Rombo Al Forno Con Patate1

3,946
-1

Published on

Altra ricetta di pesce da provare
Aflo

0 Comments
2 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total Views
3,946
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
14
Comments
0
Likes
2
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Rombo Al Forno Con Patate1

  1. 1. Psetta Maxima Corpo appiattito ,ovalizzato,privo di squame ma munito di una serie di tubercoli ossei sul lato oculare.Vive su fondali sabbiosi sui quali si mimetizza con abilità insomma è un Rombo by Aflo
  2. 2. “Accademia d ’ ‘o .mmusc’ . magnà” Rombo con patate
  3. 3. Per due persone : un rombo di circa 1,2 Kg, 5-6 patate medie ,due spicchi di aglio , o.e.v.o. sale e pepe q.b.
  4. 4. Procuriamoci un Rombo freschissimo di circa 1,2 Kg ed evisceriamolo
  5. 5. Pratichiamo una incisione alla base della pinna caudale
  6. 6. La pelle dovrebbe tirarsi via facilmente ma non è così semplice , ed allora aiutiamoci con un coltello per sfilettare
  7. 7. Ci siamo quasi riusciti ma più il pesce è fresco e più la pelle è adesa
  8. 8. Si nota con chiarezza la parte inutilizzabile se non per fumetti , gli eventuali filetti sono in proporzione piccoli
  9. 9. Nel frattempo avremo dato appena un bollo a 5-6 patate medie
  10. 10. Sbucciamo le patate , tagliamole a fettine creandone un letto in una teglia da forno e irroriamole con un filo di olio di oliva e un pizzico di sale e pepe
  11. 11. Corichiamo il Rombo sul letto di patate
  12. 12. Aggiungiamo ancora un filo di olio , sale ,pepe , gli spicchi di aglio e qualche fettina di limone e subito in forno caldo a 180°
  13. 13. Controlliamone la cottura frequentemente
  14. 14. Dopo circa 20 minuti il profumo comincia a deliziarci
  15. 15. Ancora 40 minuti il nostro rombo con patate sarà cotto a puntino
  16. 16. Dislischiamolo con attenzione e ricaviamone tutta la parte edule iniziando dai filetti ; tra l ‘ altro il Rombo oltre che prelibatissimo è anche piuttosto costoso perché molto pregiato
  17. 17. Il piatto è finito non resta che augurare buona fame a tutti i nostri amici amanti dello slow food ed agli altri cosa potremmo dire…buon hamburger e finte patatine … fritte-surgelate…da monsù Tina e da Aflo antonio.florino@gmail.com

×