Your SlideShare is downloading. ×
apinforma marzo 2012
apinforma marzo 2012
apinforma marzo 2012
apinforma marzo 2012
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

apinforma marzo 2012

344

Published on

apinforma marzo 2012 periodico del sito api - raffineria di ancona …

apinforma marzo 2012 periodico del sito api - raffineria di ancona

in questo numero:

Bufera di neve - Emergenza minuto per minuto pag. 2

La struttura del prezzo del carburante pag. 2

La struttura del prezzo del carburante pag. 3

Networklab opportunità per le imprese pag. 4

Vedi anche il blog http://blograffineria.gruppoapi.com

Published in: Business
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
344
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
1
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. MARZO 2012 periodico del sito API - Raffineria di Ancona n. 2 Ing. Giovanni Bartolini: da febbraio 2012 ricopre il ruolo di responsabile della funzione Salute Sicurezza Ambiente e Qualità e dall’ottobre 2011 quello di RSPP dell’azienda, ossia di Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione. L’RSPP è preposto a coordinare tutte le mansioni inerenti la prevenzione e la protezione sul luogo di lavoro di persone e cose. Documento di valutazione dei rischi Non solo “sulla carta” E’ la conferma di valore del sistema di Florinda Zeppilliin questo numero Ing. Bartolini ci spiega in breve in cosa consiste il suo lavoro? IL SISTEMA DI Il mio ruolo di RSPP di fatto prescinde PREVENZIONE AZIENDALE DEVE PERMEARE Bufera di neve dalla mansione che ricopro in azienda, TUTTI I LIVELLI quella di responsabile della funzione Sa- Emergenza lute Sicurezza Ambiente e Qualità. Come DELL’ORGANIZZAZIONE, minuto RSPP mi occupo di coordinare un gruppo DAL MANAGEMENT AL di lavoro trasversale, il Servizio di Preven- per minuto pag. 2 zione e Protezione, che studia ed elabora PERSONALE OPERATIVO la complessità dei rischi professionali spe- COMPRESI I CONTRATTORI cifici del sito e definisce appunto le atti-La struttura del prezzo vità di prevenzione e protezione per i lavoratori. Storicamente in api, così come In precedenza lei è stato responsabiledel carburante pag. 2 avviene i genere nelle aziende medio del reparto Movimentazione Pro- grandi, il ruolo è stato affidato al respon- dotti, ruolo prettamente operativo... sabile SSAQ. A mio avviso quest’associa- Aver condotto un reparto operativo rap-Laboratorio e qualità zione è piuttosto funzionale, poiché presenta un bagaglio prezioso. Quando siun goal di squadra pag. 3 permette di integrare al meglio le compe- fa un lavoro “gestionale” diventa fonda- tenze di risorse che lavorano quotidiana- mentale la capacità di calarsi anche nelle mente e in maniera dedicata su Salute, problematiche operative, affinché le valu-Networklab opportunità sicurezza e ambiente, conoscendo le tazioni fatte non risultino pezzi di cartaper le imprese pag. 4 norme, ma anche la complessità produt- che poco hanno a che fare con situazioni tiva del sito. reali lavorative. Segue a pag. 4
  • 2. 2 Tutto nasce da una notizia dell’Ansa, BuferaApi INFORMA ampiamente diffusa anche in raffineria: ANCONA, 30 GEN - Nevicate anche a di neve bassa quota a partire da domani nelle Marche... previsti lungo la fascia costiera centro-settentrionale 15-20 centimetri... Emergenza Sensibile calo delle temperature e gelate notturne in tutta la regione. (ANSA) Il piano di emergenza prevede una ini- minuto ziale disponibilità di circa 14 quintali di sale e mezzi dotati di pala meccanica con auto spurghi al seguito. Si prov- per minuto vede alla messa in sicurezza di tutti i ponteggi installati e dei materiali nei 02 febbraio: inizia a nevicare e parte la “INSIEME cantieri di lavoro. 01 febbraio: piove e si registrano le prime criticità in merito alla viabilità dei macchina organizzativa con l’obiettivo di garantire la viabilità nelle due arterie principali ai mezzi antincendio e l’ac- SI PUO!” sottopassi e all’impianto di depurazione acque di stabilimento. cesso sicuro ai mezzi esterni per il rifor- nimento dei carburanti. Qualche numero sulle forze dispiegate: 2 autospurghi lavastrade (con ausilio di LA STRUTTURA DEL PREZZO DEL CARBURANTE acqua di mare); 2 bobcat; 3 ruspe, circa 20 uomini delle ditte esterne su turno di ventiquattro ore e 5 tecnici di manuten- zione che si interfacciano con i colleghi delle operazioni. 03 febbraio: Continua a nevicare e arri- vano le prime chiamate: • il parcheggio ditte non è agibile; • il Sindaco di Cingoli richiede una ci- sterna di gasolio; • il cancello a scomparsa sul varco prin- cipale di stabilimento va in blocco; Fonte: Unione petrolifera • ENEL chiama per segnalare che la strada di accesso alla sottostazione non è accessibile; • i tetti galleggianti vanno verificati pe- riodicamente per assicurare l’efficienza dei sistemi di drenaggio; • la strada esterna di decelerazione sulla SS16 per l’accesso delle autobotti non è più esercibile in sicurezza; • i mezzi delle società di trasporto CAF e Transadriatico non riescono a partire per rifornire le reti di distribuzione stradale e autostradale. 04 febbraio: Il vento forte costringe a fare ulteriori verifiche per assicurarsi che non ci sia nessun potenziale pericolo per la sicurezza dei lavoratori. 05 febbraio: Si lavora per garantire il carico normale dei prodotti come bi- tume, gasolio, zolfo, ossigeno, CO2. 06 febbraio: le temperature scendono sotto zero. Si affronta il rischio ghiaccio sulle rampe dei sottopassi per le auto- botti al carico, saltano i contatori dell’ac- qua, vanno in difficoltà gli strumenti di impianto, si registra anche qualche dis- servizio alle docce di emergenza. Questo il vissuto del grande freddo in raffineria con criticità simili ma anche assai diverse da quelle di una città. Lo slogan rimane però lo stesso “IN- SIEME SI PUO!” Grazie a tutti per la collaborazione incluse le ditte terze. Gianni Lamenza Stefano Tarini Massimiliano Cingolani
  • 3. DNV conferma: “Azioni e risultati tangibili” 3 Api INFORMA Laboratorio e qualità un goal di squadra “Un lavoro di squadra evidente, con risultati tangibili nella gestione delle attività”: il giudizio DNV sul Sistema Qualità del Laboratorio è significativo, a testimonianza di sforzi, serietà e passione del reparto e di quanti vi collaborano. La visita di mantenimento della certificazione ISO 9001:2008 ha rappresentato un bel goal e la conferma dell’impegno al miglioramento continuo. Ad emergere sono state: la capacità di mantenere alti gli standard del sistema a fronte di una riorga- nizzazione importante, la competenza del personale, l’implementazione di software1 CENT/ LITRO per facilitare la conduzione di aree differenti. Da circa un anno, infatti, il Laboratorio si è dotato del GAL, il sistema di Gestione Addestramenti, grazie al quale pianifica,MARGINE verifica e monitora la formazione di ogni ad- detto, prevedendo i refresh necessari, con i AD EMERGERE“IRRILEVANTE” tutor più adeguati, e accrescendo le cono- scenze specifiche di chi lavora nel reparto. E’, LA CAPACITÀ DI inoltre, partito il programma informatico per MANTENERE ALTIIl margine delle compagnie su ogni il magazzino interno, snellendo la gestione GLI STANDARDlitro di benzina venduto oggi si ag- di scorte e ordini e rinnovando la disposi- E LE COMPETENZEgira intorno ad 1 centesimo, contro zione di campioni, vetreria e reagenti. Al-1,04 euro incassato da Stato e Re- l’orizzonte il processo di informatizzazionegioni con le accise. Lo afferma l’a.d. potrà garantire un presidio ancora più saldo dell’iter della Qualità che il Laboratoriodi Api, Umberto Scarimboli, che ha abbracciato da oltre dieci anni. Un obiettivo possibile con il contributo delle sin-prende come riferimento il prezzo gole persone, trovate da DNV particolarmente motivate e propositive.medio nazionale rilevato da Quoti- Chiaramente, nella buona gestione complessiva esistono aree di miglioramento.diano Energia durante le prima de- Tra le prime, la necessità di ridurre le analisi extraroutine, che si attestano intorno al 20% del totale. La situazione è nota ed è stata già presa in carico: razionalizzarecade di marzo, equivalente a 1,818 la classificazione delle analisi tra “standard” e fuori-programma, ma anche l’impre-euro al litro. L’analisi dell’importo scindibile collaborazione dei reparti operativi sono gli strumenti per riportare ad(vedere tabella a pagina 2) mette in una percentuale fisiologica il dato. Del resto, in fatto di cooperazione, esistono pre-evidenza come il margine lordo si ri- cedenti positivi, che hanno visto Laboratorio, Operativo e Assistenza Tecnica unireduca a poco più di 14 centesimi. le forze per prevenire e risolvere piccole criticità, per esempio con la creazione diCon questi 14-15 centesimi, spiega stimatori.l’a.d. le compagnie debbono remu- A conclusione, la verifica ha individuato come ulteriore obiettivo su cui lavorare ilnerare l’intera filiera distributiva e recepimento completo dei cambi organizzativi nelle procedure di sistema: ossia, uncommerciale: dal gestore ai trasporti, allineamento totale di quanto scritto con ciò che già viene fatto. Un altro passodalle locazioni alla manutenzione, avanti va compiuto nelle comunicazioni, favorendo la circolazione di informazionidalle royalties alla Tosap Cosap fino sui controlli della strumentazione. Considerando, poi, le ampie potenzialità del soft- ware per la formazione (creato assieme a Controllo Processi), nel database potrannoall’ammortamento degli investi- essere registrati anche i risultati dei circuiti di correlazione, che rappresentano unmenti. In pratica l’utile sul capitale e addestramento di richiamo del personale di Laboratorio. Una nota di merito dail lavoro d’impresa finiscono per ri- parte DNV è andata, infine, al processo di partecipazione del personale: l’inseri-dursi ad un solo centesimo contro i mento di ogni addetto nella pianificazione delle analisi dei già menzionati circuiti104 incassati da Stato e Regioni. ha favorito e favorirà la crescita delle competenze.Relativamente al difficile momento Gemma Dughierolegato alla raffinazione, l’a.d. ritieneche il continuo aggravarsi dei mar-gini in Europa ed in Italia, negativida tre anni e in ulteriore peggiora-mento negli ultimi mesi per le con-seguenze dell’embargo iraniano,renda ormai indispensabile ed ur-gente la convocazione di un tavolocoordinato dal Mse che individui unpercorso efficace e concreto di ra-zionalizzazione e riconversione deisiti produttivi per una sostanziale ri-duzione di capacità e costi. c.b.
  • 4. direttore: Roy Gianni comitato di redazione: Carla Belardinelli Antonio Cavacchioli Luigi Caiazzo Gemma Dughiero Gianni Lamenza Monica Mais Pasquale Palumbo Florinda Zeppilli grafica e stampa: Tecnoprint srl ANCONADOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI - Segue da pag. 1Quali sono gli elementi che rendono conferma del valore del sistema e non NETWORKLABun Servizio di Prevenzione e Prote- come produzione di documentazionezione (SPP) efficace? “una tantum”. Il DVR va considerato OPPORTUNITA’Non c’è una ricetta standard, ma, perché come analisi dinamica e in divenire delle PER LE IMPRESEil sistema di prevenzione aziendale abbia problematiche di igiene e sicurezza del la-la massima efficacia, deve permeare tutti voro. Praticamente la base per le riunioni Creare una rete di relazioni che con-i livelli dell’organizzazione, dal manage- con i rappresentanti dei lavoratori, per netta ricerca, imprese e studiosi perment al personale operativo compresi i confrontarsi e costruire la sicurezza in ma- condividere le conoscenze sui temi legati al web, in un’ottica di marke-contrattori, con una diffusione capillare e niera concreta. ting per le aziende. Questa la mis-sentita della cultura della sicurezza. Quali sono le aree prioritarie sulle sion di NetworkLab, laboratorioL’azienda attraverso l’SPP deve impe- quali focalizzare l’attenzione del SPP della Facoltà di Economia della Poli-gnarsi a fornire una formazione adeguata per il futuro? tecnica delle Marche. L’iniziativa,e un’informazione corretta, deve rispet- Senz’altro la formazione e l’informazione. presentata in un convegno all’uni-tare e far rispettare tutte le normative tec- Stiamo già lavorando con Selezione For- versità dorica lo scorso febbraio, haniche e attuare le condizioni necessarie mazione, Sviluppo per farle evolvere in avuto tra gli altri anche il sostegnoper una compiuta politica di prevenzione. funzione strategica con programmi inte- di api raffineria, sensibile per tradi-Inoltre può e deve sfruttare la riunione grati e verifiche organiche. Altra area d’in- zione ai temi dell’innovazione eperiodica con i rappresentanti dei lavora- teresse è la comunicazione “tecnica” della crescita culturale. Il laboratoriotori, trasformandola da un obbligo norma- efficace di linee guida e regole da adottare del web intende offrire uno spaziotivo a momento di pianificazione e verifica nel sito per condurre le nostre attività “in culturale, nel quale siano valorizzatecongiunta sui temi della salute e della si- sicurezza”. Da potenziare infine la pre- tanto le attività di ricerca e di analisi, quanto le attività di supporto allecurezza. senza in campo, sia come sensibilizza- imprese allo scopo di fornire un con-Qual è il suo riferimento principale? zione che controllo; in proposito da tributo per comprendere le oppor-Senza dubbio il documento di valutazione gennaio abbiamo varato un nuovo pro- tunità della Rete e trasformarle indei rischi (DVR) che va inteso come una getto delle verifiche. risultati di business. Carla Belardinelli VOLLEY GAME ANCORA SUCCESSI Grande festa al castello di Falconara per la consegna alla Volley Game, da parte della Fipav, del marchio di qualità argento per l’attività giova- nile. Premiata anche api raffineria che da anni sostiene la scuola di pal- lavolo falconarese. Alla cerimonia erano presenti, insieme ad api raffi- neria, anche gli altri main sponsor: Banca Marche, Brico Center e Simply Market. c.b. Periodico trimestrale del sito API - Raffineria di Ancona

×