Un ringraziamento sincero a Rimini Fiera che oltre ad ospitarci a davvero collaborato alla realizzazione di questo convegn...
In questi pochi minuti vorrei con voi : <ul><li>Riflettere insieme sulle  ragioni ambientali ed economiche  della bioedili...
Le case costruite in bioarchitettura hanno pareti utili che consentono di ridurre le necessità di riscaldamento-rinfrescam...
Il regolamento comunale denominato: “Misure volontarie in bioedilizia” (novembre 2005) <ul><li>La collettività riconosce u...
Pre-requisiti obbligatori: art.3  I muri perimetrali devono avere spessore minimo 40 cm art.3  L’edificio deve presentare ...
Microclima esterno 13,0% Quadro riepilogativo percentuali incentivo Riflettere insieme sulle  ragioni ambientali ed econom...
Progettare in Bioarchitettura significa prima di tutto  effettuare un cambiamento culturale, nell’approccio al progetto  e...
bio <ul><li>La sensibilità dei cittadini è in sviluppo </li></ul><ul><li>Moltiplicano le esperienze di ‘impresa’ sul terri...
<ul><li>La Formazione delle imprese, dei tecnici e degli addetti </li></ul><ul><li>L’accesso al credito </li></ul><ul><li>...
<ul><li>Reg. volontario per la Bioedilizia (un primo anno di sperimentazione fruttuosa) </li></ul>Conoscere qual’è  lo sta...
<ul><li>Sportello Generale per l’Energia </li></ul><ul><li>promozione della sostenibilità verso i cittadini (front-office)...
<ul><li>Progetti Europei per lo scambio di buone prassi con altre comunità locali, il monitoraggio dei consumi degli istit...
<ul><li>Progetti locali a fin.to provinciale e reg.le per sostituire gli impianti degli edifici pubblici </li></ul>Conosce...
<ul><li>Educazione e sensibilizzazione (scuole e comunicazione) </li></ul>Conoscere qual’è  lo stato della pubblica ammini...
<ul><li>Incentivi: </li></ul><ul><li>Bando Solare Termico 53 domande presentate per l’installazione di oltre 250 mq di pan...
<ul><li>Semplificazione delle procedure amministrative e burocratiche </li></ul>Conoscere qual’è  lo stato della pubblica ...
<ul><li>Collaborazione con gli altri assessorati: dopo un lavoro di molti mesi si sono avviate le condizioni di collaboraz...
in conclusione : Allora la domanda è: Siamo nelle condizioni  di lavorare insieme in modo ‘partecipato’  per progettare e ...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

“La sfida della bioedilizia per il territorio riminese”_Relazione Assessore Ambiente Andrea Zanzini

766 views
719 views

Published on

“La sfida della bioedilizia per il territorio riminese” bio-architetture venture BUONE PRATICHE EUROPEE E SPERIMENTAZIONI RIMINESI Rimini 18-10 2007

Published in: Business, Technology
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
766
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
15
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

“La sfida della bioedilizia per il territorio riminese”_Relazione Assessore Ambiente Andrea Zanzini

  1. 1. Un ringraziamento sincero a Rimini Fiera che oltre ad ospitarci a davvero collaborato alla realizzazione di questo convegno ed ai relatori del workshop hai quali abbiamo ridotto i tempi ma pensando di realizzare un workshop aggiuntivo a novembre per l’approfondimento e la maggiore partecipazione dei temi allo staff dell’Ass.to all’Ambiente che da prima di me approfondisce e sperimenta in merito al tema della bioedilizia Andrea Zanzini Assessore alle Politiche Ambientali ed Energetiche “La sfida della bioedilizia per il territorio riminese” “ quasi la metà dell’energia necessaria alle attività umane è utilizzata per l’edilizia” Thomas Herzog Fiera di Rimini – 18 Ottobre 2007
  2. 2. In questi pochi minuti vorrei con voi : <ul><li>Riflettere insieme sulle ragioni ambientali ed economiche della bioedilizia il reg.to volontario comunale sulla bioedilzia </li></ul><ul><li>Verificare la disponibilità del settore privato economico e produttivo riminese </li></ul><ul><li>Capire quali sono gli ostacoli allo sviluppo </li></ul><ul><li>Conoscere qual’è lo stato della pubblica amministrazione </li></ul><ul><li>Per motivare la necessità e la praticabilità di lanciare una sfida partecipata verso modifiche dell’attuale Regolamento Urbano Edilizio in termini di bioedilizia </li></ul>
  3. 3. Le case costruite in bioarchitettura hanno pareti utili che consentono di ridurre le necessità di riscaldamento-rinfrescamento, impianti di riciclo dell'acqua piovana, dispositivi di risparmio idrico per diminuire l’emungimento dalle falde e ridurre i picchi di affluenza di reflui nei depuratori, utilizzo di tecniche di depurazione alternativa, pannelli solari per il riscaldamento dell’acqua sanitaria, pannelli fotovoltaici per produrre (e vendere) energia, uso qualitativo del verde, sistemi per il conferimento differenziato del rifiuto, materiali salubri al di là di ogni dubbio…. soluzioni queste sempre più economicamente vantaggiose Riflettere insieme sulle ragioni ambientali ed economiche della bioedilizia <ul><li>Con il cambiamento ed aggiornamento delle tecnologie e metodologie applicate in edilizia in chiave eco-sostenibile e bio-compatibile otteniamo: </li></ul><ul><li>recupero delle risorse naturali (acqua, aria, calore solare, terreno permeabile, riciclaggio di acqua e calore, raccolta differenziata dei rifiuti, ecc.) </li></ul><ul><li>risparmio energetic o (conseguente riduzione delle emissioni di CO2) </li></ul><ul><li>risparmio economico di chi costruisce e di chi abita </li></ul>1.
  4. 4. Il regolamento comunale denominato: “Misure volontarie in bioedilizia” (novembre 2005) <ul><li>La collettività riconosce una progettazione come ecosostenibile quando mira anche a contenere i costi collettivi sanitari, di depurazione, di infrastrutture, risorse energetiche e naturali nei casi di nuove edificazioni, ampliamenti e ristrutturazioni. </li></ul><ul><li>La collettività riconosce un incentivo agli interventi ecosostenibili e biocompatibili, per i vantaggi apportati, ricompensando l’impegno di ricerca progettuale, il cambiamento di prassi costruttiva e le maggiori spese dovute agli apporti qualitativi introdotti, attraverso </li></ul><ul><li>incentivi di carattere edilizio scorporo progressivo fino al 100% delle murature perimetrali dal calcolo della S.U. </li></ul><ul><li>riduzione degli oneri urbanizzazione secondaria riduzione del 50% degli oneri di urbanizzazione secondaria all’ottemperamento del 85% del punteggio percentuale degli interventi di bioedilizia. </li></ul><ul><li>attestazioni del livello qualitativo raggiunto attraverso 3 distinte etichette di qualità </li></ul>Riflettere insieme sulle ragioni ambientali ed economiche della bioedilizia 1. il primo progetto è stato approvato
  5. 5. Pre-requisiti obbligatori: art.3 I muri perimetrali devono avere spessore minimo 40 cm art.3 L’edificio deve presentare fabbisogno termico, calcolato con i dati climatici di Rimini, inferiore a 70 Kw/mq all’anno art.4 Analisi del sito art.5 Integrazione del progetto con il sito art.6 Percorsi pedonali e ciclistici art.7 Isola ecologica Tutto questo però deve rendere possibile l’ammortamento dei maggiori costi di realizzazione dati dall’utilizzo di materiali e tecnologie ecologiche. Il regolamento comunale denominato: “Misure volontarie in bioedilizia” (novembre 2005) Riflettere insieme sulle ragioni ambientali ed economiche della bioedilizia 1.
  6. 6. Microclima esterno 13,0% Quadro riepilogativo percentuali incentivo Riflettere insieme sulle ragioni ambientali ed economiche della bioedilizia 1. Energia 51,1,0% Salubrità indoor 16,8% Acqua 19,1% Art. 8 Isola Di Calore 2,00% Art. 9 Albedo 1,00% Art. 10 Verde nell’area circostante l’edificio 3,00% Art. 11 Verde sull’edificio 3,50% Art. 12 Verde nelle aree a parcheggio 3,50% Art. 13 Limitazione della Trasmissione Del Calore 9,00% Art. 14 Controllo della radiazione solare su superfici vetrate 4,50% Art. 15 Superfici vetrate 4,50% Art. 16 Coperture 5,80% Art. 17 Inerzia termica del terreno 4,50% Art. 18 Riscaldamento Invernale 6,10% Art. 19 Produzione di acqua calda sanitaria 5,50% Art. 20 Raffrescamento Estivo 4,20% Art. 21 Ventilazione forzata 3,00% Art. 22 Fonti energetiche alternative 4,00% Art. 23 Impianto elettrico: Campi elettrici e magnetici 3,00% Art. 24 Permeabilità del suolo 3,30% Art. 25 Dispositivi di riduzione dei consumi d’acqua 4,30% Art. 26 Sistemi di recupero e riuso dell’acqua piovana 6,00 % Art. 27 Sistemi di recupero e riuso delle acque nere 5,50% Art. 28 Materiali edili 5,00% Art. 29 Malte per intonaci e sottofondi 4,50% Art. 30 Impregnanti per legno, resine, colori e vernicii 4,30%
  7. 7. Progettare in Bioarchitettura significa prima di tutto effettuare un cambiamento culturale, nell’approccio al progetto e nelle sue declinazioni ANTICIPARE I PROBLEMI ED EVITARE L’EMERGENZA E RISPARMIARE Riflettere insieme sulle ragioni ambientali ed economiche della bioedilizia 1. Principali dati dell'intervento: Sf 845mq Uf 0,9 Su 760mq Sc 245mq Sup Nette 541mq Sintesi dei vantaggi: Incentivo economico: 15.210,22€ Incentivo edilizio: 333.690,00€ Costo di realizzazione superfici aggiuntive: 97.882,40€ Costo realizzazione Interventi di bioedilizia: 195.515,00€ Fidejussione: 2.602,35€ _______________________________________ Guadagno finale: 52.900,47€
  8. 8. bio <ul><li>La sensibilità dei cittadini è in sviluppo </li></ul><ul><li>Moltiplicano le esperienze di ‘impresa’ sul territorio riminese rivolte alla commercializzazione di soluzioni edilizia e di gestione dei fabbisogni energetici degli edifici </li></ul><ul><li>Si ‘realizzano’ i primi impianti civili e industriali con tecnologie avanzate quali il geotermico </li></ul><ul><li>Sorgono i primi consorzi di imprese che si occupano esclusivamente di interventi per il risparmio energetico </li></ul><ul><li>Nascono le prime ESCO riminesi </li></ul><ul><li>Gli istituti di credito producono le prime forme di agevolazione al credito per la sostenibilità </li></ul><ul><li>Crescono i progetti sostenibili presentati alla Amministrazione Pubblica </li></ul><ul><li>Il mercato turistico si fa sensibile alla sostenibilità in termini edilizi e promo-commerciali </li></ul><ul><li>Aumentano le iniziative formative degli ordini di professionisti </li></ul>Verificare la disponibilità del settore privato economico e produttivo riminese 2.
  9. 9. <ul><li>La Formazione delle imprese, dei tecnici e degli addetti </li></ul><ul><li>L’accesso al credito </li></ul><ul><li>Le complicazioni delle procedure amministrative e burocratiche </li></ul>Capire quali sono gli ostacoli allo sviluppo 3.
  10. 10. <ul><li>Reg. volontario per la Bioedilizia (un primo anno di sperimentazione fruttuosa) </li></ul>Conoscere qual’è lo stato della pubblica amministrazione 4.
  11. 11. <ul><li>Sportello Generale per l’Energia </li></ul><ul><li>promozione della sostenibilità verso i cittadini (front-office) </li></ul><ul><li>funzione di ricerca e consulenza a disposizione di tutta la pubblica amministrazione </li></ul><ul><li>governare i consumi energetici dell’ente (es. stiamo tenendo al freddo gli uffici pubblici  ) </li></ul>Conoscere qual’è lo stato della pubblica amministrazione 4.
  12. 12. <ul><li>Progetti Europei per lo scambio di buone prassi con altre comunità locali, il monitoraggio dei consumi degli istituti scolastici e l’educazione ambientale </li></ul>Conoscere qual’è lo stato della pubblica amministrazione 4.
  13. 13. <ul><li>Progetti locali a fin.to provinciale e reg.le per sostituire gli impianti degli edifici pubblici </li></ul>Conoscere qual’è lo stato della pubblica amministrazione 4.
  14. 14. <ul><li>Educazione e sensibilizzazione (scuole e comunicazione) </li></ul>Conoscere qual’è lo stato della pubblica amministrazione 4.
  15. 15. <ul><li>Incentivi: </li></ul><ul><li>Bando Solare Termico 53 domande presentate per l’installazione di oltre 250 mq di pannelli solari, che consentiranno un risparmio di emissioni di quasi 70 tonnellate di CO2 all’anno </li></ul><ul><li>Riduzione ICI ( l’aliquota agevolata del 2 per mille per i proprietari di fabbricati adibiti ad abitazione principale che abbiano sostenuto spese per interventi atti a conseguire risparmio energetico ) </li></ul>Conoscere qual’è lo stato della pubblica amministrazione 4.
  16. 16. <ul><li>Semplificazione delle procedure amministrative e burocratiche </li></ul>Conoscere qual’è lo stato della pubblica amministrazione 4.
  17. 17. <ul><li>Collaborazione con gli altri assessorati: dopo un lavoro di molti mesi si sono avviate le condizioni di collaborazione con gli altri assessorati per realizzare secondo i criteri della bioedilizia ad esempio le case in edilizia pubblica convenzionata, le ristrutturazioni di strutture alberghiere, le nuove scuole comunali, progettazione della pubblica illuminazione e gli impianti di riscaldamento degli edifici pubblici con criteri di risparmio energetico e riduzione delle emissioni </li></ul>Conoscere qual’è lo stato della pubblica amministrazione 4.
  18. 18. in conclusione : Allora la domanda è: Siamo nelle condizioni di lavorare insieme in modo ‘partecipato’ per progettare e sostenere modifiche cogenti all’attuale Regolamento Urbano Edilizio in termini di bioedilizia? E’ una sfida strategica? Anzi, è una sfida da Piano Strategico? <ul><li>Le ragioni ambientali ed economiche della bioedilizia il reg.to volontario comunale sulla bioedilzia </li></ul><ul><li>Disponibilità del settore privato economico e produttivo riminese </li></ul><ul><li>Affrontare gli ostacoli allo sviluppo </li></ul><ul><li>L o stato della pubblica amministrazione </li></ul>

×