• Share
  • Email
  • Embed
  • Like
  • Save
  • Private Content
Qualità dei documenti
 

Qualità dei documenti

on

  • 588 views

La presentazione (in Italiano) illustra il concetto di qualità dei task di progettazione comd sommatoria della qualità dei documenti utilizzati.

La presentazione (in Italiano) illustra il concetto di qualità dei task di progettazione comd sommatoria della qualità dei documenti utilizzati.

Statistics

Views

Total Views
588
Views on SlideShare
588
Embed Views
0

Actions

Likes
0
Downloads
0
Comments
0

0 Embeds 0

No embeds

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    Qualità dei documenti Qualità dei documenti Presentation Transcript

    • Qualità dei Documenti di Prodotto Ing. Arnaldo Colombo
    • Sistema di Gestione per laQualità La qualità del prodotto dipende dalla qualità dei processi aziendali e dalla loro integrazione La qualità di un processo dipende da come viene gestito e da come viene realizzato Il contesto normativo V2000 definisce i criteri ed i requisiti per la gestione dei processi aziendali L’insieme dei processi tra di loro integrati e gestiti secondo i criteri e requisiti della norma viene chiamato “Sistema di Gestione per la Qualità” (SGQ)
    • Qualità intrinseca SGQ non garantisce che la realizzazione dei processi sia “di qualità” perché riguarda solamente la “gestione” degli stessi Questo non significa che SGQ riguardi solamente la qualità dei processi gestionali e non la qualità dei processi di realizzazione Al contrario SGQ garantisce la qualità nella gestione di tutti i processi, compresi quelli di realizzazione Ma, cosa garantisce la qualità della realizzazione dei processi?
    • Nel seguito della presentazione sicercherà di dare una risposta aquesto interrogativo…. ….. limitatamente al processo di progettazione
    • ComplessitàMorfologica I f1 f2 O Il Processo progettualeAstrazioneSimbolica
    • Il flusso dei documentiCliente Progettista Progettista -------- ------ ------ ------- ----- -------- ------- ------ ------ ------- Capo Progetto Produzione Progettista
    • Modello di simulazioneL’approccio proposto consiste nel creare un modellodi un processo di progettazione di un prodotto tipico,allo scopo di simularne il flusso di documenti.Il modello così creato può essere utilizzato anche per:  Dare visibilità al processo di progettazione  Aiutare a capire il processo di progettazione  Supportare le analisi per il miglioramento del processo di progettazione
    • Costruzione del modello Il modello è composto dai seguenti elementi:  Struttura del prodotto  Tipi di documento  Domini  Fasi del ciclo di vita dei documenti  Compiti/Attività (tasks)  Complessità  Qualità
    • Struttura del prodotto Livello Struttura del prodottoProdotto finale “padre”  Un prodotto può essere decomposto in elementiAssiemi “figli” a vari livelliSotto-assiemi “figli”Componenti “foglie”
    • Caratteristiche dellastruttura del prodotto Propagazione: indica se le modifiche si propagano attraverso il legame padre/figlio indicato Indica a quale Disciplina appartiene ogni elemento della struttura del prodotto
    • Costruzione del modello Il modello è composto dai seguenti elementi:  Struttura del prodotto  Tipi di documento  Domini  Fasi del ciclo di vita dei documenti  Compiti/Attività (tasks)  Complessità  Qualità
    • I Documenti in Progettazione Livello Struttura del prodottoProdotto finale • Ogni elemento della struttura richiede uno o più documentiAssiemi • La struttura dei documenti dipende dalla strutturaSotto-assiemi del prodottoComponenti
    • Caratteristiche deidocumenti Indicare di quali documenti necessita ciascun elemento della struttura di un prodotto Definire quale tipo specifico di documento richiede ogni livello Indicare per ogni documento quali altri altri documenti sono richiesti come input Indicare se la progettazione è sviluppata top-down, cioé la specifica del “padre” è richiesta come input dalla specifica del “figlio” Indicare se la progettazione è sviluppata bottom-up
    • Costruzione del modello Il modello è composto dai seguenti elementi:  Struttura del prodotto  Tipi di documento  Domini  Fasi del ciclo di vita dei documenti  Compiti/Attività (tasks)  Complessità  Qualità
    • Modellazione del prodotto Livello Struttura del prodotto DocumentiProdotto finale Modello Fisico Modello Logico Mod. Funzionale Requisiti ProdottoAssiemi Esigenze Cliente • Ad ogni livello di astrazioneSotto-assiemi sono associati documenti di tipo diversoComponenti
    • Domini di progettazione I requisiti del cliente vengono mappati in un modello geometrico completo del prodotto in un certo numero di steps Ad ogni step viene creato uno specifico modello del prodotto Nella progettazione sequenziale step e fase coincidono Nel concurrent engineering gli steps vengono compiuti in parallelo e quindi non coincidono con le fasi Dominio: insieme di attività progettuali per la creazione di uno specifico modello di prodotto (es. “offerta”) I domini sono concatenati: ogni dominio successivo deve realizzare le specifiche del dominio precedente I documenti di un dominio precedente sono l’input del dominio successivo
    • Precedenza dei documenti Se il documento D1 è input del documento D2 :  D1 è predecessore di D2  D2 è discendente di D1 Regole di precedenza generali:  Ogni documento di un elemento del prodotto precede i documenti dello stesso elemento nel dominio successivo  Progettazione top-down : • Il documento di un elemento del prodotto precede i documenti dei suoi “figli”  Progettazione bottom-up : • Il documento di un elemento del prodotto precede i documenti dei suoi “genitori”
    • Modelli e domini Dominio Dominio Dominio Dominio Dominio Offerta Specifica Funzionale Tecnologico Fisico Associare ogni documento ad un dominio
    • Costruzione del modello Il modello è composto dai seguenti elementi:  Struttura del prodotto  Tipi di documento  Domini  Fasi del ciclo di vita dei documenti  Compiti/Attività (tasks)  Complessità  Qualità
    • IL ciclo di vita dei documenti Livello Struttura del prodotto Documenti Ciclo di vita dei documentiProdotto finale Modello Fisico Modello Tecnico Mod. Funzionale SpecificaAssiemi Offerta (Requisiti cliente)Sotto-assiemi • Ogni documento percorre un suoComponenti ciclo di vita
    • Fasi e stati del ciclo di vita Riciclo 1 2 3 4Fase/ Redaz. Riesa Approv. Archiv.task Da riesaminare m. In lavorazione Riesaminato Approvato Rilasciato Stato For review: Reviewed: Approved: released: Accepted Accepted Accepted Accepted for for Review for Approval for Archiving Production 1 2 3 4 5  Specificare quante e quali sono le fasi per ogni tipo di documento
    • Propagazione dellemodifiche Se un documento viene modificato.. (Alcuni dei) suoi discendenti non sono più coerenti.. Di conseguenza la loro qualità diminuisce O si emette la relativa richiesta di modifica, in modo da creare una nuova versione Oppure (alcuni di) questi errori si manifesteranno nella fase successiva
    • Fasi e Versioni Stato Versione Versione Versione Versione 1 2 3 4 1. In lavorazione 2. Da riesaminare 3. Riesaminato 4. Approvato Revisione rigettata Revisione Approvaz. rigettata rigettata 5. Rilasciato
    • Storia delle versioni Un documento e la sua versione sono entità diverse La versione 1 comincia ad esistere dal momento in cui inizia la prima attività di readazione La versione 2 viene creata quando inizia l’attività di redazione per una richiesta di modifica della versione 1 Quando una versione viene rigettata, essa mantiene lo stato che ha in quel momento Il documento non ha un solo stato, mentre ogni sua versione ne ha uno e uno solo Cicli: numero di volte in cui la versione viene rigettata • NB: non si applica alla prima e ultima fase
    • Costruzione del modello Il modello è composto dai seguenti elementi:  Struttura del prodotto  Tipi di documento  Domini  Fasi del ciclo di vita dei documenti  Compiti/Attività (tasks)  Complessità  Qualità
    • Compiti e priorità Compiti (tasks)  Ogni passaggio di stato, nel ciclo di vita di un documento, implica un compito (task) da parte di uno o più progettisti  I compiti vengono assegnate ai progettisti quando sono disponibili tutti gli input richiesti dai documenti da elaborare Priorità 1. Redazione (Edit) 2. Riesame (Review) 3. Modifica (Change)  Un compito di redazione viene interrotto da un riesame  Un’attività di riesame viene interrotta da una richiesta di modifica  Una richiesta di modifica implica un nuovo compito di redazione  Ecc.
    • Caratteristiche dei tasks Specificare i tasks da eseguire in ogni fase del ciclo di vita Per ogni task indicareil minimo ed il massimo livello di skill consentito Identificare per ogni disciplina i progettisti impiegati Indicare per ogni progettista il livello di capacità (skill), ordinato in modo da definire una classifica
    • Costruzione del modello Il modello è composto dai seguenti elementi:  Struttura del prodotto  Tipi di documento  Domini  Fasi del ciclo di vita dei documenti  Compiti/Attività (tasks)  Complessità  Qualità
    • Complessità di undocumento La complessità è il principale fattore nel determinare lo sforzo (ore di progettazione) necessario per creare un documento Altri fattori secondari sono: competenza, esperienza e tecnologie abilitanti (CAD/PDM, ecc.) La complessità di un documento è misurata in relazione ad una situazione as-is:  Un documento, che richiede 100 ore per essere creato in una situazione as-is, avrà una complessità di 100 Cp (Complexity Points)
    • Complessità di un prodotto La complessità di un elemento del prodotto è la somma della complessità dei suoi documenti in tutti i domini di progettazione La complessità totale di un prodotto finito è la somma delle complessità dei suoi componenti su tutti i livelli della struttura del prodotto
    • Costruzione del modello Il modello è composto dai seguenti elementi:  Struttura del prodotto  Tipi di documento  Domini  Fasi del ciclo di vita dei documenti  Compiti/Attività (tasks)  Complessità  Qualità
    • Qualità di un documento Un documento è un insieme di specifiche Ogni specifica ha una certa complessità I documenti possono contenere errori:  specifiche errate  specifiche mancanti o incomplete La qualità di un documento è la complessità relativa delle sue specifiche corrette
    • Formula della Qualità Qualità:  Se C è la complessità di un documento  Detta E la complessità totale delle sue specifiche errate o mancanti  Si ha: ( C - E) Q= x 100% C
    • Impostazione dei parametri Variabile Valore DescrizioneReuse 0 Livello di riuso (0,1,2,3)Reuse_percentage 60 Qualità iniziale dei documenti riusati (-100)Min_phasediff 1 Livello di parallelismo (CE=1/Non-CE=5)Search_time 0 Tempo di ricerca del documento in inputPost_time 5 Tempo di trasferimento tra progettisti
    • Concetto di “Riuso” La fase di redazione della versione 1 parte con qualità iniziale 0 (documento vuoto: mancano tutte le specifiche) La fase di redazione termina con una certa qualità (es. 80%) Le attività successive (riesame, approvazione, ecc.) possono rilevare errori, rigettare la versione del documento ed emettere una richiesta di modifica Il livello di qualità iniziale e la probabilità che vengano scoperti errori nelle fasi successive dipende dal livello di maturità del processo di progettazione “Riuso” significa che la versione 1 parte con qualità iniziale > 0 (es. 60%)
    • Impostazione delparametro “reuse” Parametro di processo: imposta il numero di prodotti che vengono riutilizzati  Ai prodotti viene assegnato il parametro rs: livello di riuso, con valore da 0 a 3  Se modello viene assegnato un parametro “reuse”, verranno utilizzati i prodotti con rs < reuse  Esempio: • reuse = 2: • Vengono riusati i prodotti con rs = 1 e 2
    • Impostazione del parametro“reuse_percentage” Se ad esempio reuse_percentage = 60 Allora i documenti di questo prodotto iniziano la fase di redazione con qualità pari al 60%Nota 1 - I benefici del riuso sono:  Costi inferiori  Qualità superioreNota 2 - La percentuale di riuso dipende dalla modularità del prodotto
    • Impostazione dei parametri Variabile Valore DescrizioneReuse 0 Livello di riuso (0,1,2,3)Reuse_percentage 60 Qualità iniziale dei documenti riusati (-100)Min_phasediff 1 Livello di non parallelismo (CE=1/Non- CE=5)Search_time 0 Tempo di ricerca del documento in inputPost_time 5 Tempo di trasferimento tra progettisti
    • Concurrent Engineering Progettazione sequenziale: tutti i documenti di input richiesti devono essere rilasciati prima che inizi qualsiasi attività (job) sul documento che li richiede  Anzi, la prassi corrente è che tutti i documenti del dominio precedente siano stati rilasciati Concurrent engineering: un job può iniziare con documenti di input preliminari (non rilasciati) Il grado di parallelismo dipende dalla differenza tra i livelli di stato di un documento e del suo input:  Questa è chiamata MPD (Minimum Phase Difference)
    • Livello di parallelismo Progettazione sequenziale (MPD = 4):  La redazione (fase 1) può iniziare quando il suo input raggiunge lo stato di “rilasciato” (5) Parallelismo moderato (MPD = 2)  La redazione (fase 1) può iniziare quando il suo input raggiunge almeno lo stato di “riesaminato” (3)  Il riesame (fase 2) può iniziare quando l’input ha raggiunto almeno lo stato di “approvato” (4)
    • BPM: Engineeringconcurrency Parallelismo elevato (MPD =1) • La redazione (fase 1) può iniziare quando il suo input raggiunge almeno lo stato di “da riesaminare” (2) • Il riesame (fase 2) può iniziare quando l’input ha raggiunto almeno lo stato di “riesaminato” (3)  L’approvazione (fase 3) quando l’input ha raggiunto almeno lo stato di “approvato” (4) Parallelismo estremo (MPD = 0)  La redazione può iniziare quando l’input è nello stato “in lavorazione” (redazione iniziata)  Il riesame può iniziare quando l’input è nello stato “da riesaminare”  Ecc.
    • Esempio di parallelismo 1 2 1 4 2 Top-down 3 3 MPD = 0 5 4 5 1 2 2 1 4 Top-down 3 3 MPD = 1 5 4 5 Redazione (wait) Riesame (wait) In attesa di predecessore Redazione (in work) Riesame (in work)
    • BPM: propagazione delle modifiche 1 2 2 Top-down Tutti I documenti si1 3 3 propagano 5 MPD = 1 4 4 5 Redazione (wait) Riesame (wait) In attesa di predecessore Redazione (in work) Riesame (in work)
    • Impostazione delparametro MPD MPD (Minimal Phase Difference) imposta il livello di parallelismo della progettazione Un compito (task) può iniziare:  quando lo stato del documento in input – lo stato del documento in oggetto è maggiore o uguale a MPD  o quando lo stato del documento in input è uguale allo stato finale
    • Impostazione dei parametri Variabile Valore DescrizioneReuse 0 Livello di riuso (0,1,2,3)Reuse_percentage 60 Qualità iniziale dei documenti riusati (-100)Min_phasediff 1 Livello di parallelismo (CE=1/Non-CE=5)Search_time 0 Tempo di ricerca del documento in inputPost_time 5 Tempo di trasferimento tra progettisti
    • Impostazione delparametro “search time” È il tempo necessario per la ricerca di un documento e viene aggiunto al tempo di esecuzione di ogni attività
    • Impostazione dei parametri Variabile Valore DescrizioneReuse 0 Livello di riuso (0,1,2,3)Reuse_percentage 60 Qualità iniziale dei documenti riusati (-100)Min_phasediff 1 Livello di parallelismo (CE=1/Non-CE=5)Search_time 0 Tempo di ricerca del documento in inputPost_time 5 Tempo di trasferimento tra progettisti
    • Impostazione delparametro “post time” Post time è il tempo che intercorre tra il momento in cui un documento in input viene “promosso” ed il momento in cui è effettivamente utilizzabile nel task successivo In generale per i documenti cartacei è almeno di 16 ore (2 giorni lavorativi)). A causa dei tempi di stampa e di permanenza nei raccoglitori, prima che venga prelevato, il post time reale può essere anche molto più lungo
    • Attivare il ModelloIl sistema di simulazione proposto consente di vederecome variano la qualità totale del processo i costi e itempi di progettazione al variare dei parametriprecedentemente indicati.