Positano complesso conventuale di s maria della assunta
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Positano complesso conventuale di s maria della assunta

on

  • 1,185 views

La passeggiata a POSITANO si conclude con la visita al complesso Monastico di S. Maria della Assunta

La passeggiata a POSITANO si conclude con la visita al complesso Monastico di S. Maria della Assunta

Statistics

Views

Total Views
1,185
Views on SlideShare
1,185
Embed Views
0

Actions

Likes
0
Downloads
22
Comments
3

0 Embeds 0

No embeds

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

Positano complesso conventuale di s maria della assunta Positano complesso conventuale di s maria della assunta Presentation Transcript

  • La chiesa di Santa Maria Assunta, con la sua cupola in maiolica, è la maggiore attrazione artisticadel luogo. Essa sorge nel centro di Positano, nella piazza Flavio Gioia, a pochi passi dalla spiaggia.Databile intorno al X sec. d.c., la chiesa Madre di Positano, si trova nel cuore della suggestivacittadina. La sua cupola maiolicata spicca tra le stradine che portano giù al mare. Gli abitanti delluogo sono molto legati alla chiesa che tra le sue mura racchiude una leggenda dalla quale deriva ilnome del paese. L’icona bizantina raffigurante la Madonna Nera e il suo bambino, posta sopral’altare maggiore, fu trafugata dai Saraceni durante un saccheggio.La chiesa visibile oggi è il frutto dei rifacimenti del ‘700. Stucchi e ori caratterizzano le tre navate acinque archi, di grande pregio il coro in noce ai lati dell’abside. Altre opere degne di notaarricchiscono le cappelle laterali come il dipinto del 1599 di Fabrizio Santafede che sovrasta l’altaredella Circoncisione. Nella cappella di San Nicola di Bari è custodito un presepe artistico con pastorioriginali del ‘700. A questa chiesa è legata la famosa leggenda della Madonna Assunta che spiegaanche il nome del paese. Si narra che nel medioevo, intorno allanno 1100, una nave chetrasportava una icona bizantina della Madonna si fosse fermata proprio davanti a quella baia acausa della mancanza di vento. I marinai mentre cercavano in tutti i modi di far ripartire il veliero,sentirono una voce proveniente dal quadro che diceva “posa, posa, posa,....” cioè fermati in quelposto (da cui il nome) e così, seguendo il suggerimento delle Vergine, decisero di scendere a riva.Il prodigio fu interpretato come un segno della volontà della Vergine di restare in quelle terre, percui il capitano consegnò il quadro ai Positanesi. Gli abitanti del posto, presero l’icona dellaMadonna e la portarono in una chiesa che sorgeva in una piazza del paese. Ma il giorno dopo ilquadro non cera più nella chiesa: esso fu ritrovato invece in un campo di ginestra, vicino al mare.Si gridò al miracolo, pensando che il quadro si fosse mosso da solo, e per questo fu costruita unanuova chiesa lì dove era stata ritrovata limmagine della Vergine.Più verosimilmente l’iconabizantina giunse a Positano nel XII secolo ad opera di monaci benedettini, che con le loro navipercorrevano le rotte commerciali e di pesca lungo le coste del Tirreno meridionale.Questa icona può essere oggi ammirata all’interno della chiesa ed è uno dei tanti tesori in essacustoditi.
  • Per oggi la visita ad una Positano inconsueta finisce qui ma certamentetorneremo presto. Abbracci da Tina e Antonio antonio.florino@gmail.com