Esperimento Oparine Miller

260 views
209 views

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
260
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2
Actions
Shares
0
Downloads
1
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Esperimento Oparine Miller

  1. 1. Lesperimento di Miller-Urey rappresenta la prima dimostrazione che molecole organiche si possonoformare spontaneamente, nelle giuste condizioni ambientali, a partire da sostanze inorganiche più semplici.Lesperimento fu condotto negli anni 50 da Stanley Miller e dal suo docente, il premio Nobel Harold Urey, perdimostrare la teoria di Oparin e Haldane, i quali ipotizzavano che le condizioni della Terra primordialeavessero favoritoreazioni chimiche conducenti alla formazione di composti organici a partire da componentiinorganiche.Per compiere questo esperimento Miller ricreò determinate condizioni ambientali che si pensava fosseropresenti nella Terra primordiale. Partì dal presupposto che in quellatmosfera non ci fosse ossigeno libero,quanto piuttosto abbondasse idrogeno, lelemento più diffuso nelluniverso, e altri gas qualimetano (CH4)e ammoniaca (NH3), oltre ad acqua (H2O). Con queste condizioni ed in presenza di una fonte di energia,come fulmini o la radiazione solare, si sarebbero potute originare molecole più complesse.Per lesperimento Miller e il suo professore si servirono dei gas elencati precedentemente contenuti in unsistema sterile costituito da due sfere contenenti luna acqua allo stato liquido e laltra due elettrodi, collegatetra loro da un sistema di tubi sigillati. Lacqua veniva scaldata per indurre la formazione di vapore acqueomentre i due elettrodi venivano utilizzati per fornire scariche elettriche che simulavano fulmini in presenza diquella miscela gassosa. Il tutto veniva poi raffreddato cosicché lacqua potesse ricondensare e ricadere nellaprima sfera per ripetere il ciclo.Dopo circa una settimana ininterrotta in cui le condizioni erano mantenute costanti, Miller osservò che circa il15% del carbonio era andato a formare composti organici, tra cui alcuni aminoacidi ed altri potenzialicostituenti biologici,

×