Valutazione Obiettivi 2006-11 - Ass.to Ambiente ed Energia del Comune di Rimini

681 views
623 views

Published on

Gli obiettivi di mandato 2006-11 raggiunti e non ancora raggiunti dall'Assessorato alle Politiche Ambientali del Comune di Rimini

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
681
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
4
Actions
Shares
0
Downloads
7
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Valutazione Obiettivi 2006-11 - Ass.to Ambiente ed Energia del Comune di Rimini

  1. 1. PROGRAMMA di MANDATO 2006 - 2011 del SINDACO di RIMINI Alberto Ravaioli cod. Responsabile Stato di Azioni e Interventi Link Note Prog Politico avanzamento LA CASA ( Impegno a edificare (concorrendo a bandi regionali e nazionali) un numero di alloggi pari a quello 1.5 realizzato tra 2001 e 2006; inserire le politiche abitative tra i capisaldi del patto di governance con le istituzioni e il tessuto economico e sociale; incrementare la sinergia con Acer; rafforzare le risorse destinate a Fondo per l’affitto e Agenzia pubblica in modo da rispondere adeguatamente alle emergenze abitative).Pag.19 Il comune di Rimini, per il territorio di sua competenza, ha avviato la sua attività di controllo per l’efficienza energetica e la sicurezza degli impianti energetici dal 1999 ed effettua ispezioni in loco dal affermare con controlli e iniziative una Zanzini 2000. Il catasto degli impianti termici del nostro (link √ cultura della legalità e sicurezza: (in comune allo stato attuale conta oltre 60.000 impianti e 1.5.2.3 impianti a norma e buono stato collaborazione di questi oltre 2.500 sono stati ispezionati in loco dai manutentivo degli alloggi, trasparenza con altri 1) tecnici incaricati e gli stessi impianti sono stati delle forme contrattuali Ass.ti) adeguati alle norme, dove era necessario farlo (Il Comune di Rimini può vantare il primato italiano per la completezza del proprio catasto termico così come ha testimoniato nel 2009 IlSole24Ore attribuendoci il 1° posto in Italia per le Politiche Energetiche) Il comune di Rimini oltre ad aver approvato oltre una decina di progetti edilizi correlati al Regolamento favorire e incentivare ulteriormente, dopo Volontario di Bioedilizia ha inserito nelle Linee Guida del Piano Strutturale la previsione di rendere (link √ l’approvazione del Regolamento della obbligatorie le misure di bioedilizia nel prossimo 1.5.3.2 Bioedilizia, le costruzioni eco compatibili Zanzini che permettano il riuso delle acque e il 1) regolamento edilizio (in via di definizione). Successivamente nel febbraio 2010 nel documento risparmio energetico preliminare del Piano Stutturale sono state inserite esattamente questo tipo di previsioni redatte dall'Assessorato all'ambiente del Comune di Rimini LA TUTELA DEL TERRITORIO E DELL’AMBIENTE IL GOVERNO DEL TERRITORIO E LE POLITICHE 2.1 URBANISTICHE (animare una nuova stagione di strumenti urbanistici e di pianificazione strategica che- meno generici e più articolati nella definizione dei beni da tutelare, valorizzare e recuperare- concretizzi una politica di sviluppo sotto il segno della sostenibilità ambientale, della cultura ambientalista come opportunità e della chiara indicazione che la crescita quantitativa di Rimini è conclusa in piena armonia con i principi fissati dalla LR 20/2000 (priorità dell’azione di recupero e riqualificazione del tessuto edilizio esistente,ecc.) Pag. 21 Per la prima volta la partecipazione è entrata nelle allargare i tradizionali canali di richieste cogenti della P.A. riminese; infatti nel bando partecipazione della cittadinanza e dei Zanzini pubblico per la valorizzazione naturalistica dell'ex-cava Incalsystem sono stati inseriti requisiti di (link √ soggetti ‘portatori di interesse’, utilizzando (in partecipazione che si richiamano al Libro Bianco 2.1.1.4 Agenda 21 locale quale luogo di collaborazione discussione che accompagni e sostenga i con altri 1) dell'UE sulla partecipazione. Elemento di selezione dei professionisti è stato cioè quello di dimostrare di aver processi decisionali attraverso il massimo Ass.ti) svolto esperienze stutturate di partecipazione e confronto e trasparenza coinvolgimento dei cittadini e delle associazioni in percorsi di qualificazione ambientale del territorio √ adozione in Consiglio Comunale delle 2.1.2.3 linee guida regionali per la gestione Zanzini integrata di zona costiera (GIZC) Il comune di Rimini oltre ad aver approvato oltre una decina di progetti edilizi correlati al Regolamento Volontario di Bioedilizia ha inserito nelle Linee Guida definizione di incentivi per interventi di del Piano Strutturale la previsione di rendere (link 2.1.2.4 ristrutturazione straordinaria di bio edilizia / climatica, di uso di solare termico per Zanzini √ 1) obbligatorie le misure di bioedilizia nel prossimo regolamento edilizio (in via di definizione). privati Successivamente nel febbraio 2010 nel documento preliminare del Piano Stutturale sono state inserite esattamente questo tipo di previsioni redatte dall'Assessorato all'ambiente del Comune di Rimini
  2. 2. Il comune di Rimini oltre ad aver approvato oltre una decina di progetti edilizi correlati al Regolamento Zanzini Volontario di Bioedilizia ha inserito nelle Linee Guida inserimento nel nuovo regolamento del Piano Strutturale la previsione di rendere √ (in edilizio di obblighi di risparmio energetico, obbligatorie le misure di bioedilizia nel prossimo 2.1.2.5 collaborazione recupero acque piovane, uso di fonti regolamento edilizio (in via di definizione). con altri energetiche rinnovabili Successivamente nel febbraio 2010 nel documento Ass.ti) preliminare del Piano Stutturale sono state inserite esattamente questo tipo di previsioni redatte dall'Assessorato all'ambiente del Comune di Rimini √ incentivare interventi di bioarchitettura 2.1.2.6 Zanzini (Approvato dal Consiglio Comunale) attraverso riduzioni Ici LA MOBILITA' E LA SOSTA (completamento della rete infrastrutturale la cui progettazione è già avviata (terza corsia A14, punti neri Ss16, Trc); assunzione dei piani di mobilità integrata quale pregiudiziale di qualsivoglia 2.2 nuovo insediamento; incremento, attraverso soluzioni innovative e sperimentali, del sistema di trasporto pubblico e della mobilità lenta; contrasto all’inquinamento da gas di scarico; proseguimento del rilancio dell’aeroporto ‘Federico Fellini’, all’interno della definizione di un sistema aeroportuale regionale che alimenti collaborazione e sinergie, eviti concorrenze improprie e tenga fede alle caratteristiche dell’area riminese.) Pag. 23 2.2.3 il trasporto pubblico Zanzini stimolare le aziende preposte al rinnovo (link √ (in (link 2) del parco mezzi dando la priorità a quelli 2.2.3.3 collaborazione ad alimentazione ecologica e basso con altri 1) impatto ambientale Ass.ti) √ organizzare iniziative ecologiche e di Numerose iniziative realizzate in collaborazione con 2.2.6.4 sensibilizzazione ai temi della mobilità Zanzini numerose associazioni del territori lenta Il comune di Rimini, in collaborazione con la Regione emilia-Romagna ed la Fondazione Ricerche Marine, attualmente sta valutando due diversi ipotesi per la costituzione della zona di tutela biologica × localizzazione della zona di tutela biologica. Quella marina, a partire dall’area delle Piramidi 2.3.5.2 Zanzini (in corso) più avanzata per la quale sono già state presi contatti di fronte a Miramare con istituzione degli con Eni riguarda la possibilità di utilizzo di una delle organismi previsti dalla legislazione piattaforme dismesse davanti alle coste riminesi. E' attesa nelle prossime settimane risposta sulla disponibilità di Eni. interventi di sensibilizzazione per la tutela 2.3.5.3 del mare in area portuale al fine di porre un’adeguata attenzione alla raccolta dei Zanzini √ Rinnovato e ridefinito l'accordo per la gestione dei rifiuti in area portuale rifiuti pericolosi 2.4 LO SVILUPPO DELLA SOSTENIBILITA' E LA QUALITA' DELL'AMBIENTE Pag. 27 2.4.1 qualità dell'acqua *istituzione del nucleo di × ampliamento della fitodepurazione nelle Valutazione di sostenibilità aree extraurbane e attivazione del flusso (in corso 2.4.1.1 Zanzini minimo vitale dei fossi mediante l’utilizzo delle acque del depuratore di valutazione) ambientale e territoriale raggiungimento degli obiettivi sulla qualità (competenza condivisa con la Provincia) delle acque superficiali previsti dal Piano 2.4.1.2 Zanzini (in corso) regionale sul risanamento dei corsi d’acqua definizione delle migliori iniziative per 2.4.1.3 incentivare la riduzione della impermeabilizzazione del suolo e Zanzini √ risparmio dell’acqua negli usi plurimi (link 2.4.1.4 azioni di sensibilizzazione verso i cittadini sul risparmio dell’acqua Zanzini √ 1) (link 2) - (link 3) - (link 4)
  3. 3. A Febbraio 2010 è stato assegnato il bando per la (link √ valorizzazione naturalistica del Parco progettazione della valorizzazione naturalistica dell'ex 2.4.1.5 fluviale Marecchia fino ai laghi ex Cave Zanzini cava Incalsystem. Sempre a febbraio 2010 si stanno Incal System 1) concludendo le piantumazioni che daranno vita al nuovo parco urbano in località S.Giustina. 2.4.2 qualità dell'aria A Febbraio 2010 il numero delle traformazioni (link effettuate dal 2006 risulta essere 1734 (come si evince rafforzamento degli incentivi per il dal documento sulle politiche di mandato per il 1) √ passaggio ad una alimentazione miglioramento della qualità dell'aria pubblicato nel 2.4.2.1 ecologica dei veicoli privati, tendendo Zanzini 2009) ed è quindi presumibile che per la fine del nell’arco del mandato a raggiungere il (link mandato si arrivi a 2000 mezzi. Tale risultato è stato 2) numero di 2000 mezzi possibile anche grazie ala sottoscrizione dell'accordo per il miglioramento della qualità dell'aria sottoscritto con le associazioni artigiane. definire un rigoroso piano per la (link (link 2) progressiva sostituzione dei mezzi 2.4.2.2 Zanzini (in corso) pubblici alimentati a benzina e diesel, con 1) veicoli elettrici e a gas incremento degli incentivi alle famiglie e (link 2.4.2.3 alle fasce sociali più deboli per la manutenzione o l’acquisto di nuove Zanzini √ 1) caldaie (link 2.4.2.4 attuazione della misura del ‘bollino blu’ su scala comunale e provinciale Zanzini √ 1) redazione del Piano del Verde in coerenza con gli obiettivi programmatici (in corso) (link realizzato il Censimento del Verde propedeutico alla 2.4.2.5 Zanzini della tutela ambientale e della 1) redazione del Piano del Verde previsto per il 2010 sostenibilità 2.4.3 gli inquinamenti rigorosa attuazione di quanto indicato dal × nuovo regolamento sulla telefonia mobile il regolamento è stato completamente rivisto, passato 2.4.3.1 per la tutela della salute dei cittadini, in Zanzini (in corso) in commissione ed andrà in CC a giorni stretto e puntuale coordinamento con i Quartieri √ incremento delle stazioni di monitoraggio 2.4.3.2 in continuo dei campi elettromagnetici in Zanzini alta e bassa frequenza Riguardo l'inquinamento luminoso l'atto è in attesa di × riduzione dell’inquinamento luminoso in parere dei quartieri mentre le misure regionali per il 2.4.3.3 piena applicazione della Legge regionale Zanzini (in corso) risparmio energetico sono state inserite e quindi e delle misure sul risparmio energetico recepite nel regolamento edilizio nel 2009 √ finanziamento piano di monitoraggio e 2.4.3.4 successivo piano di risanamento per la Zanzini zonizzazione acustica 2.4.4 energia e fonti rinnovabili (link √ Polo per l’infanzia di Viserba, Scuola materna via di utilizzo della bioedilizia per i nuovi edifici 2.4.4.1 Zanzini Mezzo, Scuola materna XX Settembre, Scuola media comunali 1) N. 6 “E. Fermi” Tutte le scuole comunali sono state certificate 2.4.4.2 completamento della certificazione energetica degli uffici pubblici Zanzini √ enrgeticamente grazie al progetto DISPLAY promosso dalla UE e realizzato dall'Ass.to all'Ambiente del Comune di Rimini Impianti fotovoltaici sono stati realizzati per Polo per l’infanzia di Viserba, Scuola materna via di Mezzo. (link 2.4.4.3 promozione di energia elettrica derivata da fonti rinnovabili Zanzini √ 1) Inoltre dal 2009 tutta l'energia elettrica dell'illuminazione pubblica proviene da fonti rinnovabili con un risparmio di emissioni intorno al 40% di tutti i consumi energetici del Comune 2.4.5 gli spazi
  4. 4. (link A Febbraio 2010 è stato assegnato il bando per la 1) √ riqualificazione e creazione di nuove di progettazione della valorizzazione naturalistica dell'ex 2.4.5.1 aree verdi da destinare a parco pubblico Zanzini cava Incalsystem. Sempre a febbraio 2010 si stanno nell’area nord e sud della città (link concludendo le piantumazioni che daranno vita al 2) nuovo parco urbano in località S.Giustina. (link 2.4.5.2 incremento della dotazione di servizi nei parchi esistenti Zanzini √ 1) A febbraio 2010 si concluderanno le piantumazioni che (link √ conferma dell’iniziativa ‘Un albero per daranno vita al nuovo parco urbano in località 2.4.5.3 ogni nato’ e ulteriore valorizzazione del Zanzini relativo Parco naturale 1) S.Giustina realizzate con l'iniziativa 'Un albero per ogni nato' che prevede oltre 1220 nuove alberature 2.4.6 l'educazione e la partecipazione impulso deciso all’attività di Agenda 21, strumento fondamentale per raccogliere e A febbraio 2010 si concluderanno le piantumazioni che √ monitorare le esigenze ambientali e di daranno vita al nuovo parco urbano in località 2.4.6.1 vivibilità che emergono sul territorio. Zanzini S.Giustina realizzate con l'iniziativa 'Un albero per Impegno ad adottare le indicazioni già ogni nato' che prevede oltre 1220 nuove alberature pervenute al Forum e definite dal Piano di Azione (link 1) Grazie ai finanziamenti 'carpiti' con il Piano di Azione 2.4.6.2 attuazione del Piano di azione ambientale Zanzini √ ambientale sono stai avviati progetti di sostituzione delle caldaie più inquinanti degli edifici pubblici ed (link avviato il servizio di Bikesharing 2) potenziamento dell’attività di (Educazione Ambientale-link) comunicazione attraverso iniziative nelle (link √ scuole, eventi pubblici, sito internet 2.4.6.3 Zanzini (www.riminiambiente.it) dedicato, almeno due campagne annuali 1) di sensibilizzazione rivolte a tutta la cittadinanza (www.ambientefestival.it) igiene ambientale e manutenzione del 2.4.7 verde portare la percentuale della raccolta differenziata dal 27% attuale a quella Attualmente la raccolta differenziata ha superato quota 40% e mia a raggiungere il 70% con l'introduzione del (link √ prevista dal Piano provinciale per i rifiuti, sistema egate nel corso di pochi mesi. Numerose sono 2.4.7.1 attraverso campagne di informazione ai Zanzini cittadini (attivando il processo di Agenda 1) state le campagne di informazione rivolte alla sperimentazione del porta a porta anche in senso 21) e la realizzazione del Piano d’ambito partecipativo Ato nei tempi programmati monitorare, tramite appositi strumenti conoscitivi, l’effettiva rispondenza tra 2.4.7.2 linee guida e attuazione delle stesse per Zanzini × quanto riguarda la gestione dell’igiene e (in corso) del verde pubblico √ ipotizzare la creazione di una agenzia Nel 2009 si è costituita Anthea, società a completo 2.4.7.3 locale per la manutenzione del verde Zanzini patrimonio pubblico per la manutenzione e cittadino valorizzazione del verde LO SVILUPPO DEL TESSUTO IMPRENDITORIALE/TURISTICO/OCCUPAZIONALE IL TURISMO (completare la rete infrastrutturale in corso di realizzazione; filtrare ogni intervento o iniziativa alla luce di una cultura della qualità, della bellezza e con una forte sensibilità ambientale; creare gli strumenti e le occasioni di confronto con il mondo economico privato al fine di modernizzare e rendere più efficaci i servizi e la comunicazione dell’offerta; attivare un canale 3.1 preferenziale con gli organismi nazionali, al fine di intercettare i finanziamenti per la riqualificazione delle strutture turistiche; superare, attraverso l’utilizzo della concertazione e della politica, la storica divisione tra i soggetti coinvolti nel fare turismo; sul piano della produzione di ‘know how’affermare una Scuola riminese dell’Accoglienza attraverso un network superiore del sapere
  5. 5. turistico Pag. 29 qualificare e valorizzare il sistema delle (link 3.1.1.7 aree verdi e dei parchi ai fini della qualità urbana e ambientale complessiva della Zanzini √ 1) città 3.1.6 turismo sostenibile promozione e incentivazione all’uso del (link 3.1.6.1 solare termico per riscaldamento dell’acqua sanitaria in modo da ridurre le Zanzini √ 1) emissioni di gas in zona marina promozione verso gli operatori turistici di Zanzini (link 1) √ misure di risparmio energetico e delle (in 3.1.6.2 acque attraverso incentivi o misure collaborazione regolamentari per la produzione di con altri (link energia rinnovabile Ass.ti) 2) Zanzini × definizione di accordi con gli operatori (in 3.1.6.3 turistici per raggiungere la certificazione collaborazione (su questo tema è impegnata la Provincia di Rimini) ambientale ISO 14001 e EMAS con altri Ass.ti) IL CENTRO STORICO (aumentare l’accessibilità e la sosta; completare gli interventi in corso (Cittadella Universitaria, domus romana, sistema di parcamento); riorganizzare il mercato ambulante bisettimanale; concertare con le Associazioni Economiche e 3.3 le attività commerciali un programma integrato di comunicazione e eventi capace di valorizzare anche fuori dai confini provinciali il centro quale luogo del dialogo, dell’incontro, dello shopping, delle culture). Pag. 33 Avviato il servizio di Bikesharing nel 2009 che incentivazione all’utilizzo di biciclette, proseguirà nel 2010 portando a 130 le biciclette motorini e mezzi non inquinanti attraverso disponibili in città. ampliamento delle piste ciclabili intorno al (link √ centro (‘anello verde’ già al progetto Nel 2009 la città di Rimini è stata la prima in Italia ad 3.3.2.3 definitivo), nuovi sistemi di noleggio (mille Zanzini esauire i fondi del MInistero dell'Ambiente per biciclette da utilizzare attraverso un 1) l'acquisto di biciclette elettriche. badge elettronico) e dotazione di nuovi stalli da ricavare nei progetti di arredo Il varo del nuovo piano della mobilità lenta prevede inotre il raddoppio delle piste ciclabili nei prossimi urbano anni. IL RAPPORTO CON IL PRIVATO (definire una piattaforma progettuale complessiva in grado di far emergere i principi etici e il valore della partecipazione come componente fondamentale della qualità degli interventi e che veda l’Ente pubblico presente in A.2 forme giuridiche differenti, in piena sinergia con i soggetti del terzo settore e dell’associazionismo, ma con un forte ruolo di controllo e di programmazione rispetto agli indirizzi fissati) Pag.43 A.2.1 la piattaforma entro la primavera 2007, sigla di un vero Per quanto di competenza dell'Assessorato all'ambiente e proprio ‘patto per la qualità e lo Zanzini sono stati sottoscritti accordi sulla qualità dell'aria con le associazioni artigiane, sulla tutela degli animali (link √ sviluppo’ con le migliori forze sociali e (in d'affezzione con le associazioni animaliste, con i A.2.1.1 economiche pubbliche e private, con le collaborazione organizzazioni sindacali in grado di con altri 1) manutentori per il controllo degli impianti termici, con l'associazionismo ed il terzo settore per la tenere assieme economia e sociale in un Ass.ti) valorizzazione ed il controllo del territorio nonchè la rapporto di cooperazione-sussidiarietà promozione della mobilità lenta C LA PARTECIPAZIONE NUOVE FORME DI DEMOCRAZIA PARTECIPATIVA E I QUARTIERI : ( Promuovere e attivare percorsi partecipati affinché si costruisca una cultura di governo in cui sia costantemente presente il “ben vivere” degli abitanti, il futuro della città e del C.1 territorio.Dare sostanza al concetto che il Quartiere è il primo anello in cui realmente possono congiungersi la partecipazione e le istituzioni; attuare quanto indicato dal nuovo Regolamento dei Consigli circoscrizionali che ridisegna nuovi ruoli e competenze dei Consigli circoscrizionali in un rapporto con il Comune non solo burocratico ma di cooperazione).PAG. 45 I quartieri sono stati resi protagonisti ad esempio delle scelte legate agli interventi
  6. 6. straordinari sul verde pubblico in cui hanno indicato all'Assessorato Zanzini le priorità sulle quali intervenire. Successivamente agli interventi √ (in rafforzamento dei percorsi di Agenda 21 C.1.2.3 collaborazione nei Quartieri con altri (vd.nuovo Parco di S.Giustina) Ass.ti) hanno rappresentato il canale diretto di comunicazione con i cittadini e le loro associazioni attraverso i quali condividere la realizzazioni degli interventi e la loro supervisione/manutenzione.

×