Zuppa di torzelle e patate

2,731 views
2,433 views

Published on

Ricetta per salvare l'economia in Europa e continuare a riempire le tasche solo dei nostri politici

Published in: Education
1 Comment
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
2,731
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
11
Comments
1
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Zuppa di torzelle e patate

  1. 1. Tutto nasce da quando la Merkel e Sarcozy hanno convinto Monti che leostriche le aragoste e le escargot fossero scomode da mangiare e quindiera meglio per l’Italia ritornare ad una alimentazione tipo anni 40
  2. 2. Quindi ben vegano le torzelle e le patate .La torzella è uno dei più antichi tipidi cavolo che si sono sviluppati nel bacino del mediterraneo, infatti è dettaanche “cavolo greco”, oltre che “torza riccia”.
  3. 3. Oggi è una pianta presente soprattutto nella zona dell’Acerrano Nolano, inprovincia di Napoli. Presenta foglie carnose ricce, di colore verde scuro,ed è molto e resistente al freddo. I germogli vengono raccolti per essereconsumati sia allo stato fresco che cucinati in appetitose ministre dellacucina tradizionale napoletana.
  4. 4. In estate, ad esempio, il particolare sapore si sposa, dopo una breve cottura,con il pomodoro San Marzano, ma viene anche utilizzato crudo in insalate o perguarnire pietanze in combinazione con frutti di mare. D’inverno rappresenta uningrediente immancabile della tradizionale minestra maritata.
  5. 5. Procuriamone 1 Kg e laviamolo in acqua corrente
  6. 6. Mettiamole in un colapasta e lasciamo sgocciolare
  7. 7. Laviamo 1 Kg di patate rosse
  8. 8. Peliamole
  9. 9. Tagliamole a pezzi grossolani
  10. 10. Peliamo una grossa cipolla bianca
  11. 11. Tagliamola a pezzi
  12. 12. E poi a fettine che metteremo in una capace pentola
  13. 13. Aggiungiamo appena un filo di olio ev. di oliva
  14. 14. Lasciamole andare appena appena
  15. 15. Aggiungiamo le patate a pezzettoni
  16. 16. E poi le torzelle lavate
  17. 17. Un pizzico di sale per farle ammorbidire più rapidamente
  18. 18. Aggiungiamo le rimanenti verdure
  19. 19. Ed anche 1 litro di acqua calda che avremo preparato
  20. 20. Facciamo cuocere a fuoco vivo tutto insieme
  21. 21. Cuoceranno per circa un’ora fino a quando appariranno semibrodose. Senecessari aggiustiamo di sale e pepe.
  22. 22. Con un coppino prepariamo il piatto
  23. 23. Chiediamo ai nostri politici se ci è consentito usare un po’ diparmigiano
  24. 24. Ottenuto il consenso aggiungiamone a strafottere
  25. 25. Alla faccia di tutti loro
  26. 26. Il piatto si presenterà così e se vorremo anche senza permessopotremo accompagnare con crostini di pane
  27. 27. …però…molto buono
  28. 28. Il loro tentativo di fregarci ancora una volta ci ha fatto ritrovare un piattopovero della nostra antica cucina contadina
  29. 29. antonio.florino@gmail.com

×