L'energia delle imprese: tra rinnovabili, innovazioni ed export | Presentazione Ajassa
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

L'energia delle imprese: tra rinnovabili, innovazioni ed export | Presentazione Ajassa

on

  • 405 views

 

Statistics

Views

Total Views
405
Views on SlideShare
127
Embed Views
278

Actions

Likes
0
Downloads
2
Comments
0

1 Embed 278

http://mestiereimpresa.it 278

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

L'energia delle imprese: tra rinnovabili, innovazioni ed export | Presentazione Ajassa L'energia delle imprese: tra rinnovabili, innovazioni ed export | Presentazione Ajassa Presentation Transcript

  • Il contesto economico Uno sguardo d’insieme Giovanni Ajassa Responsabile Servizio Studi Napoli, 20 maggio 2014
  • 2 La professione del banchiere, il mestiere dell’economista Prima dei numeri, qualche parola Il banchiere non deve conoscere soltanto un' industria, ma tutte quelle a cui dà credito. Luigi Einaudi The only function of economic forecasting is to make astrology look respectable. John K. Galbraith
  • 3 Una debole ripresa da consolidare attraverso scelte importanti Come riassumere il contesto economico? Fuori dal tunnel Dentro uno svincolo
  • 4 Solo quattro punti di deficit pubblico in eccesso, negli USA 44 Sei anni di tunnel senza spinte
  • 5 Attenzione alla globalizzazione “n x m” Fuori dal tunnel, un mondo che cresce
  • 6 L’opportunità di riportare i capitali verso l’Italia Fuori dal tunnel, molta finanza Tredici a uno Verso quota 100
  • 77 Fuori dal tunnel: non solo paesi e governi Le grandi TNC, driver globali di tecnologia e investimenti
  • 8 Servono misure non convenzionali contro i rischi di deflazione Fuori dal tunnel: problemi europei, di prezzi e di cambi Inflazione (troppo) bassa Euro (troppo) über alles
  • 9 Avanti su redditi, competitività, occupazione, pagamenti e credito Italia: uscire dalla rotatoria dei crunch Income Crunch • Oltre 9 punti in meno di consumi reali • Meno 10 punti di potere d’acquisto per le famiglie Competitve Crunch • -26 % di investimenti fissi lordi rispetto al 2008 • +8% di CLUP vs la Spagna dal 2012 Job Crunch • 2,5 milioni di occupati in meno in età 15- 44 anni vs 2007 • Tasso generale disoccupazione dal 6 al 13 per cento Payment Crunch • 90 miliardi di arretrati impagati della PA di cui ora rimborsati 24 mld. (26%) Credit Crunch • Da fine 2011 115 mld meno di prestiti vivi alle imprese • 210 miliardi di crediti deteriorati delle imprese (x3 da 2008)
  • 10 Troppo pochi occupati: gli effetti della recessione, e non solo 60 milioni di italiani, 22 milioni di occupati, un milione in meno rispetto al 2007 Un gap generazionale Più disoccupati giovani
  • 11 Recuperare un ritardo che viene da lontano Oltre il crunch degli investimenti
  • 12 Metabolizzare le conseguenze della crisi Oltre il crunch del credito
  • 1313 Fuori dal credit crunch? Qualche luce: tra dicembre e febbraio +14 miliardi
  • 14 Serve un ribilanciamento delle fonti di finanziamento Oltre i crunch, una finanza diversa Molti prestiti Pochi bond Poco equity
  • 15 Meno costosi Verso un’Italia più competitiva
  • 16 In Cina da 49 a 284 miliardi di dollari, in Italia da 25 a 22 miliardi Verso un’economia e una cultura dell’innovazione 2007: Italia nona 2014: Italia tredicesima
  • 17 Dal 2008 328mila imprese italiane hanno investito in tecnologie green Verso un’Italia più « green » Più innovazione Meno emissioni Più esportazioni
  • 18 Uno sviluppo che tuteli le possibilità delle future generazioni Verso uno sviluppo sostenibile e solidale «E’ per me l’uomo della povertà, l’uomo della pace, l’uomo che ama e custodisce il creato; in questo momento anche noi abbiamo con il creato una relazione non tanto buona, no?» La Terra ha risorse finite