Progetto del WWF "Per Chi Svuota la campana
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Progetto del WWF "Per Chi Svuota la campana

on

  • 1,204 views

Presentazione del progetto scolastico della "riserva dei calanchi di Atri- Oasi del WWF al vola vola ecofestival dell'associazione Rosaemente di Roseto degli Abruzzi. Social forum "non si butta via ...

Presentazione del progetto scolastico della "riserva dei calanchi di Atri- Oasi del WWF al vola vola ecofestival dell'associazione Rosaemente di Roseto degli Abruzzi. Social forum "non si butta via niente".

Statistics

Views

Total Views
1,204
Slideshare-icon Views on SlideShare
1,196
Embed Views
8

Actions

Likes
0
Downloads
2
Comments
0

2 Embeds 8

http://rosaemente.blogspot.com 5
http://rosaemente.blogspot.it 3

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    Progetto del WWF "Per Chi Svuota la campana Progetto del WWF "Per Chi Svuota la campana Presentation Transcript

    • PER CHI SVUOTA LA CAMPANA! Le filiere dei Materiali Post Consumo
    • 1° INCONTRO DALL’ATOMO AL BARATTOLO • A) La composizione e la scomposizione della materia • B) I rifiuti nella storia dell’uomo • C) I costi economici ed ecologici dei rifiuti • D) La contaminazione delle falde acquifere e dell’atmosfera
    • 2° INCONTRO I MATERIALI POST CONSUMO ● A) Le plastiche e la loro filiera ● B) I metalli e la loro filiera ● C) La carta e la sua filiera ● D) Il vetro e la sua filiera ● E) L’organico e la sua filiera ● F) I rifiuti tossici e speciali e la loro filiera ● G) Il caso tetrapack
    • L’editto di Napoli Un atto di grande lungimiranza Il 3 maggio 1832 la Prefettura di Polizia di Napoli emette un’ordinanza il cui scopo è regolamentare lo spazzamento e l’innaffiamento delle strade. Allo stesso tempo, invita la cittadinanza a provvedere alla raccolta dei rifiuti all’esterno delle abitazioni, dividendoli dai frantumi di vetro che devono invece essere separati. Fin d’allora, come dimostra il documento a firma del Prefetto di Polizia interino Cavaliere Gennaro Piscopo, le autorità cittadine si ponevano il problema dell’accumulo indiscriminato dei rifiuti, per risolvere il quale sollecitavano una raccolta differenziata, manifestando già un sensibile interesse per il recupero del vetro: “Tutti i possessori, o fittuari di case, di botteghe, di giardini, di cortili, e di posti fissi, o volanti, avranno l’obbligo di far spazzare la estensione di strada corrispondente al davanti della rispettiva abitazione, bottega... Questo spazzamento dovrà essere eseguito in ciascuna mattina prima dello spuntar del sole, usando l’avvertenza di ammonticchiare le immondizie al lato delle rispettive abitazioni e di separarne tutt’i frantumi di cristallo, o di vetro che si troveranno, riponendoli in un cumulo a parte”.
    • 3° INCONTRO SISTEMI DI SMALTIMENTO A CONFRONTO A) La discarica tal quale B) La raccolta differenziata a isole ecologiche C) La raccolta differenziata “porta a porta” D) Il compostaggio E) La termovalorizzazione (incenerimento)
    • ECOCENTRO del Comune di Pineto Piattaforma ecologica per la raccolta differenziata EDIFICIO DI EDUCAZIONE AMBIENTALE
    • ECOCENTRO del Comune di Pineto Piattaforma ecologica per la raccolta differenziata EDIFICIO DI EDUCAZIONE AMBIENTALE