Linguine con sugo di gamberoni rossi a napoli puparuoli

9,214 views

Published on

Pasta sempre pasta e ancora una volta con sugo di crostacei per la precisione Gamberoni Rosso. Squisitissima, Aflo

Published in: Entertainment & Humor
4 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • grazie a tutti voi prt gli aprezzamenti
       Reply 
    Are you sure you want to  Yes  No
    Your message goes here
  • Aflo,
    I watched it for twice or........... maybe more....!!!!!!!!!!!
    I do not know how but, when I have to cook,.... you come with a new menu!!!!
    ;)
    It seems so delicious, so very close at my taste!!!
    Ahhhhhhhhhhh, ... your wife has to be so proud of you!!!!
    & I have to repeat: you kill me softly with each new culinary presentation!!!!
    Have a nice evening, dear friend!
    Doina
       Reply 
    Are you sure you want to  Yes  No
    Your message goes here
  • Felice che tu gradisca la cucina Mediterranea. Aflo
       Reply 
    Are you sure you want to  Yes  No
    Your message goes here
  • Looks very tasty!!!! Thanks for sharing and congratulations dear Aflo. Best greetings from Greece.Wish you a wonderful week. Nikos
       Reply 
    Are you sure you want to  Yes  No
    Your message goes here
No Downloads
Views
Total views
9,214
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
18
Actions
Shares
0
Downloads
12
Comments
4
Likes
1
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Linguine con sugo di gamberoni rossi a napoli puparuoli

  1. 2. Per due persone : 600 gr di gamberoni rossi (puparuoli) uno spicchio di aglio, olio ev di oliva qb ,prezzemolo tritato, sale, pepe se piace, 200 gr di linguine di grano duro , 600 Gr di pomodorini del Vesuvio
  2. 3. Laviamo i gamberoni in acqua corrente
  3. 4. Le prossime immagini sono solo godimento per la vista
  4. 7. Leviamo i picciuoli dai pomodorini del Vesuvio
  5. 8. Laviamo i pomodorini e teniamoli da parte
  6. 9. Mettiamo in una larga padella uno spicchio di aglio a pezzetti
  7. 10. Copriamo il fondo della padella con olio ev di oliva
  8. 11. Lasciamo imbiondire l’aglio
  9. 12. Leviamo le teste(conserviamole) ed i carapaci ai gamberoni
  10. 17. Teniamo da parte i gamberoni sgusciati e le teste
  11. 19. Non dimentichiamo questa importante operazione
  12. 20. Eliminiamo il piccolo budello scuro che è all’interno del gamberone-il gusto risulterebbe amarognolo-
  13. 24. Questi sono solo gusci da buttare
  14. 26. Mettiamo le teste nel soffritto di aglio e olio
  15. 28. Lasciamoli saltare affinchè rilascino tutti i loro umori
  16. 30. Aggiungiamo un bicchiere di vino bianco secco
  17. 32. Lasciamo che il vino evapori
  18. 33. Tagliamo a pezzi ed aggiungiamo i pomodorini del piennolo
  19. 35. Aggiungiamo un pizzico di sale
  20. 36. Prepariamo circa 200 gr di linguine n° 7- un pochino grandi-
  21. 37. L’acqua bolle possiamo calare le linguine
  22. 40. Tritiamo abbondante prezzemolo
  23. 41. Controlliamo la cottura delle linguine- come sempre almeno un litro di acqua ogni 100 gr di pasta
  24. 43. Tina dice che ci siamo quasi
  25. 44. Versiamo i gamberoni sgusciati nel sugo con i pomodorini
  26. 53. Lasciamo appena scottare i gamberoni
  27. 57. Le linguine sono cotte appena – molto molto al dente -
  28. 58. Uniamole al sugo senza scolarle
  29. 62. Facciamole saltare e rigirare
  30. 63. Sposandole con il sugo preparato
  31. 68. La cottura della pasta si è completata in padella
  32. 69. Aggiungiamo il prezzemolo tritato
  33. 71. Ancora una rimestata per concludere il matrimonio
  34. 72. Prepariamo i piatti
  35. 79. Completiamoli riversando il sugo con i gamberoni nei due piatti
  36. 83. Godiamo ancora un minuto della vita di questo splendido dipinto di scuola fiamminga
  37. 86. E’ un piatto finito della tradizione che farebbe rabbrividire i fautori della novelle cousine che io come tutti quelli che “sanno mangiare” aborro. Questo significa gustare i sapori , i colori , i profumi della più pura espressione della cucina mediterranea vera. Genuinità semplicità e onestà in cucina
  38. 87. Abbiamo parlato troppo, non ci resta che augurarvi di essere d’accordo con noi , viva la buona cucina tradizionale e sana, abbasso il trasgenico e il sugelato precotto. Buona fame a tutti da Monsù Tina e Antonio [email_address]

×