Statuto associazione peppino impastato
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Statuto associazione peppino impastato

on

  • 470 views

 

Statistics

Views

Total Views
470
Views on SlideShare
470
Embed Views
0

Actions

Likes
0
Downloads
0
Comments
0

0 Embeds 0

No embeds

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    Statuto associazione peppino impastato Statuto associazione peppino impastato Document Transcript

    • STATUTOArt. 1 – Costituzione-Denominazione-Sede-Durata-PatrimonioE’ costituita, nel rispetto delle norme della Costituzione Italiana, della legge n.383 del 7 dicembre2000, del Codice Civile e della normativa in materia, un’Associazione di Promozione Sociale, cheopera nel campo della cultura e della solidarietà familiare (L.r. n.10 del 31 luglio 2003), dellapromozione delle attività dilettantistiche (L. n.289 art. 90 del 27.12.02) e delle attività socio-sanitarie-ricreative-educative, di seguito denominata “Associazioe Socio-Culturale Peppino Impastato”Con sede in Brolo (ME) Via Sottogrotte – angolo via Ravel.La sede potrà essere trasferita altrove e potranno altresì essere create sedi secondarie, uffici dirappresentanza e delegazioni. Essa è retta dal presente statuto e dalle vigenti norme di legge inmateria.Art. 1/bis – MarchioL’Associazione sarà o potrà essere contraddistinta da un marchio, che dovrà essere approvato dalConsiglio Direttivo. La sigla e il marchio sono segni distintivi e d’immagine dell’Associazione.Tutti i Soci li potranno utilizzare solo ed esclusivamente per attestare la propria iscrizioneall’Associazione. E’ fatto divieto di utilizzare la denominazione, la sigla e il marchio senza lapreventiva autorizzazione del Consiglio Direttivo dell’Associazione.Art. 2 – Principi associativiL’associazione si configura come associazione e/o movimenti di promozione culturale e sociale – disolidarietà familiare e come associazione sportiva dilettantistica, ha carattere volontario e non hascopi di lucro, i suoi proventi non possono in alcun caso, essere divisi tra gli associati, anche informa indiretta. L’associazione è ispirata a una concezione spirituale della vita, per ilraggiungimento dell’armonia e nella lotta alla criminalità organizzata. Ha il fine di garantire ladignità e gli interessi, si propone di diffondere cultura, teatrale, artistica, sociale, fotografica,cinematografica ed ha lo scopo di offrire l’opportunità di partecipare a esperienze culturali mediantela produzione e distribuzione di spettacoli teatrali, drammi e opere di ogni genere nonché la facoltàdi promuovere eventi culturali e artistici e produrre la cultura del teatro, dell’arte, del cinema e dellaletteratura organizzando corsi di formazione e preparazione. Il sodalizio si conforma alle norme ealle direttive degli organismi dell’ordinamento sportivo, con particolare riferimento alledisposizioni del Coni nonché agli statuti e ai regolamenti delle federazioni sportive nazionali odell’ente di promozione sportiva cui l’associazione si affilia. I soci che, per il conseguimento degliscopi sociali, prestano la loro collaborazione in attività ordinarie e straordinarie regolarmentedeliberate dagli organismi assembleari, non hanno diritto a compenso alcuno, ma soltanto alrimborso delle spese sostenute. L’associazione ha facoltà, in caso di necessità, di procedereall’assunzione di lavoratori dipendenti e/o di avvalersi di prestazioni da lavoro occasionale e/oautonomo, dando priorità ai propri associati. I soci sono tenuti a un comportamento corretto sianelle relazioni con altri soci che con i terzi nonché all’accettazione delle norme del presente Statuto.L’Associazione potrà partecipare quale socio, aderire o affiliarsi ad altri Circoli e/o Associazionee/o Federazione aventi scopi analoghi nonché partecipare ad Enti con scopi sociali ed umanitari.
    • Art. 3 – Durata dell’AssociazioneLa durata dell’Associazione è illimitata.Art. 4 – PatrimonioIl patrimonio dell’Associazione è costituito: dai beni che vengono acquistati con la quota diammissione dei soci ordinari, dai beni che diverranno di proprietà a qualsiasi titolo, e sui quali nonpuò essere vantato alcun diritto di proprietà da parte di terzi, dagli eventuali fondi di riservacostituiti con le eccedenze di bilancio. Le sue entrate sono costituite: dalle quote sociali ed eventualicontributi provenienti dai soci stessi, da eredità, donazioni e legati, da contributi dello Stato, delleRegione, di Enti Locali, di Enti od istituzioni pubbliche, anche finalizzate al sostegno di specifici edocumentati programmi realizzati nell’ambito dei fini statuari, contributi dell’Unione Europea e diorganismi internazionali, entrate derivanti da prestazione di servizi convenzionati, proventi dellecessioni di beni e servizi agli associati ed a terzi, anche attraverso lo svolgimento di attivitàeconomiche di natura commerciale, artigianale o agricola, svolte in maniera ausiliaria e sussidiaria,comunque finalizzate al raggiungimento degli obiettivi istituzionali, dai proventi dellemanifestazioni e delle gestioni interne, da ogni entrata che concorra ad incrementare l’attivo sociale,purché compatibile con le finalità sociali dell’associazionismo di promozione sociale.L’associazione è tenuta, per almeno cinque anni, alla conservazione della documentazione, conl’indicazione dei soggetti eroganti, relative alle risorse economiche. Il residuo attivo del bilanciosarà devoluto per il raggiungimento degli scopi sociali. Ai sensi dell’art. 148 del D.P.R. n. 917/86 èvietata la distribuzione, anche in modo indiretto degli utili o avanzi di gestione nonché fondi,riserve o capitali durante la vita dell’associazione, salvo che la destinazione o la distribuzione nonsiano imposte dalla legge.Art. 5 – ScopiL’Associazione ha lo scopo di svolgere e promuovere attività di carattere socio – culturale,assistenziale, sportivo dilettantistiche compreso le attività didattiche, ambientali, turistico-ricettive.Al centro dell’attività dell’Associazione si pone, anche lo svolgimento di servizi socio- culturali perprivati, associazioni, categorie e centri che perseguono finalità che coincidono, anche parzialmente,con gli scopi di essa associazione. Essa ha tra le finalità lo sviluppo e la diffusione di attivitàsportiva intesa come mezzo di formazione psico-fisica e morale dei soci, mediante la gestione diogni forma di attività agonistica, ricreativa o di ogni altro tipo di attività motoria e non, idonea apromuovere la conoscenza e la pratica dello sport in generale. Essa si propone di operare nellarealtà sociale, nazionale ed internazionale, attraverso un percorso di partecipazione progettualefinalizzato al raggiungimento del benessere psicologico della singola persona, nonché diqualsivoglia gruppo o aggregazione. Tali attività possono essere pianificate in collaborazione conenti- pubblici o privati -, strutture mediche ed ospedaliere, reti di soggetti aventi competenzeanaloghe o coerenti ai singoli progetti, figure professionali ed altro, purchè nel rispetto dellenormative vigenti ed, in particolare, da quanto previsto dalla legge 383/2000. I soci potranno anchefruire di attività e di servizi organizzati erogati direttamente dalle strutture associative o inconvenzione con altri soggetti deputati allo specifico.A titolo esemplificato e non tassativo l’Associazione svolgerà le seguenti attività.Attività sociale diretta contro i fenomeni mafiosi: contrastare i fenomeni criminali che generano icomportamenti illegittimi e i reati sopradetti, nonché gli autori degli stessi, costituirsi parte civilenei procedimenti penali relativi ai reati sopra richiamati, segnalare e denunciare alle competentiautorità i comportamenti illegittimi e i reati posti in essere dai singoli cittadini o da associazionicriminali organizzate, promozione e organizzazione di azioni di tutela e sostegno dei diritti delle
    • vittime dei reati e dei loro familiari, promozione di forme concrete di solidarietà, elaborareproposte, anche di legge, per la lotta alla criminalità organizzata ed economica e sensibilizzare leistituzioni al perseguimento della stessa, contribuire alla diffusione nella società della cultura dellalegalità e del rispetto dei diritti dei singoli cittadini, promuovere e dirigere circoli culturali,emeroteche, dibattiti, seminari, manifestazioni e convegni per favorire della legalità e delle vittimedi eventi di carattere mafioso, al fine di favorirne l’interazione, il dialogo interculturale, la liberainformazione e una più attiva partecipazione alla vita sociale, percorsi e progetti di aiuto eaffiancamento a favore delle vittime di mafia, progettazione di campagne informative e formativeper la prevenzione del fenomeno stesso.Attività sociale: sostegno alla produzione artistica alla imprenditoria artistica alle nuoveprofessioni in campo culturale ed editoriale (cd, libri, riviste, ecc…), centri di aggregazione e diascolto per adolescenti, percorsi di sostegno rivolti alle realtà degli anziani, dei diversamente abili edegli stranieri, progettazione di interventi nei centri diurni, nelle comunità terapeutiche, neiconsultori ed in strutture analoghe, sia in gestione diretta che in collaborazione con AziendeSanitarie Locali, tavole rotonde, convegni, conferenze, congressi, dibattiti, mostre, inchieste,seminari, istituzione di biblioteche, proiezioni di films e documentari di carattere culturale e/ocomunque di interessi per i soci.Attività associativa : incontri, manifestazioni fra i soci in occasione di festività, ricorrenze od altro,l’esercizio di attività commerciali, artigianali o agricole, purché svolte in maniera ausiliaria esussidiaria ma comunque finalizzate al raggiungimento degli obiettivi istituzionali, come previstodalla legge, coinvolgimento dell’Associazione a tutti i livelli nella gestione del patrimonio culturale,artistico, ambientale, adozione di musei, opere d’arte, ville, ecc, attività assistenziali e ricreative,servizio civile; centri diurni di assistenza e di incontri per giovani, centri di accoglienza perospitalità diurna e di tipo residenziale, interventi in favore di minori e non, nei rapporti conl’autorità giudiziaria, iniziative volte alla prevenzione del disadattamento e della criminalità conattenzione a quella minorile, mediante la realizzazione di servizi ed interventi finalizzati altrattamento ed al sostegno di adolescenti e di giovani in difficoltà, altre forme di assistenza ancheintegrativa degli interventi precedentemente indicati, idonee a sostenere il “cittadino- bambino-adolescente” in o con situazione temporanea o permanente di inadeguata assistenza familiare e/odisagiate condizione economiche, attività sportiva: promozione di attività sportiva e creazione digruppi sportivi nei settori più congeniali all’Associazione.Attività editoriale: pubblicazione di una rivista- bollettino, pubblicazione di atti di convegni, diseminari e degli studi e ricerche svolte, promossi o patrocinate, organizzare corsi di formazioneprofessionale anche con finanziamento pubblico e/o privato, nei settori previsti dagli scopi statutari,recupero funzionale degli spazi urbani (aree dismesse, caserme, ecc…), gestione di ostelli, camping,ed edifici pubblici con funzione di recettività ad ogni altra attività connessa alla ricettività turistico-sociale, residenze temporanee per giovani artisti stranieri che vogliono venire in Italia e per giovaniitaliani che vogliono fare stages all’estero, potrà essere attivito all’interno del Circolo un servizio dimensa e ristoro – bar con spaccio di alimenti e bevande, uno spazio ad intrattenimenti musicali,spettacoli, giochi, anche elettronici, ecc., il tutto nel rispetto delle relative norme e disposizioniamministrative e sanitarie.Attività sportive dilettantistiche: promuovere lo sviluppo dello sport per tutti organizzandoattività sportive, organizzare attività motoria, espressiva, comunicativa, promuovere l’educazionemotoria, l’educazione sportiva anche nella scuola.
    • Per il raggiungimento degli scopi sociali può stipulare convenzioni e/o richiedere finanziamenti econtributi ad Enti pubblici e privati e Istituti di Credito. L’Associazione potrà inoltre svolgerequalsiasi altra attività sportiva, culturale e ricreativa lecita aderente agli scopi del sodalizio.Nell’individuazione delle iniziative da promuovere, realizzare o gestire ai sensi dei precedenticommi, saranno privilegiate quelle suscettibili di più ampia partecipazione dei soci. Per raggiungeregli scopi sociali, l’Associazione può aderire a iniziative promosse da altre associazione anche senon aventi gli stessi scopi sociali, ma solo su attenta analisi e delibera dei soci.Art. 6 Organismi di Base – I SociPossono essere soci dell’Associazione cittadini italiani o stranieri di sentimenti e comportamentidemocratici. Potranno essere soci Associazioni e Circoli aventi attività e scopi non in contrasto conquelli dell’Associazione.I soci saranno classificati in tre distinte categorie: a) Soci fondatori; b) Soci ordinari; c) Soci temporanei.Sono soci fondatori coloro i quali hanno partecipato all’atto costitutivo dell’Associazione. Sonosoci ordinari coloro che in tali rispettive qualità saranno ammessi dal Consiglio Direttivosuccessivamente. Questi ultimi soggetti acquisiscono il diritto ad ottenere il rilascio della tessera edusufruire dei servizi dell’associazione con il pagamento della relativa quota sociale. Resta facoltàdel Consiglio Direttivo di confermare la loro qualità di soci entro trenta giorni dall’evento. Tutti isoci confermati hanno diritto di voto, tranne che per i soci temporanei e possono partecipare alleiniziative dell’Associazione; inoltre essi hanno facoltà di far accedere persone di loro conoscenzapresso la sede dell’Associazione allo scopo di far loro conoscere le finalità sociali. I soci temporaneisono coloro che sottoscrivono la quota associativa per un periodo temporale che varia da giorni uno(1) e giorni trenta (30).Art. 7 – Ammissione sociL’ammissione dei soci ordinari avviene su domanda degli interessati ed è deliberatainsindacabilmente dal Consiglio Direttivo che avrà facoltà di accettare o respingere. Le iscrizionidecorrono dall’1 gennaio dell’anno in cui la domanda è accolta. Ai sensi dell’art. 148 del D.P.R.917/86 è espressamente esclusa la temporaneità della partecipazione alla vita associazione.Art. 8 – Doveri dei sociL’appartenenza all’Associazione ha carattere libero e volontario ma impegna gli aderenti al rispettodelle risoluzioni prese dai suoi organi rappresentativi, secondo le competenze statutarie nonchéall’incondizionata accettazione del presente statuto.Art. 9 Perdita della qualifica di socio.La qualifica di socio può venir meno per i seguenti motivi: a) per recesso da comunicarsi per iscritto almeno 3 (tre) mesi prima dello scadere dell’anno; b) per decandenza e cioè la perdita di qualcuno dei requisiti in base ai quali è avvenuta l’ammissione; c) per morosità, qualora non venga pagata la quota sociale nei termini previsti; d) per delibera di esclusione del Consiglio Direttivo per accertati motivi di incompatibilità; e) per aver contravvenuto alle norme ed obblighi del presente statuto o per altri motivi comportino indegnità; a tale scopo il Consiglio Direttivo procederà entro il primo mese di ogni anno sociale alla revisione della lista dei soci.I soci che entro due (2) mesi dallo scadere dell’anno sociale non hanno rinnovato il pagamento dellaquota sociale, decadono automaticamente.
    • Art. 10 – Provvedimenti disciplinariSe un socio: a) infrangere le regole del presente Statuto; b) tiene un contegno abituale o compie azioni materiali e morali pregiudizievoli all’immagine, agli interessi ed alle finalità dell’Associazione; c) prende parte ad imprese o Associazioni che abbiano scopi o attività contrastanti con quelle dell’Associazione; d) dimostra insofferenza alle comuni regole dell’educazione e del reciproco rispetto; il Consiglio Direttivo può prendere nei suoi confronti i seguenti provvedimenti, a seconda del caso: a) ammonizione scritta; b) sospensione temporanea; c) espulsione.Art. 11 – AssembleaL’assemblea dei soci è composta dai soci fondatori che hanno partecipato all’atto costitutivo e daisoci ordinari purché maggiorenni, che siano stati successivamente ammessi. Essa si riunisce suconvocazione del Presidente almeno una volta ogni anno entro 4 (quattro) mesi dall’iniziodell’esercizio, per l’approvazione del bilancio consuntivo e per l’approvazione del conto preventivoper l’anno susseguente predisposti dal Consiglio Direttivo, ed ogni qualvolta il Presidente riterrà diconvocarla o su richieste motivate di almeno 1/10 dei soci per deliberare sugli argomenti che lostatuto sociale attribuisce a tale organo.E’ di competenza dell’Assemblea dei soci: a) eleggere il Consiglio Direttivo; b) approvare, secondo le disposizioni del presente statuto, il bilancio consuntivo annuale, ovvero il rendiconto economico e finanziario annuale, e il conto spese preventivo; c) effettuare la valutazione del patrimonio sociale; d) deliberare sui problemi di carattere generale e dare criteri al Presidente e al Consiglio Direttivo sugli orientamenti della vita sociale.Le votazioni avvengono per alzata di mano o a scrutinio segreto quando ne faccia richiesta lamaggioranza dei presenti; nel secondo caso il Presidente dell’Assemblea insedia il Seggio elettoralenominando, tra i presenti, un comitato di tre scrutatori ed un Presidente del Seggio.Art. 12 - LAssemblea generale ordinaria deve essere convocata con un preavviso di giorni 8(otto) mediante comunicazione scritta diretta a ciascun socio o mediante affissione all’albodell’Associazione dellavviso di convocazione contenente l’ordine del giorno. LAssembleaordinariaé valida in prima convocazione quando i soci intervenuti rappresentano la metà più uno dei votidellAssociazione, in seconda convocazione é valida qualunque siano i voti di cui dispongono i socianche rappresentati per delega. Essa delibera a maggioranza assoluta.Art. 13 - Hanno diritto ad un solo voto, ai sensi dell’art.2532 c.c.,e di intervenire in Assemblea isoci fondatori ed i soci ordinari in regola con il pagamento delle quote sociali. Il socio che nonpossa partecipare allAssemblea generale può farsi rappresentare a mezzo di apposita delega daaltro socio anche se membro del Consiglio Direttivo. Non sono ammesse più di due deleghe persocio.Art. 14 - L’Assemblea è presieduta dal Presidente del Consiglio Direttivo e, in caso di sua assenzao impedimento, dal Vice Presidente; in mancanza di entrambi, l’Assemblea procede alla nominadel Presidente.
    • Art. 15 - Al Presidente dell’Assemblea spetta constatare la regolarità delle deleghe ed il diritto diintervento in Assemblea.Art. 16 - E di competenza dellAssemblea generale straordinaria deliberare sulle modifichedell’Atto Costitutivo e dello Statuto dellAssociazione o sul suo scioglimento e conseguenteliquidazione e, deve essere convocata entro 30 gg. dalla richiesta. Le deliberazioni dellAssembleastraordinaria in prima convocazione, devono essere prese a maggioranza dei soci presenti o perdelega che devono rappresentare almeno i 3/4 dei voti dell’Associazione. In seconda convocazionel’assemblea straordinaria é valida qualunque siano i voti dell’Associazione. Essa delibera amaggioranza assoluta.Art. 17 - Consiglio DirettivoIl Consiglio Direttivo é composto da 3 a 7 membri eletti dallAssemblea dei soci.Il Consiglio Direttivo eleggerà un Presidente, un Vice Presidente, un Tesoriere. Possono essereeletti al Consiglio Direttivo tutti i soci, purchè maggiorenni. Non possono far parte del ConsiglioDirettivo: coloro che abbiano riportato condanne passate in giudicato per delitti non colposi. E’fatto divieto ai componenti del Consiglio Direttivo delle società e delle associazioni sportivedilettantistiche di ricoprire la stessa carica nell’ambito della medesima disciplina facente capo ad unente di promozione sportiva.Art. 18 - Il Consiglio Direttivo dura in carica cinque anni, e potrà essere rieletto.Art. 19 - Il Consiglio Direttivo è investito dei più ampi poteri per la gestione ordinaria estraordinaria dell’Associazione, senza limitazione alcuna.E di competenza del Consiglio Direttivo: a) deliberare sull’ammissione di nuovi soci; b) stabilire le quote associative di anno in anno nel rispetto delle finalità dell’Associazione; c) deliberare sui mezzi atti a conseguire gli scopi dellAssociazione; d) deliberare tutti gli atti ritenuti necessari per il conseguimento degli scopi sociali; e) provvedere allamministrazione del patrimonio sociale e predisporre bilanci preventivi e consuntivi; f) dare esecuzione alle delibere dellAssemblea.Art. 20 - Tutte le decisioni espresse dal Consiglio Direttivo dovranno essere prese a maggioranzadei presenti.Art. 21 - Per ciascuno anno finanziario che coincide con lanno solare, sono compilati a cura delConsigliere-Tesoriere il bilancio consuntivo, ovvero un rendiconto economico e finanziario, ed ilconto preventivo, i quali sono sottoposti allapprovazione dellAssemblea dei soci insieme con lerelazioni del Consiglio Direttivo e del Collegio dei Revisori dei Conti, se previsto, almeno quindicigiorni prima della data delladunanza dellAssemblea.Art. 22 - Il bilancio preventivo dovrà essere approvato all’unanimità del direttivo e con votofavorevole della maggioranza dei soci.Art. 23 - Il Consigliere che fa parte del direttivo qualora non dovesse per tre volte consecutive,senza giustificato motivo, partecipare ai lavori verrà dichiarato decaduto.Art. 24 - Il Consiglio Direttivo si riunisce quando lo ritenga opportuno il Presidente ovvero lorichieda un terzo dei suoi componenti. Le riunioni del Consiglio Direttivo sono indette con unpreavviso di 7 (sette) giorni, o in casi straordinari a discrezione del Presidente, mediantecomunicazione scritta o verbale diretta a ciascun componente o mediante affissione all’albodell’Associazione dellavviso di convocazione contenente l’ordine del giorno.
    • Art. 25 - Agli effetti amministrativi la gestione dellAssociazione si inizia il 1 gennaio e si chiudeil 31 dicembre di ogni anno.Art. 26 – PresidenteIl Presidente:a) ha la legale rappresentanza dellAssociazione e la firma;b) presiede il Consiglio Direttivo e lAssemblea dei soci;c) convoca le riunioni dellAssemblea dei soci in seduta ordinaria e straordinaria e quelle delConsiglio Direttivo;d) sovrintende allamministrazione dellAssociazione.In caso d’impedimento del Presidente, le sue funzioni saranno assunte dal Vice Presidente.Art. 27 – TesoriereIl Tesoriere:a) riscuote le somme con il sistema di esazione adottato dal Consiglio Direttivo;b) esegue i parametri su ordinativi interni con firma abbinata dal Presidente. Per i rapporti con gliistituti di credito é sufficiente la firma disgiunta del Tesoriere o del Presidente per tutte leoperazioni con gli istituti stessi;c) cura la contabilità e la tenuta delle relative scritture. Per i punti a e b il Tesoriere può delegareeventuale dipendente dellAssociazione, curando la supervisione dei compiti detti.Art. 28 – Articolazione dell’attivitàL’Associazione, attesa la pluralità degli scopi che lo stesso si attribuisce, come enunciati all’Art.5può, su delibera del Consiglio Direttivo, articolarsi in Sezioni. Ciascuna Sezione sarà dotata di unproprio regolamento redatto sulla base della specifica normativa emanata dal Consiglio Direttivodell’Associazione; le norme specifiche che risultassero in contrasto con il presente Statuto sarannoda ritenersi nulle. Ciascuna Sezione potrà eleggere un proprio Consiglio e nell’ambito di questo unresponsabile che risponde dell’attività della Sezione stessa ai Consiglieri coordinatori nominati dalConsiglio Direttivo. Il numero delle Sezioni è illimitato; nuove Sezioni potranno essere costituitepresentando al Consiglio Direttivo domanda sottoscritta dai soci ordinari interessati all’attivitàspecifica. Il Consiglio Direttivo avrà l’insindacabile facoltà di decidere la conferma dellacostituzione della Sezione. Sono incompatibili con la carica di Consigliere e di responsabile diSezione tutte quelle attività che il socio svolge privatamente e che abbiano attinenza con la caricasuddetta, nonché con la carica di membro del Consiglio Direttivo dell’Associazione.Art. 29 - Disposizioni varieLa quota di ammissione, o contributo associativo, è intrasmissibile ad eccezione dei trasferimenti acausa di morte e non è rivalutabile. Inoltre essendo comprensiva di spese per l’acquisto di beni e diquote depositate in conto capitale, il socio ordinario che desiderasse dimettersi dalla qualità disocio non verrà in alcun modo rimborsato delle somme versate.Art. 30 - LAssociazione declina ogni responsabilità per eventuali danni comunque derivanti agliaderenti della stessa. I soci ordinari, assumono lobbligo, nei confronti dellAssociazione, di tenerlarilevata ed indenne da ogni domanda di risarcimento danni, provocati dagli stessi, nei confronti diterzi.Art. 31 - In caso di scioglimento dellAssociazione lAssemblea procederà alla nomina di uno opiù liquidatori, scelti tra i soci ordinari ai quali é devoluto il compito di liquidare il patrimoniosociale. Leventuale residuo attivo sarà devoluto ad altre Associazioni con finalità analoghe(sportive)di pubblica utilità, sentito l’organismo di controllo di cui all’art. 3, comma 190, dellalegge 23 dicembre 1996 n. 662, e salvo diversa destinazione imposta dalla legge.
    • Art.32 - Regolamento internoParticolari norme di funzionamento e di esecuzione del presente atto potranno essere eventualmentedisposte con regolamento interno da elaborarsi a cura del Consiglio Direttivo.Art.33 - Disposizioni finaliPer tutto quello non previsto dal presente statuto, valgono le norme del Codice Civile e le leggivigenti in materia. Per tutte le norme non previste dalle leggi e dallo statuto valgono le decisioniprese dallassemblea a maggioranza assoluta dei partecipanti.Art.34 - Con la sottoscrizione del presente statuto se ne accettano tutti i suoi punti da parte deisottoscritti stessi. Lo stesso vale per i nuovi iscritti per il semplice fatto di essere stati ammessiallAssociazione.