti TURISMO & TOSCANA, Il Rapporto IRPET sulla congiuntura 2010 presentati il 20 Giugno 2011 su SlideShare di BTO Educational www.slideshare.net/BTOEducational/irpet-toscana-2010-rapporto14 Regione Toscana, Attività di promozione economica 2011 [Turismo], Novembre 2010 su SlideShare di BTO Educational www.slideshare.net/BTOEducational/regione-toscana-attivit-di-promozione-economica-2011 Regione Toscana, Rapporto Generale Monitoraggio Strategico 2010, su SlideShare di BTO Educational www.slideshare.net/BTOEducational/regione-toscana-rapporto-generale-monitoraggio-strategico-2010 Regione Toscana, PRS 2011 – 2015 Identità, Competitività e Sviluppo Responsabile, su SlideShare di BTO Educational www.slideshare.net/BTOEducational/regione-toscana-prs-20112015 Internet Better Tuscany è un progetto Un evento Un report
    • I risultati della Campagna VoglioVivereCosì Ouverture Cristina Scaletti Assessore a Turismo, Cultura e Commercio Regione Toscana Cristina Scaletti a Internet Better Tuscany ha presentato i fast facts della Campagna VoglioVivereCosì di Regione Toscana. In perfetta coerenza con gli obiettivi della mattinata, i primi numeri presentati dall’Assessore sono relativi alle persone che hanno visitato la Toscana, più di 42 milioni di presenze nel 2010, migliorando i dati del 2007, ovvero prima della crisi.15 Uno sguardo alle caratteristiche di VoglioVivereCosì con i diversi pesi dati alle piattaforme utilizzate come media a sostegno della Campagna. www.turismo.intoscana.it nell’arco temporale delle prime fasi della Campagna VoglioVivereCosì viene attraversato da un profondo restyling grafico, il potenziamento dei canali tematici, l’integrazione di un booking online. Il portale ufficiale del Turismo in Toscana con il sostegno della Campagna VoglioVivereCosì diventa il terzo nella classifica dei siti di destinazione turistica in Europa, dopo Londra e Parigi. Internet Better Tuscany è un progetto Un evento Un report
    • Tutto questo porta a dei risultati concreti, particolarmente rilevanti se paragonati con gli andamenti del turismo in Italia relativi al 2009 e 2010. La Toscana è in controtendenza, positiva. 2009, turismo in Italia - 4,7% 2009, turismo in Toscana - 0,7% 2010, turismo in Italia – 0,7% 2010, turismo in Toscana +2,5%, raggiunto grazie ad un +7,8% di stranieri E questo ultimo dato diventa particolarmente rilevante in chiave di una valutazione dell’efficacia della Campagna VoglioVivereCosì a sostegno del sistema turistico della Toscana, per le caratteristiche della Campagna stessa che ha il suo principale focus sulle persone straniere, alle quali parla con il suo engagement in lingua inglese.16 Internet Better Tuscany è un progetto Un evento Un report
    • Risorse su Cristina Scaletti e il turismo in Toscana Cristina Scaletti – Assessore al Turismo, Cultura e Commercio di Regione Toscana cristina.scaletti@regione.toscana.it Tutto su Cristina Scaletti [staff, biografia, newsletter] sul portale di Regione Toscana www.regione.toscana.it/cristinascaletti/staff/index.html Il keynote presentato da Cristina Scaletti a Internet Better Tuscany su SlideShare di BTO Educational www.slideshare.net/BTOEducational/cristina-scaletti-internet-better-tuscany-ouverture-5-maggio-2011-8353108 Lo spot VoglioVivereCosì su YouTube http://youtu.be/ROXdVKG3-Hs17 Il portale ufficiale del Turismo in Toscana www.turismo.intoscana.it Il video presentato a Internet Better Tuscany, “Cultura e turismo: il modello Toscana è web 2.0” http://j.mp/mb6Gn3 Qualche tabella riferita al periodo 2007 - 2010 Arrivi e presenze in Toscana, totali Anno Arrivi YtoY Presenze YtoY Variazione 2010 su 2007 Presenze 2010 11.411.960 5,5% 42.274.522 2,5% 2009 10.820.255 -1,0% 41.223.683 -0,7% 0,8% 2008 10.925.850 -4,9% 41.499.925 -1,0% Internet Better Tuscany è un progetto Un evento Un report
    • Presenze in Toscana, italiani e stranieri Anno Presenze YtoY Variazione 2010 su 2007 Presenze 2010 21.647.121 -2,0% 2009 Italiani 22.081.744 2,0% -1,0% 2008 21.653.806 -0,9% 2010 20.627.401 7,8% 2009 Stranieri 19.141.939 -3,5% 2,8% 2008 19.846.119 -1,1% Prodotti Turistici, Toscana Variazione Anno Prodotto Arrivi Presenze YtoY 2010 su 2007 2010 Arte/Affari 5.714.601 15.168.185 7,4% 2,7% 2009 5.155.515 14.127.765 -1,2% 2008 5.214.709 14.293.907 -3,3% 2010 Balneare 2.721.381 16.563.390 -2,4% 0,9%18 2009 2.789.926 16.964.339 1,9% 2008 2.728.516 16.647.412 1,4% 2010 Campagna/Collina 720.934 3.001.776 3,5% -0,5% 2009 697.214 2.898.931 -4,4% 2008 700.299 3.031.389 0,5% 2010 Montagna 282.166 1.033.333 -6,1% -7,5% 2009 295.651 1.100.296 -1,1% 2008 294.677 1.112.110 -0,4% 2010 Termale 1.154.919 4.035.586 7,4% -1,4% 2009 1.121.656 3.756.245 -3,1% 2008 1.219.923 3.877.691 -5,2% 2010 Altro interesse 817.959 2.472.252 4,0% -1,9% 2009 760.293 2.376.107 -6,4% 2008 767.726 2.537.416 0,7% Dati provvisori. FONTE: Ufficio Statistica Regione Toscana Internet Better Tuscany è un progetto Un evento Un report
    • Comunicazione e Promozione nel nuovo sistema di governance turistica regionale Alberto Peruzzini Dirigente del Settore Turismo di Toscana Promozione Alberto Peruzzini a Internet Better Tuscany ha presentato il nuovo modello di governance del turismo di Regione Toscana entrato in vigore nel 2011, normativamente definito con la modifica di alcuni punti del Testo Unico 42/2000, in particolar modo quel punto relativo sull’abolizione delle ApT – Agenzie per il Turismo toscane. Nell’obiettivo del legislatore, il dotare la Governance del turismo in Toscana di uno strumento da19 utilizzare in chiave di competitività con le altre destinazioni turistiche internazionali, attraverso l’accentramento in un unico soggetto – Toscana Promozione – di funzioni di promozione e comunicazione. Il keynote di Alberto Peruzzini mette al centro le tendenze del consumo turistico dei prossimi anni, la base per definire una strategia regionale, che passa per una maggiore attenzione ai budget di spesa, alla qualità di tutto il ciclo della promozione e comunicazione, attraverso un utilizzo sempre più consapevole delle nuove tecnologie, con l’obiettivo finale di passare da un turismo di destinazione a un turismo di motivazione. La prima direttrice di riferimento è la diversificazione, nei prodotti: “Quanti più prodotti specializzati e di qualità si riescono a “mettere in linea” in un territorio, quanto più il sistema territoriale diventa forte e competitivo sui mercati” Internet Better Tuscany è un progetto Un evento Un report
    • La seconda direttrice di riferimento è l’innovazione, sia nell’area marketing e comunicazione, che nella commercializzazione. La terza direttrice di riferimento è la specializzazione del mercato: “Nei prossimi 10 anni, la maggior parte della domanda turistica internazionale in Europa verrà dall’Asia e richiederà servizi diversi da quelli che l’attuale offerta propone. Soprattutto solo alcune aree di mercato (BRIC) raggiungeranno presumibilmente risultati significativi di crescita…” Risorse su Alberto Peruzzini e il turismo in Toscana Alberto Peruzzini – Dirigente del Settore Turismo di Toscana Promozione a.peruzzini@toscanapromozione.it Il keynote presentato da Alberto Peruzzini a Internet Better Tuscany su SlideShare di BTO Educational20 www.slideshare.net/BTOEducational/alberto-peruzzini-internet-better-tuscany-5-maggio-2011 Il website di Toscana Promozione www.toscanapromozione.it Internet Better Tuscany è un progetto Un evento Un report
    • Evoluzione della percezione del brand Toscana Monica Fabris Founder e Presidente Episteme Monica Fabris1 ha presentato a Internet Better Tuscany una ricerca svolta su 5 regioni (Piemonte, Lombardia, Emilia Romagna, Toscana, Lazio), ricavata sulla base di 10.299 intervistati per regione. La ricerca si pone l’obiettivo di indagare il livello di soddisfazione dei cittadini toscani verso il luogo in cui vivono e la vita che svolgono, in modo da far emergere in chiaro il potenziale a disposizione della governance della Toscana e analizzare se e come questo potenziale venga utilizzato nelle policy di21 governo. 1 Monica Fabris si è laureata in Filosofia allUniversità Statale di Milano. Nel ‘96 ha conseguito un dottorato di ricerca in Filosofia Morale allUniversità di Vienna e nel ‘98 una specializzazione in Psicologia allUniversità di Milano. Dal 1992 è diventata responsabile dellarea qualitativa di GPF™. Dal 1998 al 2007 è stata membro del board direttivo e Responsabile area di ricerche sul Brand (Brand care System) della società. Nel 2007 è diventata Presidente di GPF™, carica che ha mantenuto fino a Marzo 2011. Da poco ha fondato Episteme, un istituto di ricerca e consulenza strategica di cui ricopre la carica di Presidente. Esperta di Psicologia Dinamica applicata alla Metodologia della Ricerca Sociale, ha collaborato con la cattedra di Teoria e Tecniche della pubblicità allo IULM e tenuto seminari allUniversità Statale di Milano sul marketing e linnovazione. Si è occupata dei temi della convergenza e dellUMTS ed è stata tra la prime ad interessarsi ai consumi in India/Oriente, quando ancora non si intuivano le potenzialità di crescita dei nuovi mercati del Sud-est asiatico. E’ la figlia di Giampaolo Fabris, l’autore di Societing. Monica Fabris fa parte del Comitato Tecnico Scientifico di BTO Educational. Internet Better Tuscany è un progetto Un evento Un report
    • Quali sono i valori fondamentali per la società toscana? Verso quale estremo tendono modernità o tradizione, privato o sociale? Dalla ricerca emergono dati che all’apparenza possono sembrare contrastanti, infatti valori fondamentali sintomo di un orientamento molto forte verso la modernità e il sociale, come laicità, amore per arte e cultura, vocazione cosmopolita, antiproibizionismo, ricerca di emozioni forti convivono con religiosità, conformismo e famiglia tradizionale che invece sono tipici di un atteggiamento volto al privato e alla tradizione. Nel complesso però il profilo socio culturale della Toscana, risulta posizionarsi nella parte in alto a destra del quadrante “modernità e sociale”. Dalla ricerca emerge che i toscani, rispetto alle altre regioni prese in esame, sono più soddisfatti degli altri cittadini del luogo in cui vivono ( voto medio 7 su una scala da 1 a 10 ), ma hanno un grado medio basso di identificazione con la propria regione ( dato che però non si discosta di22 molto da quelli delle altre 4 regioni). I cittadini esprimono un grado di soddisfazione superiore alla media nazionale anche per il proprio lavoro ed affermano di preferire un lavoro appassionante anche se meno pagato ad uno invece più remunerativo ma allo stesso tempo poco interessante. Anche riguardo l’impiego del tempo libero, che viene trascorso sia per attività culturali che di socializzazione, si conferma lo stesso andamento. Interessante da notare è che nella visione della loro società ideale gli abitanti della Toscana preferiscono una società in cui i servizi siano garantiti a tutti anche se con alte tasse, piuttosto che una società più individualista in cui ognuno debba provvedere per sé anche se con tassazione più bassa. Internet Better Tuscany è un progetto Un evento Un report
    • Riguardo le istituzioni, se si confronta il dato regionale con quello nazionale, emerge innanzitutto l’apertura della popolazione toscana verso le organizzazioni no profit, non governative, ambientaliste e le cooperative. Significativi anche i dati relativi alle fiducia accordata all’Unione Europea, alla magistratura, alle Regioni, ai sindacati e ai partiti politici, mentre nettamente inferiore alla media nazionale la fiducia accordata alle forze dell’ordine e alla Chiesa Cattolica. Nel complesso si può affermare che l’atteggiamento positivo, laico e tollerante, che si esprime nell’apertura al nuovo e nella ricerca di stimoli, permette anche una maggiore tranquillità nell’affrontare i momenti di difficoltà e le paure sociali. La popolazione toscana, dichiarandosi più ottimista verso il futuro ( il 49.3% pensa che sarà molto o abbasta felice nel corso del prossimo anno), riesce così a sfuggire al diffuso clima di paura e di angoscia che si afferma a livello nazionale e si alimenta sia attraverso fenomeni di violenza e di23 criminalità, sia tramite la crisi economica e il calo dei consumi che ne consegue. Alla luce di questi dati, che regalano un quadro socioculturale positivo della Toscana, è importante chiedersi però quanto questo potenziale si trasformi in un reale slancio progettuale. Questa immagine di una Toscana felix è sinonimo di evoluzione? Non necessariamente; infatti se da un lato gli intervistati percepiscono la propria regione come estremamente ACCOGLIENTE e COLTA, dall’altro non sono altrettanto convinti che essa sia anche dinamica, moderna e organizzata. Andando avanti nella ricerca, emergono le incrinature del mito della Toscana Felix. Colpisce la discrepanza tra la massima soddisfazione in generale (punteggio medio 7.0; giudizi 8-10 46.3%) e le varie criticità riscontrate a livello analitico, in particolare nell’area della viabilità e dei servizi. Internet Better Tuscany è un progetto Un evento Un report
    • Si rilevano, inoltre, percezione negativa e conflittualità sociale in tema di spreco di risorse pubbliche (20.7%), eccessi fiscali (18.5%) e grandi opere (26.7%). Come nelle altre regioni prevale un atteggiamento di pessimismo sulla ripresa economica generale, che non si accompagna, però, all’accensione di paure forti a livello individuali. Tra i fattori di maggior influenza sulla soddisfazione si segnala il tema della sicurezza e la cura dell’ambiente e del patrimonio naturale. Le contraddizioni insite nelle risposte dei Toscani convergono a sostenere una posizione di passività: tanto di cui lamentarsi, ma tutto sommato un quadro generale positivo. Pessimismo diffuso rispetto all’andamento del ‘mondo’, ma sensazione di essere comunque protetti sul proprio territorio.24 Risorse su Monica Fabris Monica Fabris – Founder e Presidente Episteme monfabris@yahoo.it La ricerca presentata da Monica Fabris a Internet Better Tuscany su SlideShare di BTO Educational www.slideshare.net/BTOEducational/monica-fabris-internet-better-tuscany-5-maggio-2011 Rewind lo speech di Monica Fabris alla III^ Edizione di BTO – Buy Tourism Online [2010] sul website di BTO Educational: www.btoeducational.it/index.php?rewind_bto_2k10_dayone Interviste a Monica Fabris durante BTO – Buy Tourism Online 2010: www.youtube.com/watch?v=lV-ZWQvP-nk www.youtube.com/watch?v=jfzpbF_M89A Internet Better Tuscany è un progetto Un evento Un report
    • La Toscana attraverso i motori di ricerca, prima e dopo "VoglioVivereCosì": keyword, search, volumi di ricerca Alessandra Alari Industry Travel Manager Google Italy Alessandra Alari2 porta a Internet Better Tuscany i dati di Google che contribuiscono a capire, attraverso analisi quantitativa delle query legate alla Toscana e al turismo in Toscana, quale impatto abbia avuto la campagna “VoglioVivereCosì” in merito alla diffusione del brand Toscana in Italia e nel mondo. I dati confermano che le ricerche del brand25 “Toscana” crescono in Italia e nel mondo grazie alla campagna VoglioVivereCosì, e insieme ad esse, anche le query relative alle top destinations quali Firenze, Pisa e Siena. Dal momento del lancio della campagna ad oggi il brand della Toscana si è fortificato nel tempo, ma ci sono ancora dei margini di miglioramento, secondo il parere di Google, cercando di stimolare la propria brand awareness in modo più continuativo. 2 Alessandra, laurea in Filosofia con indirizzo Logica - Epistemologia allUniversità di Milano e Master alla SDA Bocconi, entra in Google a Maggio 2007. Precedentemente, ha ricoperto il ruolo di Acquisition Marketing Manager in Opodo (da Gennaio 2006 fino a Marzo 2007), da Settembre 2004 fino a Dicembre 2006 ha lavorato presso TradeDoubler. Fin dalla prima edizione di BTO - Buy Tourism Online, Alessandra ha contribuito con la sua presenza ai contenuti di Google (Training Session), mentre ha tenuto un proprio e apprezzatissimo speech a Maggio 2010 a BTO - Buy Tourism Online Edizione delle Isole dellIsola dElba e ha partecipato al panel Internet Better Tourism di BTO Educational in Day TWO di ToscanaLab 2K10. Alessandra Alari fa parte del Comitato Tecnico Scientifico di BTO Educational. Internet Better Tuscany è un progetto Un evento Un report
    • Un dato rilevante ai fini della valutazione dei risultati ottenuti, è quello che analizza il volume della ricerca della keyword Toscana. Si nota infatti che il picco iniziale dovuto al lancio della campagna “VoglioVivereCosì” riceve una spinta notevole grazie all’aggiunta della pianificazione YouTube e alla Campagna Search Always- on. Interessante è anche il dato relativo alle ricerche tramite mobile, che conferma anche in questo ambito una crescita delle search relative alla keyword Toscana. Questa crescita ha fatto in modo che a inizio 2011 la Toscana sia una delle regioni più cercate d’Italia seconda solo a Sicilia e Sardegna, ed inoltre il portale inaugurato insieme alla campagna è oggi uno dei primi siti regionali per utenti unici in Italia. Analizzando nel dettaglio la portata della campagna sul mercato italiano, si nota che le Top Queries con “Toscana” crescono su quasi tutte le subcategorie, con particolare rilevanza per terme26 toscana, toscana mare, villaggi turistici toscana e bungalow toscana. Nel 2009, infatti, la ricerca di “terme toscana” è aumentata del 64% e “toscana turismo” del 261%. Alla luce di tali dati, che sprimono un crescente interesse per il brand della regione, il portale “intoscana” può essere la risposta adeguata a questo tipo di ricerche generiche. Ma quali sono le top destinations della regione? Firenze e Isola d’Elba sono le “regine” in termini di volumi di ricerca e continuano a crescere. Per quanto riguarda i volumi riguardanti le queries con “Firenze”, si guadagna largamente la vetta della classifica delle più cercate “hotel centro firenze”, seguita da “bed and breakfast firenze”. E’ interessante notare come abbia registrato una crescita dirompente dal 2009 al 2010 la ricerca per “hotel economici firenze” e “hotel firenze 3 stelle”, chiaramene dovuta alla crisi economica. Internet Better Tuscany è un progetto Un evento Un report
    • Crescono le ricerche anche in relazione ai centri minori come Volterra, Montecatini Terme e Chianciano Terme e alle aree di interesse come torre di Pisa e Maremma. I dati forniti da Google permettono di avere uno sguardo sulla situazione della Toscana anche sul mercato estero ( in particolare per i mercati di Germania, Francia, Spagna, Inghilterra e USA ). Ciò che salta all’occhio guardando i dati è che la Toscana è ricercata sempre, in particolare nei primi 8 mesi dell’anno. Uno dei mercati esteri che più sono interessati alle query sulla Toscana è senza dubbio quello tedesco, ma nel 2009 la popolarità di Tuscany negli USA ha raggiunto gli stessi livelli rispetto a quella in Germania. Analizzando le query di ognuno dei mercati presi in considerazione, si può dedurre quali siano i luoghi, e quali siano le mete e i turismi più attrattive della Toscana per ogni paese.27 Per i tedeschi le mete più ambite risultano essere San Vincenzo e Lucca. Raggiunge cifre interessanti anche la più generica query “urlaub in der toskana”, che significa letteralmente “vacanza in Toscana”. In deciso aumento per l’anno 2010 la ricerca di “tour in Toskana” con la query “toskana rundreise” e di abitazioni per le vacanze vicino al mare “ferienhaus toskana am meer”. Anche il turista francese, tra il 2008 e 2010, ha aumentato di ben 7 volte le ricerche per “toscane italie”, “tuscany holiday” e “tuscany italy” sono le query più ricercate dal mercato inglese nel 2009 e nel 2010. In entrambi i casi, i dati dimostrano che rispetto al 2008 i volumi delle ricerche aumentano in modo deciso. Internet Better Tuscany è un progetto Un evento Un report
    • Lo stesso si può dire della Spagna dove, nonostante i volumi delle ricerche per “turismo toscana” siano minori rispetto agli altri mercati, esse triplicano dal 2008 al 2010. Un altro dato fondamentale è quello che riguarda i risultati relativi al canale ufficiale di YouTube Regione Toscana. Negli ultimi 12 mesi le visite sono state oltre 44 mila e oltre 220 mila le views dei video caricati, i più visti risultano essere le città d’arte e il wellness. I contatti di Alessandra Alari Alessandra Alari – Industry Travel Manager Google Italy alari@google.com28 Internet Better Tuscany è un progetto Un evento Un report
    • "VoglioVivere Così": booking e nuove partnership con il mondo digitale Federico Picardi Responsabile Area Sviluppo e Innovazione di Fondazione Sistema Toscana Federico Picardi ha la responsabilità per Fondazione Sistema Toscana della Campagna “VoglioVivereCosì” con la gestione di www.turismo.intoscana.it, il portale ufficiale del turismo di Regione Toscana. Per cominciare, uno sguardo sulla Campagna “VoglioVivereCosì”: WEB based: il che significa minore utilizzo di risorse e maggiore29 misurabilità dei dati in tempo praticamente reale, quindi possibilità di aggiustare la direzione della campagna in tempi rapidissimi. Nella pratica, qualche dato:  Sui Social Network, 50 Social Network presidiati con oltre 240.000 relazioni attive  Pagina ufficiale su Foursquare e Brand Channel su Youtube (+200.000 views)  +1.000 lanci sul network online di Associated Press (+4.000 media)  Viaggio in Toscana e Toscana Games: +200.000 download  +30 Servizi ed Applicazioni online realizzati  Nascita di una nuova professione, quella dell’Evangelist  Piattaforma di prenotazione on-line Internet Better Tuscany è un progetto Un evento Un report
    • In conclusione, la Campagna “VoglioVivereCosì”: 1) È una campagna che si fonda sul concetto di SISTEMA 2) Introduce l’utilizzo di STRUMENTI dall’alto valore culturale 3) Ha stimolato e accelerato l’incontro e la collaborazione tra PUBBLICO e PRIVATO, basando la propria ragion d’essere sulla promozione di un sistema univoco e non distonico. Focus sulla piattaforma di prenotazioni online:  Sistema di booking: +150.000 pagine viste al mese  Strutture Online, Prenotabili e con Pagamento Online sono: Provincia Strutture Online Di cui prenotabili Online Arezzo 134 35 Firenze 395 115 Grosseto 176 60 Livorno 89 27 Lucca 148 5030 Massa-Carrara 33 10 Pisa 159 55 Prato 20 12 Pistoia 91 27 Siena 242 73 E’ un progetto di sistema in quanto:  Aperto a tutte le tipologie di struttura: Alberghi, Agriturismi, B&B, Campeggi…  Sistemi di pagamento e Banche: Paypal, MPS, Sella, BCC, San Paolo, CR, Unicredit…  Progetto realizzato fin dalle prime fasi con il coinvolgimento di imprenditori del settore  Oltre 40 incontri di formazione su tutto il territorio toscano organizzati con gli Enti, Province, Comuni, Associazioni di Categoria, Consorzi, Comunità montane, Singoli Gruppi incontrando oltre +1.500 operatori.  Un’Area Operatori interamente dedicata agli Operatori del settore Turistico con oltre 13.000 pagine viste/mese Internet Better Tuscany è un progetto Un evento Un report
    •  Helpdesk telefonico, con email e blog aperto a tutti: +1.500 chiamate ricevute e risolte  A costo ZERO In arrivo la mappatura su Google Street View, tramite Google trike, di zone come l’Arcipelago Toscano, la Via Francigena e i Musei Regionali. Risorse su Federico Picardi Federico Picardi – Responsabile Area Sviluppo e Innovazione di Fondazione Sistema Toscana f.picardi@fondazionesistematoscana.it Il Blog di Federico Picardi www.federicopicardi.it Il keynote presentato da Federico Picardi a Internet Better Tuscany su SlideShare di BTO31 Educational www.slideshare.net/BTOEducational/federico-picardi-internet-better-tuscany-5-maggio-2011 Internet Better Tuscany è un progetto Un evento Un report
    • La percezione della Toscana sui Social Media prima e dopo la campagna: buzz e reputation Leonardo Piras H-art, Responsabile Social Media Team “VoglioVivereCosì” Leonardo Piras porta a Internet Better Tuscany il racconto di cosa ha fatto e cosa sta facendo il Social Media Team a sostegno della campagna VoglioVivereCosì di Regione Toscana. Il Social Media Team ha disseminato i contenuti all’interno di oltre 800 fonti diverse generando un’esposizione totale a più di 241 milioni di persone del “massaggio Toscana”.32 50 presidi tematici (facebook, twitter, youtube, flickr, foursquare, linkedin, foodbuzz, myspace, blipFM, lastFM, tumblr, tripadvisor, posterous, flavors...). 20.360 contenuti generati e 45.000 interazioni con gli utenti. Per quanto riguarda facebook, i dati raccolti confermano l’impatto importante del lavoro svolto: 210.000 visualizzazioni fan page, 35.000 fan, 34.000 interazioni con gli utenti. Lo stesso vale per twitter dove la Toscana gode di 11.021 followers e 7.000 tra mentions, retweets e replies. Un altro elemento importante della campagna, è costituito dalla piattaforma multimediale creata nei luoghi web di condivisione di video, foto e geolocalizzazione ( youtube, flickr, googlemaps) . Internet Better Tuscany è un progetto Un evento Un report
    • I numeri confermano il forte impatto di tali risorse sulla reputation della Toscana: 300.000 visualizzazioni video, 100.000 visualizzazioni mappe, 200.000 visualizzazioni foto. La Toscana in questo modo è più fruibile da chiunque voglia avere qualsiasi tipo di informazione su di essa. Grazie alla generazione di contenuti, sono stati generati volumi importanti di interazioni, che a loro volta influiscono sulla generazione di nuovi contenuti. Anche per quanto riguarda il lavoro svolto sull’immagine della Toscana tramite i blog, i risultati sono molto soddisfacenti: circa 500.000 pagine visitate e circa 250.000 visite, con una andamento generale crescente. Un altro presidio è stato creato su Foursquare, social network di recente creazione che sfrutta la geolocalizzazione come unico elemento e che attraverso i “check in” della persona nei luoghi in cui ci si trova, permette di portare avanti un piccolo gioco di ruolo.33 Il presidio è stato creato più di recente, dato che recente è la nascita del social network, ma ha già ottimi risultati: in soli 4 mesi ( ottobre 2010- gennaio 2011) la Toscana può contare su 7.000 amici. Per capire meglio la portata del lavoro che è stato svolto, basti pensare che prima della campagna e conversazioni sulla Toscana tra blog, forum e social media internazionali erano 50.000. Nello specifico il 59% di esse aveva un sentiment positivo, il 30% neutro, l’ 11% negativo. I dati degli ultimi 6 mesi ci dicono che le conversazioni sono aumentate incredibilmente superando le 100.000, con il 71% di esse con sentiment positivo, 24% neutro, 5% negativo. La cosa più importante è che adesso i turisti hanno a disposizione risorse web e quindi facilmente accessibili che permettono loro di avere qualsiasi informazione sula Toscana, e che soprattutto Internet Better Tuscany è un progetto Un evento Un report
    • permettono loro di poter interagire direttamente con altre persone per chiedere aiuto, riceverlo in modo volontario, conversare anche su temi di attualità. Molto spesso vengono lasciati commenti spontanei e altrettanto spontaneamente vengono condivisi i contenuti. Un grande lavoro viene fatto anche sulla gestione di quel 5% di commenti e conversazioni con sentiment negativo. Prima i turisti potevano solo aiutarsi tra loro su fodors o tripadvisor, adesso possono chiedere a persone che si occupano di questo per lavoro e ottenere risposte e simpatia in modo competente e veloce. Risorse su H-art Leonardo Piras – H-art34 lpiras@h-art.it Il keynote presentato da Leonardo Piras a Internet Better Tuscany su SlideShare di BTO Educational www.slideshare.net/BTOEducational/leonardo-piras-internet-better-tuscany-5-maggio-2011 Il website di H-art www.h-art.it Internet Better Tuscany è un progetto Un evento Un report
    • “VoglioVivereCosì”: Tuscany goes mobile! Mirko Lalli Responsabile Comunicazione e Marketing Fondazione Sistema Toscana Mirko Lalli3 a Internet Better Tuscany con uno speech tutto centrato sui trend del mobile in relazione alle persone che viaggiano. Si parte da una frase del CEO di Google Schmidt: “i bambini di oggi hanno 2 modi di esistere: dormire o essere online”, per poi passare a descrivere come i dispositivi mobile hanno radicalmente cambiato il nostro modo di vivere.35 I numeri parlano chiaro: il consumo di internet in modalità mobile è già realtà, un quarto della popolazione mondiale naviga sul web tramite mobile [+16% rispetto a inizio 2010] 3 Mirko Lalli è responsabile del marketing e della comunicazione di Fondazione Sistema Toscana. Esperto di comunicazione e marketing digitale, è l’ideatore e il coordinatore dei progetti di marketing non convenzionale sul web e i Social Media. Mirko ha sempre lavorato nel campo delle nuove tecnologie e della comunicazione, coniugando la formazione umanistica, l’esperienza di marketing, con la passione per il mondo Internet e i Nuovi Media; prima dell’esperienza attuale ha lavorato nel Gruppo Giunti, dopo una lunga esperienza come consulente. Speaker e docente di dinamiche, tecnologiche, sociali e di marketing, legate alla comunicazione sul web 2.0, i Social Media, il web marketing e quanto ruota attorno alla comunicazione digitale tra convergenza e crossmedialità. E lideatore e coordinatore del progetto ToscanaLab (www.toscanalab.it), è nella task-force della campagna di marketing e promozione turistica della Regione Toscana “VoglioVivereCosì“, per la quale ha ideato la Social Media Strategy e ha il compito di coordinare le attività di web-marketing e i lavori del “Social Media Team”. Docente nel Master in Social Media Marketing dell’Università IULM di Milano e dall’edizione 2010, oltre a far parte del corpo docente, è membro del Comitato Scientifico. Docente nel Master in Comunicazione dImpresa dellUniversità di Siena, Membro consiglio direttivo del WOMMI (Word of Mouth Marketing Italia), Membro del Comitato Innovazione Turismo del Ministero del Turismo. Mirko Lalli fa parte del Comitato Tecnico Scientifico di BTO Educational. Internet Better Tuscany è un progetto Un evento Un report
    • Questi nuovi stili modificano radicalmente la fruizione del viaggio, in tutte e tre le fasi del Turista sempre più 2.0: Pre-esperienza Esperienza Post-esperienza Da tutto questo, la Campagna VoglioVivereCosì ha proposto delle soluzioni innovative per il turista per fargli fruire al meglio l’esperienza Toscana, come Tuscany+, la prima app Augmented Reality pensata per il turismo, oppure VoglioVivereCosì Card & Games, anch’esse applicazioni mobile universali, multipiattaforma e gratuite. E poi Talk To Tuscany, la piattaforma di Questions & Answers basata esclusivamente sulle tematiche relative alla Toscana. Il filo conduttore dello speech di Mirko Lalli è sintetizzabile nel mantra di ToscanaLab: Internet36 Better Life, dove la tecnologia è solo un fattore abilitante per migliorare la propria vita, anche quella delle persone che iniziano a sognare il proprio viaggio, prepararlo, vivere l’esperienza, raccontarlo. Internet Better Tuscany è un progetto Un evento Un report
    • Risorse su Mirko Lalli Mirko Lalli – Responsabile Comunicazione e Marketing Fondazione Sistema Toscana http://flavors.me/mkl Il keynote presentato da Mirko Lalli a Internet Better Tuscany su SlideShare di BTO Educational www.slideshare.net/BTOEducational/mirko-lalli-internet-better-tuscany-5-maggio-2011 Rewind il panel moderato da Mirko Lalli “Mobile Better Tourism” alla III^ Edizione di BTO – Buy Tourism Online [2010] sul website di BTO Educational: www.btoeducational.it/index.php?rewind_bto_2k10_dayone Intervista a Mirko Lalli durante Social Media Week Rome 2011 http://youtu.be/Ap4jI3pc2cE37 Intervista a Mirko Lalli durante BTO – Buy Tourism Online 2010: http://youtu.be/4HCa76S5VA0 Internet Better Tuscany è un progetto Un evento Un report
    • Internet Better Tuscany [?] Metriche di un sogno a cura di BTO Educational Internet Better Tuscany è un appuntamento che noi di BTO Educational4 abbiamo consigliamo di non perdere anche ai forestieri, a cui il programma ha guardato proponendo una metodologia di valutazione delle metriche di una campagna di marketing territoriale. BTO Educational ha chiesto ad alcuni dei suoi amichetti di analizzare la finestra temporale della Campagna VoglioVivereCosì e portarci il loro punto di vista. Internet Better Tuscany [?] Metriche di un sogno a cura di BTO Educational Analisi dei dati del mercato turistico Toscano con:38 Alessandro Tortelli – Direttore Scientifico Centro Studi Turistici Marco Sprizzi – Market Manager Expedia.it Emilio Zappala – Market Manager Expedia.it Giulia Eremita – Country Manager Trivago.it Michele Aggiato – Country Manager Zoover.it & Head of Social Media Strategy Modera Robert Piattelli – Co-founder BTO Educational 4 BTO Educational è un’Associazione senza fine di lucro che nasce dall’esperienza BTO – Buy Tourism Online, levento edu-entertainment unico nel suo genere, giunto alla terza edizione consecutiva, lultima a Firenze, alla Stazione Leopolda, il 18 e 19 Novembre 2010. BTO Educational parte dal desiderio di trasferire la propria conoscenza e renderla fruibile a più persone possibili. L’obiettivo di BTO Educational è di “promuovere e sostenere la conoscenza, l’accessibilità, lo studio, il miglioramento, l’evoluzione, la condivisione, l’utilizzo, la diffusione di internet e la creazione di una cultura digitale consapevole, favorendo l’educazione e l’istruzione della collettività ad un utilizzo consapevole di internet” (Articolo 3 dello Statuto di BTO Educational). Internet Better Tuscany è un progetto Un evento Un report
    • Di Toscana e della sue città, di turismi di massa e di nicchia, della testa e della coda dei mercati, di ricerche sulle OLTA, prenotazioni alberghiere, sentiment e molto altro si è parlato Giovedì 5 Maggio, a Firenze.39 Internet Better Tuscany è un progetto Un evento Un report
    • Risorse su BTO Educational Le persone del Comitato Tecnico Scientifico, i Founders, gli Speakers di BTO Educational, il calendario degli appuntamenti su: www.btoeducational.it Le slide d’introduzione a Internet Better Tourism [?], metriche di un sogno di Robert Piattelli a Internet Better Tuscany su SlideShare di BTO Educational www.slideshare.net/BTOEducational/metriche-di-un-sogno-internet-better-tuscany www.facebook.com/BTO.Educational40 www.flickr.com/photos/btouniversity www.slideshare.net/BTOEducational www.youtube.com/BTOUniversity @buytourism BTO Educational – Co-founder Robert Piattelli 335 5373745 robert@btoeducational.it Internet Better Tuscany è un progetto Un evento Un report
    • La Toscana in rete: Check up Trivago! Giulia Eremita Country Manager Trivago.it Il check up presentato da Giulia Eremita5 si basa su dati relativi al Dicembre 2010 e su un campione di 5.029.480 di opinioni sui websites trivago e dei partners. La Toscana risulta essere nel 2010 una delle regioni italiane più recensite su trivago e siti partners, seconda solamente al Veneto per quanto riguarda la reputation ranking degli hotel e alla Lombardia in relazione alle hotels reviews.41 La Toscana ad oggi è la regione italiana con più strutture che risultano prenotabili on-line ( i dati trivago dicono 3.141 strutture), e la seconda dopo il Lazio per quanto riguarda la reputation sullo sharing di contenuti relativi agli hotel. Per quanto riguarda i volumi di ricerca, dall’aprile 2010 all’aprile 2011 in generale si nota un aumento significativo solamente per due regioni: Lombardia e Toscana ( + 11,50% ). 5 Giulia Eremita è Country Manager per trivago.it e lavora nella sede di Dusseldorf in Germania, occupandosi sia del Content e Community Development per trivago.it che dell’Hotel Relations per trivago Hotelier. Membro scientifico e didattico di alcuni progetti di formazione e ricerca nel campo dell’E-Tourism, Giulia collabora con BTO Educational ed è membro del Comitato per l’Innovazione e la Tecnologia del Ministero del Turismo. Giornalista pubblicista, Eremita ha conseguito una Laurea specialistica in Scienze della Comunicazione a Perugia, si è specializzata in Giornalismo internazionale a Londra e Roma. Precedentemente ha lavorato nell’ambito della comunicazione e del giornalismo per quotidiani locali e per l’agenzia stampa Ansa. Giulia Eremita fa parte del Comitato Tecnico Scientifico di BTO Educational. Internet Better Tuscany è un progetto Un evento Un report
    • I principali mercati dai quali provengono tali ricerche risultano essere quello italiano e quello inglese. In aumento anche le ricerche per quanto riguarda le top destinations, tra le quali la punta di diamante rimane Firenze. Un dato importante è quello relativo alle ricerche sui prezzi degli hotel effettuate nei principali mercati in cui è presente Trivago ( UK, FR, ES, DE, IT ), in particolare si nota che il 39,20% dei francesi e i 47,90% degli spagnoli concentra le proprie ricerche su Firenze, che rimane comunque la città su cui si effettuano più ricerche. Per quanto riguarda Pisa è interessante notare che sono gli spagnoli quelli che effettuano il maggior numero di ricerche per prezzo sulla città, mentre per Siena, nonostante i volumi più ridotti, risultano più importanti i dati che arrivano dall’Inghilterra. In Toscana si nota che mentre da Ottobre 2010 a Gennaio 2011 l’indice dei prezzi alberghieri era notevolmente dominuito sia per Firenze che per Pisa e Siena, in un solo mese (dal Marzo all’Aprile 2011) questi hanno subito un’impennata notevole.42 Igiudizio di Giulia Eeremita è che questo aumento rischia di essere negativo, è necessario abbassare i prezzi per rilanciare la destinazione, dato che oggi su on-lne non si prenota più soltanto a seconda della reputazione del luogo, ma anche a seconda del prezzo. Risorse su Giulia Eremita Giulia Eremita – Country Manager trivago.it giulia.eremita@trivago.it Rewind il panel con Giulia Eremita “Building a reputation strategy. Reviews sites are going social” alla III^ Edizione di BTO – Buy Tourism Online [2010] sul website di BTO Educational: www.btoeducational.it/index.php?rewind_bto_2k10_dayone Intervista a Giulia Eremita durante Social Media Week Milan 2010 http://youtu.be/h1X01aZg1lo Internet Better Tuscany è un progetto Un evento Un report
    • “VoglioVivereCosì” sul network Expedia Marco Sprizzi – Market Manager Expedia.it Emilio Zappala – Market Manager Expedia.it Expedia rappresenta un partner molto importante per la Campagna VoglioVivereCosì a sostegno del sistema turistico ricettivo della Toscana, grazie alla sua presenza internazionale che nel 2010 poteva contare su più di 20 sites worldwide e 52 Hotels.com nel mondo. La campagna “VoglioVivereCosì” sul network Expedia è andata online dal 10 Maggio al 30 Giugno 2010, su seguenti websites:43 Expedia US Expedia UK Expedia IT Expedia DE La visibilità veniva fornita in questo modo: su ogni ricerca effettuata sui siti di cui sopra e relativa ad una qualsiasi destinazione Italiana, appariva la campagna ADV di Regione Toscana a sostegno di “VoglioVivereCosì”. Questi i risultati raggiunti: • 8.212.000 esposizioni pubblicitarie, per un totale di 8.182 Clicks direttamente a www.turismo.intoscana.it • Un incremento € 270.000 di vendite di pernottamenti direttamente acquistati sul network dei website di Expedia, riconducibili alla campagna ADV a sostegno di “VoglioVivereCosì”. Internet Better Tuscany è un progetto Un evento Un report
    • Per avere una visione più dettagliata, Expedia ha fornito i dati relativi a Firenze, Siena e la Versilia per quanto riguarda a provenienza geografica del turista, il soggiorno medio e le booking windows. Partendo da Firenze i dati ci dicono che: • I 4 Paesi dov’è stata lanciata la campagna ADV a sostegno di “VoglioVivereCosì” risultano in crescita nel periodo di esposizione della campagna rispetto al periodo antecedente la stessa: USA +17% UK +20% Italia +42% Germania +25% a fronte di un incremento medio della destinazione del 15%. • Trend di abbassamento Soggiorno Medio (aumento del numero transazioni ma con una media soggiorno più bassa). • Contestuale trend 2011 per abbassamento Booking Window (anticipo prenotazione) a vantaggio delle prenotazioni Lastminute (forse grazie anche al fatto che Expedia è presente44 sul segmento mobile con la nuova applicazione per iphone “Mobiata”). Anche su Siena: • Aumento elevato di Camere Vendute sui 4 paesi associati alla Campagna ADV a sostegno di “VoglioVivereCosì” USA +37% UK +59% Italia +53% Germania +20% Questi paesi da soli rappresentano il 71% delle room night totali, a fronte di un incremento medio della destinazione del 20%. • Il Booking Window in leggera crescita passa dai 37 giorni del 2009 ai 38 giorni del 2010 (in aumento le prenotazioni negli ultimi 15 gg: +9% ed oltre i 90 gg: +13%). • Il soggiorno medio, in lieve diminuzione rispetto all’anno precedente, si attesta per il 2010 a 2.4 giorni (vs 2.5 giorni del 2009). Internet Better Tuscany è un progetto Un evento Un report
    • Per quanto riguarda la Versilia: • Anche in questo caso elevata crescita delle Room Night provenienti da USA +34% UK +95% Italia +37% Germania +52% con un’incidenza sul totale di quasi il 75%, a fronte di un incremento medio della destinazione del 32%. • Booking Window in diminuzione passa dai 25 giorni del 2009 ai 24 giorni del 2010 (in aumento le prenotazioni negli ultimi 15 gg: +14%). • Il soggiorno medio, stabile rispetto all’anno precedente, si attesta per il 2010 a 2.9 giorni. I contatti Marco Sprizzi – Market Manager Expedia.it45 smarco@expedia.com Emilio Zappala – Market Manager Expedia.it ezappala@expedia.com Internet Better Tuscany è un progetto Un evento Un report
    • Metriche, risorse e tendenze da operatori di mercato Alessandro Tortelli – Direttore Scientifico Centro Studi Turistici Alessandro Tortelli del Centro Studi Turistici6 dentro Internet Better Tuscany ha presentato una serie di tabelle con l’elaborazione dei dati relativi agli andamenti del turismo in Toscana negli ultimi anni. La finestra presa in considerazione è il periodo 2000 – 2010, il primo dato proposto è l’evoluzione della domanda turistica: Internazionale * + 39% Europa [UE 27] ** + 8% Italia ** + 9% Toscana ** + 14%46 * Arrivi ** Pernottamenti Sempre per il periodo 2000 – 2010 Il dato delle presenze turistiche mostra una crescita a livello Italia del 3%, mentre la Toscana segna un +10%. Per il periodo 2000 – 2010 Il dato delle presenze turistiche straniere mostra una crescita a livello Italia del 16%, mentre la Toscana segna un +18%. L’analisi prosegue con i dati sempre per il periodo preso in esame della permanenza media presso le strutture ricettive alberghiere ed extra alberghiere, per poi passare alla presentazione della 6 Il Centro di Studi Turistici di Firenze è una Associazione senza scopo di lucro composta da operatori pubblici e privati, creata nel 1975 dallAzienda di Soggiorno di Firenze, per svolgere attività di studio e di ricerca sulle diverse problematiche del turismo. Ppromuove e svolge indagini e studi sui problemi economici del turismo (compreso il turismo sociale e/o giovanile ed interregionale), organizza convegni di studio e dibattiti sui temi regionali, nazionali e internazionali di politica turistica, cura pubblicazioni a carattere scientifico ed operativo, istituisce un centro di documentazione e raccolta della letteratura turistica e delle fonti statistiche italiane ed internazionali, svolge funzioni di consulenza nei confronti delle Amministrazioni pubbliche nelle materie di pertinenza, svolge, altresì, corsi e seminari, sia in Italia che all’estero, e interviene per lo sviluppo delle attività turistiche e produttive in genere, gestisce e organizza in proprio e per enti pubblici corsi di formazione professionale Internet Better Tuscany è un progetto Un evento Un report
    • spesa media dei viaggiatori in Italia, facendo riferimento a dati Banca d’Italia relativi agli stranieri e ai dati dell’Istat sui Viaggi e Vacanze degli Italiani in Italia, per finire con la capacità ricettiva in Italia. Risorse su Centro Studi Turistici di Firenze Alessandro Tortelli – Direttore Scientifico Centro Studi Turistici di Firenze a.tortelli@cstfirenze.it Il keynote presentato da Alessandro Tortelli a Internet Better Tuscany su SlideShare di BTO Educational www.slideshare.net/BTOEducational/centro-studi-turistici-internet-better-tuscany-5-maggio-2011 Il website del Centro Studi Turistici di Firenze www.cstfirenze.it47 Internet Better Tuscany è un progetto Un evento Un report
    • Tuscany on Zoover Click e Reputation delle destinazioni e strutture ricettive Michele Aggiato – CM Trivago.it & Head of Social Media Strategy Michele Aggiato ha presentato a Internet Better Tuscany come giudicano le persone la destinazione Toscana e la sua offerta ricettiva, dall’osservatorio privilegiato di Zoover. Il primo dato è un giudizio di carattere generale: 7.8 [max 10.0] basato su 12.572 recensioni e relativo a “Voto medio per la voce Impressione Generale assegnato alle strutture ricettive della Toscana” Il secondo sguardo è un po’ tecnico ed è relativo al48 “Performance by Clicks Out 2010”, in parole povere quante volte le persone che visualizzano una proposta in Toscana ci cliccano sopra. Il dato sisura l’attrattività e posizione la Toscana come la 12^ destinazione mondiale, mentre nel ranking italiano è seconda solo alla destinazione Lago del Garda. Tra le destinazioni TOP in Toscana, qualche sorpresa: 1. Figline Valdarno 2. San Vincenzo 3. Marina di Bibbona 4. Casale Marittimo 5. Castagneto Carducci 6. Cecina mare 7. Firenze 8. Viareggio 9. Montescudaio 10. San Baronto Internet Better Tuscany è un progetto Un evento Un report
    • Tipologia d’alloggio più ricercato: 1. Campeggio 2. Villaggio turistico 3. Appartamenti 4. Case vacanze 5. Alberghi Criteri di ricerca più utilizzati: 1. Destinazioni sul mare 2. Ideale per bambini (child friendly) 1° regione italiana per numero di recensioni 26° su livello mondiale 1. Toscana 2. Lago di Garda e dintorni 3. Veneto 4. Lazio 5. Trentino e Alto Adige49 Risorse su Michele Aggiato Michele Aggiato – Country Manager Trivago.it & Head of Social Media Strategy m.aggiato@zoover.com Il keynote presentato da Michele Aggiato a Internet Better Tuscany su SlideShare di BTO Educational www.slideshare.net/BTOEducational/zoover-internet-better-tuscany-5-maggio-2011 Zoover www.zoover.com Internet Better Tuscany è un progetto Un evento Un report
    • Costruire una ApT 2.0: lo strano caso Maremma Francesco Tapinassi – Direttore Agenzia per il Turismo di Grosseto Francesco Tapinassi ha presentato a Internet Better Tuscany le attività della Agenzia per il Turismo di Grosseto, che dirige da Gennaio 2010. Il “caso” è interessante da studiare per l’utilizzo delle leve dell’innovazione come fattore abilitante per intraprendere un percorso di riposizionamento del territorio, sia verso i principali mercati turistici di riferimento, sia verso gli attori dell’intero ecosistema della Provincia di Grosseto. Francesco Tapinassi ha illustrato le fase del progetto che è stato fin dall’inizio costruito con la partecipazione attiva degli operatori della lunga50 filiera turistico ricettiva, i portatori d’interesse e la governance del territorio. La prima tappa di questo processo di progettazione partecipata sono stati gli Stati Generali del Turismo della Maremma a Marzo 2010, poi una tappa di verifica durante il ToscanaLab di Massa Marittima del 28 Marzo scorso, per finire con PM’15 Progetto Maremma 2015 a Castiglione della Pescaia del 15 e 16 Aprile. Le fasi del progetto ApT 2.0 ✓ passaggio da una comunicazione one to many ad una one to one ✓ costruzione di un “ecosistema “ turistico” nella logica win-win ✓ individuazione della funzione di ascolto come primaria nella relazione (dal monologo al dialogo) ✓ consapevolezza dell’importanza del mantenimento della relazione nel tempo ✓ presidio delle tre fasi del viaggio: pre-trip, in-trip, post-trip Internet Better Tuscany è un progetto Un evento Un report
    • Cosa è stato fatto ✓ nuova comunicazione ( output operatori e ospiti) ✓ nuovo sito web ✓ piattaforma cms per database informazionale ✓ coinvolgimento IAT e generazione pagine Facebook ✓ generazione newsletter e database utenti CRM ✓ nuova procedura della gestione del complaint ✓ partecipazioni a fiere e manifestazioni ✓ creazione del welcome kit Risorse sull’ApT 2.0 della Maremma Francesco Tapinassi – Direttore Agenzia per il Turismo di Grosseto f.tapinassi@provincia.grosseto.it Il keynote presentato da Francesco Tapinassi a Internet Better Tuscany su SlideShare di BTO Educational51 www.slideshare.net/BTOEducational/il-caso-maremma-internet-better-tuscany-5-maggio-2011 Il website ufficiale del Turismo in Maremma www.turismoinmaremma.it Internet Better Tuscany è un progetto Un evento Un report
    • Strategie per il futuro del Turismo in Toscana Chiusura Cristina Scaletti Assessore a Turismo, Cultura e Commercio Regione Toscana Cristina Scaletti ha chiuso i lavori di Internet Better Tuscany con una presentazione delle strategie di Regione Toscana a sostegno del Turismo. Cristina Scaletti ha confermato la centralità che il web ha nelle scelte in chiave di promozione della destinazione Toscana, evidenziando che però non è più sufficiente il solo website, anche se di grande popolarità come il portale ufficiale del Turismo in52 Toscana, www.turismo.intoscana.it. L’obiettivo è che tutto il sistema turistico regionale faccia propria questa scelta, solo a questa condizione si possa creare i presupposti per una Toscana veramente 2.0. La prima condizione è data dalla rete NecsTour. Essa costituisce il carattere innovativo, dal punto di vista metodologico, di progettazione centrata su due pilastri: dialogo sociale misurazione dei fenomeni Il progetto Toscana Turistica Sostenibile & Competitiva persegue valori di sostenibilità sociale e ambientale per la competitività dell’attività turistica. In questa direzione Regione Toscana ha presentato al Ministero per l’Innovazione un Progetto di Eccellenza specifico che vuole diffondere sul territorio strumenti e cultura del Web 2.0 Internet Better Tuscany è un progetto Un evento Un report
    • Cinque linee di intervento: • Conoscenza • Infrastrutturazione • Prodotto • Formazione • Cluster CONOSCENZA La prima linea (Conoscenza) si propone: • di ampliare il patrimonio informativo del viaggiatore e su ciò che ricerca nel website della regione • di conoscere la web reputation della Toscana • di facilitare la valutazione partecipata da parte del turista delle esperienze fatte53 INFRASTRUTTURAZIONE La seconda linea (infrastrutturazione) si propone: • La copertura del servizio WiFi in zone sperimentali e circoscritte • La creazione sul territorio di punti informativi tramite terminali interattivi • Lo sviluppo e realizzazione di una smartcard in formato elettronico che preveda l’erogazione di servizi a valore aggiunto PRODOTTO La terza linea (Prodotto) è relativa al potenziamento dei servizi ad alto valore innovativo • costituzione di cluster di prodotto e coordinamento dei flussi informativi tra i soggetti, mediante la creazione di piattaforme tecnologiche collaborative • realizzazione di percorsi/itinerari disponibili in formato elettronico • integrazione dei cluster turistici con progetti regionali sul commercio, artigianato e agricoltura (esempio: Vetrina Toscana) • tecnologie per la profilazione di utenti per club di prodotto. Internet Better Tuscany è un progetto Un evento Un report
    • FORMAZIONE La quarta linea (Formazione/informazione) è destinata ad accompagnare le altre linee con l’attivazione di percorsi formativi e informativi per la qualificazione del personale (sia pubblico che privato) che opera nei settori interessati dalle azioni svolte con il progetto. CLUSTER la quinta linea di intervento (Cluster) prevede la creazione di cluster di destinazione turistica di eccellenza (anche di livello sovraregionale) espressamente riferite ad un’offerta turistica integrata, secondo i criteri di sostenibilità e competitività elaborati dalla rete europea NECSTouR WWW.TURISMO.INTOSCANA.IT Il sito turismo.intoscana.it dovrà puntare a: • Rafforzare il sistema di booking online • Potenziare e incrementare la sezione dei prodotti tematici • Sviluppare le applicazioni innovative su “mobile” • Integrare maggiormente il portale regionale con i siti istituzionali espressione del territorio54 • Stringere alleanze e collaborazione con i grandi attori del web per aumentare il numero di turisti contattati CONCLUSIONI Tutto ciò non sarà sufficiente se non si svilupperà un rapporto quotidiano e sinergico fra PUBBLICO e PRIVATO Il successo di questa strategia sta in una condivisione di intenti e in una stretta collaborazione fra operatori turistici e infrastruttura pubblica. Internet Better Tuscany è un progetto Un evento Un report
    • Risorse su Cristina Scaletti Cristina Scaletti – Assessore al Turismo, Cultura e Commercio di Regione Toscana cristina.scaletti@regione.toscana.it Tutto su Cristina Scaletti [staff, biografia, newsletter] sul portale di Regione Toscana www.regione.toscana.it/cristinascaletti/staff/index.html Il keynote di chiusura presentato da Cristina Scaletti a Internet Better Tuscany su SlideShare di BTO Educational www.slideshare.net/BTOEducational/cristina-scaletti-internet-better-tuscany-chiusura-5-maggio-2011 Risorse su NECSTouR Il website55 www.necstour.eu Il documento d’introduzione a NECSTouR su SlideShare di BTO Educational [ENG] www.slideshare.net/BTOEducational/necstour-introduction Il documento della strategia NECSTouR su SlideShare di BTO Educational [ENG] www.slideshare.net/BTOEducational/necstour-strategy Il documento della strategia NECSTouR su SlideShare di BTO Educational [ENG] www.slideshare.net/BTOEducational/necstour-agenda-for-a-sustainable-and-competitive-european-tourism-2007 Internet Better Tuscany è un progetto Un evento Un report