Punteggiatura

3,538 views

Published on

Lezioni italiano per la comunicazione

Published in: Education
0 Comments
3 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
3,538
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
355
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
3
Embeds 0
No embeds

No notes for slide
  • http://momentsofwonderful.wordpress.com/2007/02/17/eats-shoots-and-leaves/
  • Punteggiatura

    1. 1. Punteggiatura Italiano per la comunicazione 7 marzo 2011
    2. 2. Segni paragrafematici <ul><li>punteggiatura </li></ul><ul><li>barre oblique </li></ul><ul><li>parentesi </li></ul><ul><li>asterisco </li></ul><ul><li>virgolette e lineette </li></ul><ul><li>trattino </li></ul>
    3. 3. Segni paragrafematici <ul><li>I segni paragrafematici concorrono alla formazione della corretta grafia secondo l’ortografia di una determinata lingua. </li></ul><ul><li>La loro mancanza è un vero e proprio errore ortografico. </li></ul>
    4. 4. Funzioni della punteggiatura pause legate a ragioni espressive e pragmatiche B) riflesso della lingua parlata scansione, separazione e connessione di segmenti sintattici A) elemento specifico della lingua scritta
    5. 5. Funzioni della punteggiatura <ul><li>1. Funzione segmentatrice-sintattica: </li></ul><ul><li>Distanziare i diversi componenti del testo e segnalare i rapporti sintattici all’interno delle frasi complesse. </li></ul><ul><ul><li>Rinaldo uccise il cavaliere senza armatura. </li></ul></ul><ul><ul><li>Rinaldo uccise il cavaliere, senza armatura. </li></ul></ul>
    6. 6. Funzioni della punteggiatura <ul><li>A panda walks into a cafe. He orders a sandwich, eats it, then draws a gun and fires two shots in the air. </li></ul><ul><li>“ Why?” asks the confused waiter, as the panda makes towards the exit. The panda produces a badly punctuated wildlife manual and tosses it over his shoulder. </li></ul><ul><li>“ I’m a panda,” he says at the door. “Look it up.” </li></ul><ul><li>The waiter turns to the relevant entry, and sure enough, finds an explanation. </li></ul><ul><li>“ Panda. Large black-and-white bear-like mammal, native to China. Eats, shoots and leaves.” </li></ul><ul><li>shoots: spara / germoglio </li></ul><ul><li>leaves: se ne va / foglie </li></ul>
    7. 7. Funzioni della punteggiatura <ul><li>Dear Jack, </li></ul><ul><li>I want a man who knows what love is. All about you are generous, kind, thoughtful people, who are not like you. Admit to being useless and inferior. You have ruined me. For other men I yearn! For you I have no feelings whatsoever. When we’re apart I can be forever happy. Will you let me be? </li></ul><ul><li>Yours, </li></ul><ul><li>Jill </li></ul><ul><li>Dear Jack, </li></ul><ul><li>I want a man who knows what love is all about. You are generous, kind, thoughtful. People who are not like you admit to being useless and inferior. You have ruined me for other men. I yearn for you. I have no feelings whatsoever when we’re apart. I can be forever happy – will you let me be yours? </li></ul><ul><li>Jill </li></ul>
    8. 8. Funzioni della punteggiatura <ul><li>2. Funzione enunciativa: </li></ul><ul><li>Legata a fattori espressivi e a fattori pragmatico-testuali (informativi). </li></ul><ul><li>Separazione del tema di una frase: </li></ul><ul><ul><li>È tutto meno che eversivo, il progetto su cui stiamo ragionando in queste ore. </li></ul></ul><ul><ul><li>De Gennaro ha ricevuto il terzo rapporto, sugli scontri di piazza. </li></ul></ul><ul><li>Riflesso delle pause intonative del parlato. Lo stacco evidenzia l’elemento e pone con forza l’attenzione del lettore sull’elemento separato: </li></ul><ul><ul><li>Renzo, s’incammin ò con la sua pace... (Manzoni, I promessi sposi , cap. 33) </li></ul></ul>
    9. 9. Funzioni della punteggiatura <ul><li>3. Funzione emotivo-intonativa: </li></ul><ul><li>Legata ad una particolare linea intonativa </li></ul><ul><li>punto esclamativo, punto interrogativo e dei puntini di sospensione </li></ul>
    10. 10. Funzioni della punteggiatura <ul><li>3. Funzione metalinguistica: </li></ul><ul><li>Consiste nell’uso di determinati segni interpuntori per inserire elementi di spiegazioni </li></ul><ul><li>parentesi, lineette, virgolette </li></ul>
    11. 11. La punteggiatura e la tipologia testuale + + 4. metalinguistica + -/+ 3. emotivo-intonativa + - 2. enunciativa (espressiva) + + 1. segmentatrice-sintattica Testi creativi Testi argomentativi Tipo di testo / Funzione della punteggiatura
    12. 12. La punteggiatura e la tipologia testuale <ul><li>Scrittura giornalistica: </li></ul><ul><ul><li>finalit à denotativa </li></ul></ul><ul><ul><li>finalit à connotativa espressiva (in particolare nel giornalismo italiano) </li></ul></ul>http://www.repubblica.it/ (06.03.2011)
    13. 13. La punteggiatura e la tipologia testuale <ul><li>Usi non canonici della punteggiatura nelle scritture letterarie e creative: </li></ul><ul><ul><li>Senza aspettar risposta, fra Cristoforo, and ò verso la sagrestia ( I promessi sposi , cap. 8) </li></ul></ul><ul><ul><li>[...] sentendo ora pi ù vivamente, che la vita è un suo dono ( I promessi sposi , cap. 36) </li></ul></ul>
    14. 14. La punteggiatura e la tipologia testuale <ul><li>Oil of Olaz, active beauty fluid: bevanda ufficiale della tua pelle. </li></ul><ul><li>Sheridan’s: 1/3 delicato alla crema, 2/3 deciso al caff è e al cioccolato. Original double Irish liqueur. </li></ul>
    15. 15. Uso e abuso dei principali segni di interpunzione
    16. 16. La virgola: uso obbligatorio <ul><li>All’interno di una proposizione per separare gli elementi di una lista priva di congiunzioni </li></ul><ul><ul><li>Ho comprato patate, zucchine, pane, pasta. </li></ul></ul><ul><li>All’interno di un periodo tra due o pi ù proposizioni coordinate per asindeto </li></ul><ul><ul><li>In questo periodo la mia vita molto monotona: al ritorno dal lavoro studio per tre ore, vado a fare una passeggiata, ceno, vado a dormire . </li></ul></ul><ul><li>A separare una subordinata posposta che abbia forte autonomia rispetto alla principale </li></ul><ul><ul><li>Verr ò a trovarti, nonostante tu dica di non desiderarlo. </li></ul></ul>
    17. 17. La virgola: uso facoltativo <ul><li>All’interno di una proposizione a separare dagli altri elementi un complemento esteso </li></ul><ul><ul><li>Durante la scorsa caldissima estate, sono stato in montagna. </li></ul></ul><ul><li>Tra una subordinata che precede la principale e la principale stessa </li></ul><ul><ul><li>Quando dormo male, mi sento stanco per tutta la giornata. </li></ul></ul><ul><li>Con incisi in presenza di connettivi dal valore oppositivo o testuale ( per ò , infatti, tuttavia ) </li></ul><ul><ul><li>Tutti, infatti, lo stimavano. Tuttavia, non credo che tu abbia ragione. Tu sei brava, per ò non hai sempre ragione. </li></ul></ul><ul><li>Tra due proposizioni coordinate introdotte da congiunzioni come ma, o </li></ul><ul><ul><li>Mangia moltissimo, ma non ingrassa. Vieni a casa con noi, o resti fuori? </li></ul></ul>
    18. 18. La virgola: da non usare <ul><li>Tra soggetto e predicato </li></ul><ul><ul><li>Un centro urbano, gode di maggiore prestigio linguistico. </li></ul></ul><ul><li>Tra predicato e complemento </li></ul><ul><ul><li>Abbiamo trascritto, il risultato delle registrazioni. </li></ul></ul><ul><li>Prima di proposizioni oggettive </li></ul><ul><ul><li>Ho detto, che sarei venuto. </li></ul></ul><ul><li>Subito dopo il che introduttore di proposizione </li></ul><ul><ul><li>Va ricordato che, sono tratti vitali. </li></ul></ul>
    19. 19. La virgola: casi particolari <ul><li>Si usa: </li></ul><ul><li>Con le relative appositive </li></ul><ul><ul><li>Cerco una ragazza, che parla francese. </li></ul></ul><ul><li>Prima di un elemento appositivo </li></ul><ul><ul><li>Ho letto il libro di Camilleri, il noto scrittore siciliano. </li></ul></ul><ul><li>Non si usa: </li></ul><ul><li>Prima delle relative restrittive </li></ul><ul><ul><li>Cerco una ragazza che parli francese. </li></ul></ul><ul><li>Prima di un elemento determinante per il senso della frase </li></ul><ul><ul><li>Dammi il libro con la copertina rossa. </li></ul></ul>
    20. 20. Il punto e virgola <ul><li>Per separare termini di un elenco se lunghi o se contengono al loro interno altra punteggiatura </li></ul><ul><ul><li>Ho visto molti oggetti tipici al mercato di Luxor: spezie, coloratissime e di tutti i tipi; tuniche per donna, per uomo e per bambini; profumi ed essenze; oggetti di artigianato diversi. </li></ul></ul><ul><li>Per separare proposizioni </li></ul><ul><ul><li>Sono andato a casa per accogliere gli amici; ho preparato tutto per l’aperitivo, mettendo sulla tavola bottiglie e salatini; ho chiuso il cane in cucina; finalmente tutto era pronto quando loro sono arrivati. </li></ul></ul>
    21. 21. I due punti <ul><li>Per introdurre il discorso diretto </li></ul><ul><ul><li>Maria disse: “N o n credevo che saresti venuto ” </li></ul></ul><ul><li>Per introdurre elementi informativi ed esplicativi in aggiunta </li></ul><ul><ul><li>Ho comprato alcune cose per la cena: verdure da cucinare alla griglia, formaggio, pane, birra. </li></ul></ul><ul><ul><li>Il re diede il solito comando: entr ò la guardia che port ò via il prigioniero. </li></ul></ul><ul><ul><li>Non mi sento di fare il viaggio: andrai da solo. </li></ul></ul><ul><li>Da evitare: per introdurre elenchi direttamente legati al verbo </li></ul><ul><ul><li>Gli esperti hanno esaminato: questioni economiche, problemi politici, difficolt à giuridiche. </li></ul></ul>
    22. 22. Il punto fermo <ul><li>Il punto fermo rappresenta l’interruzione massima all’interno del periodo. </li></ul><ul><li>Nell’italiano di oggi si nota la tendenza di abusarne (subordinate spezzate). </li></ul><ul><ul><li>È arrivato il ministro. Che ripartir à domani. </li></ul></ul><ul><ul><li>La manovra, assicura il governo, migliorer à i conti pubblici. Favorendo anche i cittadini. </li></ul></ul>
    23. 23. Il punto esclamativo e il punto interrogativo <ul><li>Il punto interrogativo e il punto esclamativo sono marche dell’intonazione e segnano un enunciato con intonazione interrogativa e un enunciato con intonazione interrogativa. </li></ul>
    24. 24. I puntini di sospensione <ul><li>Sospensione di varia natura nel discorso </li></ul><ul><ul><li>« C io è ...» rispose, con voce tremolante, Don Abbondio (I promessi sposi, cap. 1) </li></ul></ul><ul><li>Cambio di progettazione del discorso </li></ul><ul><ul><li>Mia sorella... tu sai che cosa è successo? </li></ul></ul><ul><li>Omissione di una parte del testo che si cita </li></ul><ul><ul><li>Molto bella la presentazione di Don Abbondio prima del colloquio con Renzo: « S i racconta che il principe di Cond é dorm ì profondamente [...] Don Abbondio in vece non sapeva altro ancora se non che [...]» </li></ul></ul>
    25. 25. Virgolette <ul><li>Le virgolette sono pericolose. Dietro quel vezzeggiativo, si nasconde il segno pi ù perfido dell’ortografia. Innanzitutto quelle signorinette – gambette che si agitano nel twist paragrafematico: vergona! – sono tante. Possono essere altre o all’inglese (“ ”), basse o francesi o sergenti (« » ) , semplici o apici (‘ ’). Le virgolette alte e basse si usano indifferentemente per le citazioni, o per circoscrivere il discorso diretto. Per ò , coerenza. Se si aprono le virgolette basse (francesi), non si possono chiudere quelle alte (inglesi): faremmo un torno all’italiano. </li></ul><ul><li>Gi à che ci siamo, risolviamo un dubbio comune. I segni di interpunzione si mettono di solito dopo aver chiuso le virgolette. </li></ul><ul><ul><ul><li>Letizia disse: « N on so chi è Lenin » . E riprese a guardare il Tg4. </li></ul></ul></ul><ul><li>Fanno eccezione i punti esclamativi e interrogativi appartenenti alle frasi citate. </li></ul><ul><ul><ul><li>Letizia disse: « C hi è Lenin? » . E riprese a guardare il Tg4. </li></ul></ul></ul><ul><li>Fin qui, tutto bene. Qualche giovane narratore ha per ò deciso di rinunciare alle virgolette col discorso diretto, rendendosi cos ì incomprensibile; ma sono affari suoi. </li></ul>
    26. 26. Virgolette <ul><li>Altra deformazione: le virgolette vengono utilizzate, sempre pi ù spesso, per prendere le distanze dalle parole che si stanno usando. Questo è irritante; anzi, vigliacco. Se vuoi dire che scrivo da schifo, dillo. Non menare il can per l’aia e la virgoletta per l’aria ( « C aro Severgnini, il suo ultimo “p e zzo” è un po’ “i n solito”. L’ho fatto “a s saggiare” al mio collega Filippo, quello “c o lto”, e ha vomitato la brioche » ) . </li></ul><ul><li>Meno grave, ma altrettanto indisponente, è il corsivo enfatico, utilizzato per attirare l’attenzione su un vocabolo o un’espressione. Scrivendo con il computer è facile da ottenere. Ma se io voglio veramente sottolineare una parola, devo riuscirci in altro modo. È troppo facile ricorrere a questi trucchetti. Chiaro , amici formattatori? </li></ul><ul><li>Torniamo alle virgolette. Sono ammissibili quando si intende segnalare che un vocabolo è stato creato per l’occasione. Tra poco parleremo, per esempio, di “ m aiuscolite ” per protestare contro l’eccesso di maiuscole. Quest’uso è accettabile, a patto di non esagerare. Se in un periodo compaiono quattro neologismi tra virgolette, suggeriamo la prova del palloncino per l’autore ( « La “m a iuscolite” è una “g r afosindrome” diffusa tra i “p a leoscriventi” e rivela un “t r oppismo” enfatico davvero eccessiv o » ) . </li></ul>
    27. 27. Virgolette <ul><li>Sgridate anche coloro che, parlando, dicono: “ T ra virgolette… ” . Se poi accompagnano l’orrenda espressione con un gesto – mani alzate, le dita che si contraggono nell’aria, come se dovessero fare solletico sotto le ascelle di Fassino – nessuna esitazione: schiaffeggiateli. </li></ul><ul><li>Siate severi anche con noi, professionisti della scrittura. Sui giornali italiani, per esempio, vanno di moda le « v irgolette creative » : vengono giustificate con la necessit à di sintesi ed efficacia in un titolo. Per esempio: </li></ul><ul><li>IL PAPA DICE: « V IVA LA TURCHIA! » </li></ul><ul><li>Uno legge e pensa: per ò , com’ è spigliato Sua Santit à ! Poi legge il pezzo e scopre che l’interessato non ha detto nulla del genere. Ha solo espresso stima per il popolo turco, usando un linguaggio pontificio. Lo stesso è accaduto a Giorgio Napolitano. </li></ul><ul><li>« S U NAPOLI HO DATO LA SCOSSA » </li></ul><ul><li>In verit à , il Presidente ha detto: « V olevo dare una scossa e impegnare il governo a fare di pi ù per Napoli » . Ho dato/volevo dare: è diverso, se ci pensate. </li></ul><ul><li>Ma volete pensarci, in questo casino nazionale? Senza virgolette, naturalmente. </li></ul>Beppe Severgnini (2007), L’italiano. Lezioni semiserie , Milano: Rizzoli, pp. 93-95.
    28. 28. Virgolette da: http://www.repubblica.it/ 06.03.2011
    29. 29. Testo di riferimento <ul><li>Bonomi, I. et al. (2010 2 ), Elementi di linguistica italiana , Roma: Carocci, pp. 127-133. </li></ul>
    30. 30. Esercizi <ul><li>A) L’uso normativo della punteggiatura </li></ul><ul><li>Nella cattiva scrittura si colgono infiltrazioni del parlato: correggete le seguenti frasi tratte da alcuni testi postali e spiegate perch é la punteggiatura è stata usata in modo non appropriato. </li></ul>
    31. 31. Esercizi <ul><li>Gli studenti « o rfani » di dipendenti postelegrafonici, godranno di ospitalit à gratuita. </li></ul><ul><li>La Mostra, rientra nell’ambito di una sempre pi ù ampia collaborazione Poste-Fondazione Tera. </li></ul><ul><li>[...] qualora la Commissione Medica istituita presso l’Ospedale Militare competente accerti la impossibilit à assoluta e permanente , del dipendente a prestare qualsiasi attivit à lavorativa restituir à all’Ente richiedente il verbale [...] </li></ul><ul><li>Nelle giornate suddette presso il circuito di Pergusa si svolgeranno le gare dello CHALLENGE F355 e dello CHALLENGE STORICO FERRARI, inoltre per il 9 novembre è prevista la presenza dei piloti M. Schumacher ed E. Irvine. </li></ul><ul><li>Innanzitutto il divieto di fumare deve essere applicato a tutti i locali, in cui la generalit à degli amministrati e degli utenti accede negli orari stabiliti, quindi vanno assoggettati al divieto tutti i locali nei quali vengono erogati servizi al pubblico [...] </li></ul>
    32. 32. Soluzioni <ul><li>1-2: separano con la virgola il soggetto e il verbo. Quest’uso tradisce la scansione tipica del parlato. </li></ul><ul><li>3. La virgola è usata per segnalare l’intonazione anche a costo di dividere determinante e determinato. Che la virgola abbia una funzione enfatica è dimostrato anche dall grassetto. </li></ul><ul><li>4-5: La virgola divide due periodi sintatticamente autonomi; inoltre e quindi introducono una frase indipendente e dovrebbero essere separati dalla precedente da un punto o da un punto e virgola oppure, se il valore è cataforico (come nel caso di infatti ), da due punti. </li></ul>Bruni, F. & Raso, F. (2002) (a cura di), Manuale dell’italiano professionale , Bologna: Zanichelli, p. 10.
    33. 33. Esercizi <ul><li>B) L’uso creativo della punteggiatura </li></ul><ul><li>L’uso non normativo della punteggiatura rappresenta una delle caratteristiche del linguaggio pubblicitario. Inserite nelle seguenti frasi i segni interpuntori e le maiuscole, laddove fosse necessario, per ottenere dei testi e degli slogan efficaci. </li></ul>
    34. 34. Esercizi <ul><li>1. Il profumo di Christian Dior c’ è qualcosa in voi è Dior </li></ul><ul><li>2. Essenziale nelle linee raffinata nei particolari rigorosamente bianca cos ì Giorgio Armani ha creato la sua nuova biancheria intima </li></ul><ul><li>3. Olidata the new computer industry oggi il pc spento va di modem </li></ul><ul><li>4. S ì oggi c’ è un nuovo gusto per dimagrire il gusto un po’ selvatico di Enervit Protein ai frutti di bosco Enervit Protein è l’unico alimento dietetico dimagrante che agisce sull’organismo eliminando i grassi e trasformandoli in energia </li></ul>
    35. 35. Le versioni originali <ul><li>1 . Il profumo di Christian Dior: c’ è qualcosa in voi, è Dior! </li></ul><ul><li>2. Essenziale nelle linee, raffinata nei particolari, rigorosamente bianca: cos ì Giorgio Armani ha creato la sua nuova biancheria intima. </li></ul><ul><li>3. Olidata: the new computer industry. Oggi il pc spento va di &quot;modem&quot;. </li></ul><ul><li>4. S ì , oggi c’ è un nuovo gusto per dimagrire: il gusto un po’ selvatico di Enervit Protein ai frutti di bosco. Enervit Protein è l’unico alimento dietetico dimagrante che agisce sull’organismo eliminando i grassi e trasformandoli in energia. </li></ul>Esempi da: http://www.advertisingadvice.it/pageadv.htm

    ×