Ferdinando Azzariti fazzari@tin.it  LA COOPERAZIONE SCELTA STRATEGICA PER LO SVILUPPO DELLE COMUNITA’ VENETE Le caratteris...
“…  se un Nuovo Mondo venisse scoperto ora,  lo  sapremmo vedere ? Sapremmo scartare dalla nostra mente tutte le immagini ...
Il recente passato del Nord Est <ul><li>il vero fenomeno inatteso  </li></ul><ul><li>il combinarsi di conoscenza, capitale...
I maggiori cambiamenti nel decennio appena trascorso 1- il Territorio che cambia 2- il nuovo modello di sviluppo economico...
I maggiori cambiamenti nel decennio appena trascorso <ul><li>1- il Territorio che cambia </li></ul><ul><li>Il Nord Est com...
I maggiori cambiamenti nel decennio appena trascorso 2- il nuovo modello di sviluppo economico (“il postfordismo”) Poca Gr...
I maggiori cambiamenti nel decennio appena trascorso <ul><li>3- il lavoro che cambia forme e varietà  </li></ul><ul><li>Ma...
I maggiori cambiamenti nel decennio appena trascorso <ul><li>4- i nuovi soggetti  che stanno cambiando la realtà </li></ul...
Questi cambiamenti nel decennio appena trascorso Hanno comportato la presenza di numerosi soggetti appartenenti al  Terzo ...
Quale Ruolo per l’Unione Regionale del Veneto? Valorizzazione competenze e professionalità per coniugare  il ruolo politic...
Quale Ruolo per l’Unione Regionale del Veneto? Il ruolo politico   Attenta e positiva azione di concertazione, di relazion...
Quale Ruolo per l’Unione Regionale del Veneto? Il ruolo associativo   “ Faro” nel cogliere esigenze innovative nel prossim...
L’Organizzazione cooperativa: un mondo in cambiamento Focus sulle funzioni tipiche dell’Organizzazione   “ Funzione politi...
L’Organizzazione cooperativa: un mondo in cambiamento Focus su  azioni di sistema   “ Formazione continua” “ Consulenza op...
AUSPICIO 1 BENCHMARKING (“BEST PRACTISES”) DI MODELLI PER  MIGLIORARE : A- LE VS. COMPETENZE B- LA VS. AUTO-MOTIVAZIONE C-...
AUSPICIO 2 I Risultati del Percorso Formativo  L’IMPORTANZA DI FARE RETE La storia del padre saggio ed i 17 cammelli
AUSPICIO 2 I Risultati del Percorso Formativo  L’IMPORTANZA DI FARE RETE La storia del padre saggio ed i 17 cammelli Lasci...
AUSPICIO 2 I Risultati del Percorso Formativo  L’IMPORTANZA DI FARE RETE La storia del padre saggio ed i 17 cammelli Arriv...
AUSPICIO 2 I Risultati del Percorso Formativo  L’IMPORTANZA DI FARE RETE La storia del padre saggio ed i 17 cammelli Ed il...
Ferdinando Azzariti fazzari@tin.it  LA COOPERAZIONE SCELTA STRATEGICA PER LO SVILUPPO DELLE COMUNITA’ VENETE Le caratteris...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Workshop Conf Cooperative Veneto Garda 04.10.01

910 views
865 views

Published on

Presentazione di Azzariti al Convegno Regionale di ConfCooperative Veneto nel 2004

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
910
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
18
Actions
Shares
0
Downloads
4
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Workshop Conf Cooperative Veneto Garda 04.10.01

  1. 1. Ferdinando Azzariti fazzari@tin.it LA COOPERAZIONE SCELTA STRATEGICA PER LO SVILUPPO DELLE COMUNITA’ VENETE Le caratteristiche e le potenzialità delle imprese del Nord Est
  2. 2. “… se un Nuovo Mondo venisse scoperto ora, lo sapremmo vedere ? Sapremmo scartare dalla nostra mente tutte le immagini che siamo abituati ad associare all’aspettativa di un mondo diverso per cogliere la diversità vera che si presenterebbe ai nostri occhi?” Italo Calvino, Collezione di sabbia
  3. 3. Il recente passato del Nord Est <ul><li>il vero fenomeno inatteso </li></ul><ul><li>il combinarsi di conoscenza, capitale </li></ul><ul><li>umano e capitale finanziario </li></ul><ul><li>i cambiamenti nel contesto sociale ed </li></ul><ul><li>ambientale </li></ul>
  4. 4. I maggiori cambiamenti nel decennio appena trascorso 1- il Territorio che cambia 2- il nuovo modello di sviluppo economico 3- il lavoro che cambia forme e varietà 4- i nuovi soggetti che stanno cambiando la realtà
  5. 5. I maggiori cambiamenti nel decennio appena trascorso <ul><li>1- il Territorio che cambia </li></ul><ul><li>Il Nord Est come arcipelago di terra fatto di </li></ul><ul><li>ambienti culturali diversi </li></ul><ul><li>storicamente definiti </li></ul><ul><li>Voglia di fare da sé </li></ul><ul><li>Aperto naturalmente al nuovo e al mondo </li></ul><ul><li>Vocato all’impresa (piccola e locale)(di persone e cooperativa) </li></ul>
  6. 6. I maggiori cambiamenti nel decennio appena trascorso 2- il nuovo modello di sviluppo economico (“il postfordismo”) Poca Grande Impresa e molta Piccola Impresa
  7. 7. I maggiori cambiamenti nel decennio appena trascorso <ul><li>3- il lavoro che cambia forme e varietà </li></ul><ul><li>Maggiore stress mentale e da competitività </li></ul><ul><li>Rischio di precarietà e instabilità </li></ul>
  8. 8. I maggiori cambiamenti nel decennio appena trascorso <ul><li>4- i nuovi soggetti che stanno cambiando la realtà </li></ul><ul><li>Le rivoluzioni in atto: </li></ul><ul><li>Conoscenza (ad es. tv e computer, comunicazioni) </li></ul><ul><li>Tecnologia (ad es. la mappatura genetica) </li></ul><ul><li>Cultura (ad es. le ricerche su Internet) </li></ul><ul><li>Organizzazione (ad es. la lean organization) </li></ul><ul><li>Globalizzazione (confini e transazioni) </li></ul>
  9. 9. Questi cambiamenti nel decennio appena trascorso Hanno comportato la presenza di numerosi soggetti appartenenti al Terzo Settore , cioè il settore utile a generare utilità sociali per soddisfare le crescenti richieste da parte di soggetti (anziani, bambini, immigrati, ecc.) in settori diversi (sanità, educazione, tempo libero, cultura, integrazione)
  10. 10. Quale Ruolo per l’Unione Regionale del Veneto? Valorizzazione competenze e professionalità per coniugare il ruolo politico ed il ruolo associativo
  11. 11. Quale Ruolo per l’Unione Regionale del Veneto? Il ruolo politico Attenta e positiva azione di concertazione, di relazione con Enti ed Organismi per realizzare progetti complessi ed economicamente rilevanti Abbandono delle logiche gerarchiche e burocratiche che comportano spesso i compartimenti stagni tra i soggetti
  12. 12. Quale Ruolo per l’Unione Regionale del Veneto? Il ruolo associativo “ Faro” nel cogliere esigenze innovative nel prossimo futuro in mercato iper-competitivo “ Intercooperazione” ovvero trasmissione di competenze tra settori diversi
  13. 13. L’Organizzazione cooperativa: un mondo in cambiamento Focus sulle funzioni tipiche dell’Organizzazione “ Funzione politica” “ Funzione di direzione strategica” “ Funzione propulsiva” “ Funzione di monitoraggio e valutazione” “ Funzione operativa”
  14. 14. L’Organizzazione cooperativa: un mondo in cambiamento Focus su azioni di sistema “ Formazione continua” “ Consulenza operativa” “ Seminaristica e convegni tematici di carattere specialistico o generalistico”
  15. 15. AUSPICIO 1 BENCHMARKING (“BEST PRACTISES”) DI MODELLI PER MIGLIORARE : A- LE VS. COMPETENZE B- LA VS. AUTO-MOTIVAZIONE C- LA VS. CONSAPEVOLEZZA ALL’AGIRE IMPRENDITORIALE D- LA VS. ABILITA’ A FARE RETE
  16. 16. AUSPICIO 2 I Risultati del Percorso Formativo L’IMPORTANZA DI FARE RETE La storia del padre saggio ed i 17 cammelli
  17. 17. AUSPICIO 2 I Risultati del Percorso Formativo L’IMPORTANZA DI FARE RETE La storia del padre saggio ed i 17 cammelli Lascia in eredità 1° Figlio 1/2 2° Figlio 1/3 3° Figlio 1/9
  18. 18. AUSPICIO 2 I Risultati del Percorso Formativo L’IMPORTANZA DI FARE RETE La storia del padre saggio ed i 17 cammelli Arriva in cammello il saggio del paese vicino che decide di donarlo ai tre ragazzi. Il totale diviene dunque 18 cammelli 1° Figlio ½  9 2° Figlio 1/3  6 3° Figlio 1/9  2 --------------------------- Totale 17
  19. 19. AUSPICIO 2 I Risultati del Percorso Formativo L’IMPORTANZA DI FARE RETE La storia del padre saggio ed i 17 cammelli Ed il saggio del paese vicino rimonta sul suo cammello e ritorna a casa!
  20. 20. Ferdinando Azzariti fazzari@tin.it LA COOPERAZIONE SCELTA STRATEGICA PER LO SVILUPPO DELLE COMUNITA’ VENETE Le caratteristiche e le potenzialità delle imprese del Nord Est

×