• Save
La Lean Six Sigma nell’ambito dei processi logistici del fashion retail
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Like this? Share it with your network

Share

La Lean Six Sigma nell’ambito dei processi logistici del fashion retail

  • 244 views
Uploaded on

L’applicazione della metodologia Lean Six Sigma ha permesso alla divisione Fashion e Retail di DHL Supply Chain Italia attraverso l’utilizzo dell’analisi dei dati e delle tecniche Lean, di......

L’applicazione della metodologia Lean Six Sigma ha permesso alla divisione Fashion e Retail di DHL Supply Chain Italia attraverso l’utilizzo dell’analisi dei dati e delle tecniche Lean, di realizzare le soluzioni idonee alla progettazione di un processo robusto, che ha permesso di recuperare efficienza in un ambito molto sensibile alla tipologia di prelievo indipendentemente dalle specifiche competenze ed esperienza degli operatori.

  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
    Be the first to like this
No Downloads

Views

Total Views
244
On Slideshare
213
From Embeds
31
Number of Embeds
3

Actions

Shares
Downloads
0
Comments
0
Likes
0

Embeds 31

http://www.scoop.it 28
http://www.linkedin.com 2
https://www.linkedin.com 1

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. La Lean Six Sigma nell’ambito dei processi logistici in DHL Supplyg p g pp y Chain Italy (Fashion & Retail Sector)
  • 2. Agenda DHL Supply Chain OverviewDHL Supply Chain - Overview La Lean Six Sigma in DHL Supply Chain Italy Case Study all’interno del Fashion & Retail Sector Il Cliente e DHL Supply Chain Italy Milano, 9 maggio 2013 PageDHL Supply Chain Italy – Meet Minitab 2013 2
  • 3. DHL Supply Chain - Overview DHL Supply Chain • World’s No.1 in contract logistics P i h 60 i d DHL Supply Chain • DHL leader mondiale nella Contract Logistics DHL Supply Chain • Presence in more than 60 countries and territories • Over 140,000 employees worldwide • 2 500 locations g • Presenza territoriale in oltre 60 paesi • Oltre 140.000 impiegati in tutto il mondo • 2.500 magazzini2,500 locations • 22.8 million square meters of managed warehouse space • Over €5bn in transport management g • 22,8 milioni di mq. di magazzino gestiti • Volumi di traffico per oltre 5 mld€ • Esperienza in settori chiave tra i qualig • Expertise in key sectors including fashion & retail, consumer, technology, healthcare, automotive, chemical & industrial Esperienza in settori chiave tra i quali Fashion & Retail, Consumer, Technology, Healthcare, Automotive, Chemical & Industrial • Principali prodotti offerti: industrial • Key products: – Warehousing – Transport & Distribution – Magazzino – Trasporto e distribuzione – Servizi a valore aggiunto (Co packing Servizi tecniciTransport & Distribution – Service Parts Logistics – Value- (Co-packing, Servizi tecnici, Outsourcing logistico) Milano, 9 maggio 2013 PageDHL Supply Chain Italy – Meet Minitab 2013 3
  • 4. La Lean Six Sigma in DHL Supply Chain Italy Introduzione al Process Progetti di miglioramento Lean Program e progetti di Continuous ImprovementProcess Improvement in DPDHL miglioramento e coaching e progetti di miglioramento Improvement Training formativi (Corporate) Training formativi (Corporate) Training formativi (Country) Training formativi (Country)( p ) Advisors ( p ) Senior Advisors ( y) Champions ( y) PI Community 2008 2010 2011 20122007 20132009 Milano, 9 maggio 2013 PageDHL Supply Chain Italy – Meet Minitab 2013 4 Building strong, long-term partnerships with customers by providing world class services, across all our operations.
  • 5. Il caso all’interno del Fashion & Retail Sector DHL Supply Chain Definizione del problema La Stagionalità del prodotto, lag p , rotazione del personale da aree di prelievo differenti, la frammentazione degli ordini e il relativo aumento delg numero di codici per ordini comportano delle perdite di produttività stimata del 20% circa.produttività stimata del 20% circa. L’attuale indice di produttività è di 180 pezzi orap Obiettivo Portare l’indice di produttività per operatore a 220 pezzi ora Milano, 9 maggio 2013 PageDHL Supply Chain Italy – Meet Minitab 2013 5
  • 6. Il caso all’interno del Fashion & Retail Sector DHL Supply Chain La MAPPATURA 1 Committente Cliente finale 1 Committente Fashion Amministrazione e Logistica Cliente finale Fashion Gestione delle priorità 2 Amministrazione e Logistica Amministrazione e Logistica Personale Operativo Picking Personale Operativo Backend Ricezione ed elaborazione degli ordini per aree Stampa Prelievi e distribuzione al personale Prelievo ordine Pesatura- Smistamento x spedizione I I I Milano, 9 maggio 2013 PageDHL Supply Chain Italy – Meet Minitab 2013 6
  • 7. Il caso all’interno del Fashion & Retail Sector DHL Supply Chain Worksampling attività amministrative Tempo operatore per attesa stampa Attese Milano, 9 maggio 2013 PageDHL Supply Chain Italy – Meet Minitab 2013 Tempo operatore per attesa stampa ordini e gestione priorità 7
  • 8. Il caso all’interno del Fashion & Retail Sector DHL Supply Chain Spaghetti Diagram Attività # op/gg Punto di partenza statico Attività # op/gg Posiz. 700 Ordini 55 x op e e e e e e e e e e e e e e e e e e e e e Letture 1500 Priorità 4/5 giorno Ordini e e e e e e e e e e e e e e e e e e e e e Ordini Ordini 1000 metri1000 metri percorsi a vuoto (mean) Milano, 9 maggio 2013 PageDHL Supply Chain Italy – Meet Minitab 2013 Rullliera 8
  • 9. Il caso all’interno del Fashion & Retail Sector DHL Supply Chain La raccolta dei DATI Movimentazione 10.000 prodotti giorno Milano, 9 maggio 2013 PageDHL Supply Chain Italy – Meet Minitab 2013 9
  • 10. Il caso all’interno del Fashion & Retail Sector DHL Supply Chain La raccolta dei DATI Differenti prestazioni del processo dipendenti dall’esperienza dell’operatore Milano, 9 maggio 2013 PageDHL Supply Chain Italy – Meet Minitab 2013 10
  • 11. Il caso all’interno del Fashion & Retail Sector Cause&Effect diagramCause&Effect diagram Measurement Material PersonellMeasurement Personell Informazioni picking / P i ità T Mancanza di Formazione Mancanza sistema di misura operatore Priorità Gestite su carta Turnover personale da aree di picking diverse operatore Conteggio ordini Letture del i l Perdite di Produttività terminale Mani impegnate dal terminale Setup Stampa ordini cartacei p percorso nuovo ordine Layout Capi appesi Posizione Merce Punto partenza statico Milano, 9 maggio 2013 PageDHL Supply Chain Italy – Meet Minitab 2013 Environment Methods Machine 11
  • 12. Il caso all’interno del Fashion & Retail Sector DHL Supply Chain Cause Validation Suspected Root Cause Verified By Root Causes Si t di i t E ti d l M d ll’i f i llSistema di misura operatore Esperti del processo Mancanza dell’informazione sulla produttività Ripetuta lettura del terminale Raccolta dati Lentezza e affaticamento nella lettura Setup Ordine Dati -Spaghetti chart Tempo di recupero dell’ordine Setup Ordine Dati -Spaghetti chart Punto di partenza del picking e sequenza di accodamentoq Lettura con il terminale Raccolta dati Terminale pesante e non permette di avere le mani libere Esperienza operatore Esperti del processo Formazione organizzazione lavoroEsperienza operatore Esperti del processo Formazione – organizzazione lavoro Turnover del personale dalle aree limitrofe Esperti del processo Conoscenza del layout Layout capi appesi Dati -Spaghetti chart Layout Policy ABC e di refilling merce Dati -Spaghetti chart Attuale policy refilling- stagionalità Milano, 9 maggio 2013 PageDHL Supply Chain Italy – Meet Minitab 2013 12
  • 13. Il caso all’interno del Fashion & Retail Sector DHL Supply Chain Dati a supporto per validare le cause Causa Dati operatore/giornoCausa Dati operatore/giorno Lettura del terminale per ogni posizione di picking 700 volte giornog g g Mani occupate - Lettura codice a barre prodotto 1.500 volte giorno Percorso a vuoto e percorso statico (setup nuovo ordine di 55 volte gg -> 1000 metri/ggPercorso a vuoto e percorso statico (setup nuovo ordine di picking) 55 volte gg 1000 metri/gg Conteggio degli ordini da parte dell’operatore 10/20 minuti giorno Stampa iniziale degli ordini e gestione delle priorità 5/10 minuti x 2 volte giorno Turnover tra le aree 6 aree diverse St di i ti i ità A i i t ti 6% d l tStampa ordini e gestione priorità pers. Amministrativo 6% del tempo Layout capi appesi To be quantified Policy ABC di refilling merce To be quantified Milano, 9 maggio 2013 PageDHL Supply Chain Italy – Meet Minitab 2013 Policy ABC di refilling merce To be quantified 13
  • 14. Il caso all’interno del Fashion & Retail Sector DHL Supply Chain Soluzioni identificate per il pilota Causa Soluzione identificata Mani occupate Elevate letture codice a barre prodotto Lettura con nuovo dispositivo ad anello Conferma n° pezzi prelevati via voice I M P Lp p p Percorso a vuoto e percorso statico Elaborazione percorso real-time Conteggio degli ordini da parte dell’operatore L E M E N Accodamento degli ordini su terminale Stampa iniziale degli ordini e gestione delle priorità T t l F i li t i T A Z I OTurnover tra le aree Formazione agli operatori Lettura del terminale per identificare la posizione di picking Voice O N E Layout capi appesi To be defined - Layout Redesign Policy ABC e di refilling merce To be defined – Policy di ABC Dinamico T B D Milano, 9 maggio 2013 PageDHL Supply Chain Italy – Meet Minitab 2013 14
  • 15. Il caso all’interno del Fashion & Retail Sector DHL Supply Chain Dati del Pilota Terminale + Ring Ring + Accod. O d Ring + Accod. O d V i incremento Ord Ord +Voice 1503 pezzi/giorno 1571 pezzi/giorno 1640 pezzi/giorno 1830 pezzi/giorno 327 pezzi giorno Incremento x step 5% 4% 12% 22% Test effettuato con operatore conoperatore con esperienza standard Milano, 9 maggio 2013 PageDHL Supply Chain Italy – Meet Minitab 2013 15
  • 16. Il caso all’interno del Fashion & Retail Sector DHL Supply Chain Dati del Pilota Operatore bassaOperatore bassa esperienza Milano, 9 maggio 2013 PageDHL Supply Chain Italy – Meet Minitab 2013 Operatore esperto 16
  • 17. Il caso all’interno del Fashion & Retail Sector DHL Supply Chain Dati del Pilota Prima Dopo 1503 pezzi giorno 1830 pezzi giorno Operatore bassa +22% Operatore bassa esperienza Prima Dopo 1568 pezzi giorno 1875 pezzi giorno +20% Milano, 9 maggio 2013 PageDHL Supply Chain Italy – Meet Minitab 2013 Operatore esperto 17
  • 18. Il caso all’interno del Fashion & Retail Sector DHL Supply Chain Summary Milano, 9 maggio 2013 PageDHL Supply Chain Italy – Meet Minitab 2013 18
  • 19. Il caso all’interno del Fashion & Retail Sector Benefici AMMINISTRAZIONE • Miglior gestione delle priorità e del personale • Eliminazione tempi di setup per le stampe • Abbattimento costi e utilizzo carta-stampa-toner • Maggiore produttività Mi t t i i t AREA PICKING • Minor tempo per training su nuovo operatore • Maggior soddisfazione del personale (ergonomicità, orari lavoro) • Minor variabilità delle performance degli operatori • Eliminazione attività “non value added” • Attenzione virtuosa alle performance e all’analisi dei dati ALTRO p • Minore tempo di training agli operatori • 5 mesi PAYBACK Milano, 9 maggio 2013 PageDHL Supply Chain Italy – Meet Minitab 2013 19 5 mesi
  • 20. Best Practice replicata anche negli altri Siti Isola VicentinaMilano 5 Giornate Rovellasca Area: 10.800 mq Rolo Area: 25.000 mq Torino Rolo Area: 10.000 mq Area: 4.800 mq Casaletto Lodigiano Area: 6.800 mq Biandrate Area: 6.800 mq Roma Milano, 9 maggio 2013 PageDHL Supply Chain Italy – Meet Minitab 2013 20
  • 21. Le attività di warehousing Categorie merceologiche Abbi li Categorie imballo Abbigliamento Intimo Pubblicità Capo Steso (85%) Capo Appeso (15%) Calzature Accessori pelletteria Attrezzature di stoccaggio Portapallet – gestione pubblicità Cestoni su portapallet – denimp p Struttura tecnoclogioca intensiva - abbigliamento e intimo Struttura intensiva per gestione colli Tipologia attività SeasonalSeasonal Replenishment E-commerce Fullfilment Modalità di assegnazione ordini Modalità di stoccaggio VAS Prelievo e imballo a banco – piuck and pack Pick&Pack Box Tecnico Box Cliente Box Preassortito Cluster picking Prelievo Massivo Dispatching – ventilazione / giro Milano, 9 maggio 2013 PageDHL Supply Chain Italy – Meet Minitab 2013 21 Dispatching ventilazione / giro d’imballo
  • 22. Servizi a Valore Aggiunto Etichettatura etichettatura barcode applicazione pendaglio steso e appesoDA “Service of Packages” A Package of Services” Etichettatura applicazione pendaglio steso e appeso etichettatura pendaglio Package of Services Cucito applicazione etichetta made in applicazione etichetta composizione antitaccheggio – applicazione/rimozione ricerca codice sku su lookbook cliente Reverse controllo qualità resi laser anticontraffazione DHL crede molto ed investe molto sulla propria capacità di erogare servizi a valore aggiunto. Con l’abbinamento della propria capacità creativa metal detector – Giappone timbro inchiostro anticontraffazione della propria capacità creativa ai valevoli spunti da parte del cliente DHL, ogni anno, spinge sempre più avanti la definizione di “Servizio Logistico” repackaging – sostituzione busta o similare C.Q. del prodotto finito da fabbrica Altro Logistico” Milano, 9 maggio 2013 PageDHL Supply Chain Italy – Meet Minitab 2013 22 Servizio di “Order to Cash”
  • 23. Relatori Introduzione Riccardo Silva Process Improvement Manager DHL Supply Chain La LSS nel Fashion & Retail Massimiliano Paonessa Management Consultant P t Benefici e Pragmata Roberto Gregori Benefici e repliche del progetto g Direttore operativo Warehousing Fashion & Retail DHL Supply Chain Milano, 9 maggio 2013 PageDHL Supply Chain Italy – Meet Minitab 2013 23
  • 24. Grazie per l’attenzione Milano, 9 maggio 2013 PageDHL Supply Chain Italy – Meet Minitab 2013 24 Building strong, long-term partnerships with customers by providing world class services, across all our operations. 24