Analisi semiotica di un oggetto: la Raclette

2,347 views
2,122 views

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
2,347
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
4
Actions
Shares
0
Downloads
18
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Analisi semiotica di un oggetto: la Raclette

  1. 1. Analisi semiotica di un oggetto Alice Marchetti
  2. 2. PIASTRA PER RACLETTE (Tefal) Ambiance
  3. 3. Componente figurativa e tassica <ul><li>Questa piastra è composta principalmente da 3 parti: una base in termoplastica con riflettore in acciaio inox, 12 tegami antiaderenti, una piastra superiore in alluminio. </li></ul><ul><li>Ha un ingombro medio-piccolo rispetto alla funzione che deve svolgere: ha infatti dimensioni medie ma essendo la componente principale di questo tipo di pasti, sulla tavola non occupa molto spazio. </li></ul><ul><li>Presenta colori neutri come il nero ed il grigio. </li></ul>
  4. 4. <ul><li>Questo è un fornelletto che scalda la superficie del Raclette, il quale verrà poi fatto colare nel piatto dall’utente. È un modello completamente diverso che permette di preparare pochi piatti per volta e implica maggior sforzo da parte dell’utilizzatore. Rispetto alla piastra Ambiance la sequenza di azioni è totalmente diversa e sicuramente più scomoda. Presenta inoltre un rischio maggiore di scottature. </li></ul><ul><li>Mancano i tegami e manca anche la piastra superiore che permette la cottura di elementi diversi. </li></ul>
  5. 5. Componente funzionale <ul><li>DIMENSIONE FUNZIONALE : questo oggetto richiede diverse azioni: mettere il formaggio nei tegami, rimettere i tegami sulla piastra, mettere della carne o delle verdure sulla piastra superiore. Quando il formaggio sarà fuso verrà versato su delle patate precedentemente bollite e quando la carne o le verdure saranno cotte verranno tolte e servite. </li></ul><ul><li>DIMENSIONE MITICA : a questo tipo di oggetto si possono far corrispondere i valori di tradizione che prosegue, di condivisione, di amicizia e di divertimento. L’utente che costruisce può essere una persona a cui piace stare in compagnia, al quale basta poco per divertirsi e passare belle serate con gli amici. </li></ul><ul><li>DIMENSIONE ESTETICA : Ambiance ha delle forme e dei colori molto piacevoli. Si differenzia rispetto ad altre piastre in commercio per il suo lato estetico molto sviluppato. </li></ul>
  6. 6. Sintagmatica <ul><li>L’oggetto in questione deve scaldare il formaggio (fino alla fusione) e ciò che viene messo sulla piastra superiore, nel minor tempo possibile. L’utilizzatore deve invece prendere il formaggio fuso e versarlo sulle patate. Per rendere questo più facile l’oggetto non deve permettere che il formaggio si attacchi alla superficie. </li></ul><ul><li>AIUTANTI:uno degli aiutanti principali di questa pratica è il formaggio Raclette che viene venduto già tagliato a fette, le quali sono di una misura tale da poter essere messe in ogni tegamo. Un altro importante aiutante è il materiale con cui sono fatti i tegami, che è antiaderente e quindi permette di togliere facilmente il formaggio. Altri aiutanti possono essere gli accessori venduti con la piastra. </li></ul><ul><li>OPPOSITORI: tra gli oppositori troviamo l’utilizzo di un formaggio diverso, sicuramente non idoneo come il Raclette, e il rischio di scottature. </li></ul>
  7. 7. <ul><li>CONTRATTO : acquisto dell’oggetto in cambio di ottime cene e divertimento con gli amici. </li></ul><ul><li>COMPETENZA : l’oggetto possiede competenze medio-basse dato che principalmente deve scaldare, mentre l’utilizzatore ha competenze di tipo medio-alte dato che ha una sequenza d’azioni ben definita e non trascurabile. </li></ul><ul><li>PERFORMANCE : l’oggetto scalda il formaggio fino alla fusione e ciò che si trova sulla piastra superiore. </li></ul><ul><li>SANZIONE : gli amici si complimentano per l’ottima cena e per il divertimento della serata passata insieme. </li></ul>
  8. 8. Rapporto con le sequenze di azione <ul><li>La piastra per Raclette ha cambiato la preparazione dei piatti a base di questo formaggio, semplificando il compito dell’utente e rendendo ancora più piacevole l’esperienza. Sono sequenze d’azione semplici e quasi istintive grazie alla forma dei componenti che spingono l’utente ad agire in determinati modi. </li></ul><ul><li>È un oggetto che comunica la propria funzione attraverso i materiali e le forme: la piastra superiore fa capire all’utente che tipo di cotture si possono fare, i tegami hanno un’impugnatura tale da far capire come si prendono ed infine si può capire anche come si posizionano all’interno della piastra grazie a delle linee guida che dividono gli spazi. </li></ul><ul><li>Se a questi elementi si unisce una minima conoscenza dello scopo della piastra (far fondere il formaggio Raclette), l’utente sarà in grado di svolgere una sequenza d’azioni corretta. </li></ul>
  9. 9. Presenza enunciativa <ul><li>ENUNCIATARIO: in base alla tipologia di oggetto si può identificare un possibile utilizzatore, al quale piace stare in compagnia nell’ambito della cucina, è infatti una piastra da 12 persone. </li></ul><ul><li>ENUNCIATORE: le linee e le forme dell’oggetto possono far intuire di che marca sia, ma solo nel caso in qui l’utente conosca altri prodotti di questa. </li></ul>
  10. 10. Quadrato semiotico <ul><li>Valori utilitari </li></ul><ul><li>FACILITà DI PREPARAZIONE </li></ul>Valori esistenziali COMPAGNIA Valori non esistenziali Valori non utilitari ASPETTO LUDICO

×